Oggi è sabato 31 ottobre 2020, 1:48

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 24 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: AUTOCOSTRUZIONE: Un tram che si chiama ..... desiderio
MessaggioInviato: sabato 16 luglio 2016, 20:33 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 16 marzo 2009, 18:25
Messaggi: 1167
tra un trifase e l'altro ....................

Allegato:
CAM01029.jpg

Allegato:
CAM01034.jpg


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: AUTOCOSTRUZIONE: Un tram che si chiama ..... desiderio
MessaggioInviato: sabato 16 luglio 2016, 20:40 
Non connesso

Iscritto il: domenica 1 novembre 2009, 20:26
Messaggi: 1818
Località: udine collinare
complimenti.....molto sottile come struttura, riesce a rimanere in forma ugualmente?
bel lavoro, aspetto di vederlo finito!
mandi, max


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: AUTOCOSTRUZIONE: Un tram che si chiama ..... desiderio
MessaggioInviato: domenica 17 luglio 2016, 8:33 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 16 marzo 2009, 18:25
Messaggi: 1167
Ciao Max, la struttura per ora regge. Anzi, mentre saldavo mi é caduto dal tavolo ........... ho alzato gli occhi al cielo e anche qualche .......parolina! Fortunatamente non ha battuto sulle parti ....... molli. :? In ogni modo mancano ancora interni e tetto. Sto approntando i carrelli ....

Allegato:
CAM01023.jpg


vedremo :arrow:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: AUTOCOSTRUZIONE: Un tram che si chiama ..... desiderio
MessaggioInviato: martedì 19 luglio 2016, 20:06 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 16 marzo 2009, 18:25
Messaggi: 1167
La parte piu' difficoltosa di questo modello é (almeno per me) la realizzazione della copertura. In generale tutti i tetti dei rotabili sono difficoltosi. Le giuste misure, le curvature esatte, specie nel raccordo con la struttura, valorizzano o penalizzano tutti gli altri lavori. Qui sono nel dubbio se proseguire col metallo, con il conseguente lavoro di saldatura, o sperimentare soluzioni alternative. Penso a due strade diverse; una prevede la formatura a caldo, l'altra la formatura in vetroresina. Ho predisposto una dima in compensato e cartoncino che funge da base:

Allegato:
CAM01038.jpg


questa mi é servita per ottenere con la formatura a caldo il seguente risultato

Allegato:
CAM01039.jpg


Allegato:
CAM01041.jpg


considerando che é un processo che non ho mai tentato prima, lo ritengo un risultato sufficiente anche se perfettibile.

Per la vetroresina dovro' attendere di procurarmi i materiali e poi ..........................

Se qualcuno ha già intrapreso queste strade, saranno gradite osservazioni e suggerimenti


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: AUTOCOSTRUZIONE: Un tram che si chiama ..... desiderio
MessaggioInviato: mercoledì 20 luglio 2016, 14:39 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 25 novembre 2011, 19:13
Messaggi: 1607
Località: Trieste
Ciao amagio.
Perché non stampi il tetto in 3D?

Antonio


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: AUTOCOSTRUZIONE: Un tram che si chiama ..... desiderio
MessaggioInviato: mercoledì 20 luglio 2016, 17:37 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 16 marzo 2009, 18:25
Messaggi: 1167
nanniag ha scritto:
Ciao amagio.
Perché non stampi il tetto in 3D?

Antonio


ciao Antonio, ho pensato anche a questa soluzione che pero' ho scartato per i seguenti motivi:
dovrei imparare ex novo cad in 3d (e qui non ci sarebbe problema, solo questione di tempo)
dovrei avere una stampante 3d o come ha fatto Silvio Assi dare fuori le stampe
ma é SOLO un tetto, e qui Silvio Assi dice che non é conveniente per un solo oggetto
la questione dunque riguarda solo un esperimento che sicuramente in futuro faro' (quello di realizzare qualcosa in cad 3d) ma che per il momento rinvio.
Chiaramente al momento attuale un pezzo di plasticard sagomato a dovere o un poco di fibra di vetro e di colla sono piu' rapidi e accessibili.
Potrei pero' valutare anche questa soluzione a due condizioni, che io possa scaricare e utilizzare un programma di modellazione 3d che pesi poco in termini di bytes e che sia facilmente leggibile ed intuitivo, anche perché il mio pc é datato come l'utilizzatore e, per esempio, google sketchup anche nella versione free non viene sopportato.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: AUTOCOSTRUZIONE: Un tram che si chiama ..... desiderio
MessaggioInviato: domenica 31 luglio 2016, 17:55 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 16 marzo 2009, 18:25
Messaggi: 1167
Prova montaggio carrelli

