Oggi è mercoledì 12 dicembre 2018, 21:44

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 308 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 17, 18, 19, 20, 21
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Ridotto "NOSTRANO" in H0n3
MessaggioInviato: venerdì 10 agosto 2018, 20:11 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 1 febbraio 2006, 12:40
Messaggi: 1892
Località: Bracciano (Roma)
Grazie delle spiegazioni e delle foto. Ho preso per rifinire le casse d’acqua, i rivetti Archer.
Prima peró devo ritagliare le forme d’ottone e con le forbici, ho paura di svergolare tutto...


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Ridotto
MessaggioInviato: sabato 11 agosto 2018, 8:08 
Non connesso

Iscritto il: martedì 21 dicembre 2010, 10:01
Messaggi: 844
Località: Sarzana (SP)
lucaregoli ha scritto:
Grazie delle spiegazioni e delle foto. Ho preso per rifinire le casse d’acqua, i rivetti Archer.
Prima peró devo ritagliare le forme d’ottone e con le forbici, ho paura di svergolare tutto...

Sì, anch'io ho le decal dei rivetti Archer.

Con le forbici si svergola per forza la lastrina però poi la raddrizzi, ecco qua.
Immagine

Un trucco che puoi usare è mettere in morsa la parte da tagliare a filo delle
ganasce e che sporga quanto basta per sforbiciare, così si dovrebbe limitare
l'arricciamento.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Ridotto "NOSTRANO" in H0n3
MessaggioInviato: martedì 14 agosto 2018, 7:42 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 12 gennaio 2006, 8:32
Messaggi: 907
amagio ha scritto:
DARIO PISANI ha scritto:
http://www.ferrovieabbandonate.it/linea_dismessa.php?id=157
Solo trazione elettrica e scartam.1100 mm...


Grazie per il riscontro e per l informazione anche se peraltro il sito è stato da me da tempo visionato. La mia richiesta è motivata dal fatto che io posseggo una vecchia fotografia scattata nel 1951 dove figuro in una stazione di quella linea dove non si vedono fili di sorta che lascino pensare a trazione elettrica: è possibile che in fase di disarmo della linea (1953-1958)siano state utilizzate motrici termiche?


Tutta la rete - eccetto due linee arrivate una al '53 e una al '55 - fu soppressa fra 1948 e 1950. Probabile la tua foto sia stata fatta in una stazione di linea già chiusa.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Ridotto "NOSTRANO" in H0n3
MessaggioInviato: venerdì 31 agosto 2018, 12:10 
Non connesso

Iscritto il: martedì 21 dicembre 2010, 10:01
Messaggi: 844
Località: Sarzana (SP)
La macchina ha avuto un primo passaggio di primer e il posizionamento delle chiodature.

Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Ridotto "NOSTRANO" in H0n3
MessaggioInviato: venerdì 31 agosto 2018, 21:28 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 1 febbraio 2006, 12:40
Messaggi: 1892
Località: Bracciano (Roma)
Sta venendo un capolavoro!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Ridotto "NOSTRANO" in H0n3
MessaggioInviato: mercoledì 17 ottobre 2018, 9:47 
Non connesso

Iscritto il: martedì 9 dicembre 2014, 18:48
Messaggi: 200
Località: Brianza
Buongiorno ragazzi, è da un po' che non scrivo qui, ma noto con piacere che il filetto, piano piano, prosegue.

Faccio anzitutto i doverosissimi complimenti a carmaxspe per la magnifica realizzazione, sperando di poterla presto ammirare in funzione.

Ora vorrei discutere con voi a proposito della scala da adottare per una produzione commerciale di qualche rotabile a scartamento ridotto italiano. Mi rendo conto che un'introduzione scritta in questo modo possa suscitare perplessità ma vi invito a proseguire la lettura. La quasi totalità degli scartamentoridottisti adotta la scala H0, nelle norme "m", "n3" ed "e" poiché possiede già altri componenti in scala H0 da poter utilizzare su un plastico o diorama che sia. Inoltre la scala H0 è la più comune e di facile reperibilità.

Ma appunto perché l'1/87 è più diffuso, perché non pensare alla scala 0e? Dal punto di vista della funzionalità è ottima, dato che si possono "riciclare" componenti in H0 per autocostruzioni (meccaniche e telai) e per le parti del plastico non a vista (binari e scambi). Si ovvierebbe anche al problema dello spazio per inserire decoder e motori meno risicati nelle macchine. Lo spazio occupato sarebbe comunque pari all'H0, e grazie a modelli un poco più grandi ma più robusti magari qualche papà (o nonno...) decide di spendere qualche soldo per un bel "trenino" al figlio (o nipote). Se la filosofia verrà copiata dal Magic Train di Fleischmann, probabilmente potremmo avere il ridotto italiano a prezzi abbordabili. Ah, sottinteso, le versioni dei modelli dovranno essere declinate nei vari stilemi europei...

E voi cosa ne pensate? H0m o 0e?

Andrea


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Ridotto "NOSTRANO" in H0n3
MessaggioInviato: mercoledì 17 ottobre 2018, 14:19 
Connesso

Iscritto il: giovedì 12 gennaio 2006, 8:53
Messaggi: 4207
Località: Bruschi
Hom...posso integrarla su un plastico con l'Ho per cui la preferisco.
saluti


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Ridotto "NOSTRANO" in H0n3
MessaggioInviato: mercoledì 17 ottobre 2018, 16:02 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 13 gennaio 2006, 17:35
Messaggi: 4394
Località: Calabria del Nord:Castelcrati Terme(nome brevettato!)
Quoto Claudio M.: a Castelcrati T. ci sono le FS e le FNC: questa,essendo una compagnia freelance,non mi ha nemmeno lontanamente posto il problema in H0 dello scartamento "italiano" 950 mm non corrispondente a quello dell'H0m,quindi 1000 mm... :wink: :D


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 308 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 17, 18, 19, 20, 21

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  

Duegi Editrice - Viale Francia, 7, 35020 Ponte S. Nicolò (PD). Italy - Tel. 049.711.363 - Fax 049.862.60.77 - duegi@duegieditrice.it - shop@duegieditrice.it
Direttori di testata: Gianfranco Berto - Franco Tanel. Registro Operatori della Comunicazione n° 1199. Partita iva IT 01116210293 Tutti i diritti riservati Duegi Editrice