Allegato:
CAM01043.jpg


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: AUTOCOSTRUZIONE: Un tram che si chiama ..... desiderio
MessaggioInviato: venerdì 19 agosto 2016, 21:13 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 16 marzo 2009, 18:25
Messaggi: 1167
é quasi ora di pensare agli interni ...........

Allegato:
newatm.jpg


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: AUTOCOSTRUZIONE: Un tram che si chiama ..... desiderio
MessaggioInviato: mercoledì 24 agosto 2016, 19:43 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 16 marzo 2009, 18:25
Messaggi: 1167
preparazione per la verniciatura.

il tetto, che verrà applicato in ultima fase, é costituito da plasticard preformato a caldo. é stato quindi ricoperto da strato di carta ammorbidito con colla e quindi verniciato per simulare il rivestimento di tela che equipaggia il tetto al vero. solo successivamente verranno trattati e opportunamente invecchiati i longheroni che sorreggono l'asta del trolley.

Allegato:
CAM01088.jpg


l' interno della cassa é stato preparato con verniciatura acrilica. la colorazione tiene conto del fatto che devono ancora essere applicati la pavimentazione e le panche lungo le pareti. pavimento e panche verranno realizzate con balsa e saranno incollate solo dopo avere applicato i vetri.

Allegato:
CAM01087.jpg


la carrozzeria esterna sarà verniciata all' aerografo.

Allegato:
CAM01085.jpg


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: AUTOCOSTRUZIONE: Un tram che si chiama ..... desiderio
MessaggioInviato: sabato 27 agosto 2016, 17:21 
Non connesso

Iscritto il: sabato 9 luglio 2016, 8:21
Messaggi: 1
Buonasera a tutti.

Posso disturbare solo un attimo? grazie

Che tipo di tram è? è un Pitt 1928 dell'ATM di Milano? grazie


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: AUTOCOSTRUZIONE: Un tram che si chiama ..... desiderio
MessaggioInviato: sabato 27 agosto 2016, 19:49 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 16 marzo 2009, 18:25
Messaggi: 1167
si, in effetti vorrebbe rappresentare la "ventotto" ATM. Ora sono alle prese con la livrea

Allegato:
CAM01093.jpg


questo arancione pare sia di difficile reperibilità. Solo "vallejo" l' ha in catalogo ma....... non disponibile :lol: quindi ....... chi fa da sé ..................


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: AUTOCOSTRUZIONE: Un tram che si chiama ..... desiderio
MessaggioInviato: domenica 28 agosto 2016, 14:09 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 16 marzo 2009, 18:25
Messaggi: 1167
con il colore penso di esserci, poi si prosegue ...................

Allegato:
goodcolor.jpg


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: AUTOCOSTRUZIONE: Un tram che si chiama ..... desiderio
MessaggioInviato: lunedì 29 agosto 2016, 21:58 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 20 settembre 2010, 13:56
Messaggi: 98
Località: Milano
Amagio, ti confermo che l'arancio della Vallejo è la tonalità corretta (l'avevo usato per il mio primo modellino della Ventotto).
Se non è un problema di illuminazione il colore nell'ultima foto è decisamente troppo scuro e troppo tendente al rosso.

Carlo


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: AUTOCOSTRUZIONE: Un tram che si chiama ..... desiderio
MessaggioInviato: lunedì 29 agosto 2016, 22:39 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 16 marzo 2009, 18:25
Messaggi: 1167
grazie Carlo. Conosco i Tuoi modelli e mi sono ispirato a loro. E' vero, mi sono reso conto che non ci siamo ancora con il colore.
Il vallejo non l`ho trovato e allora mi impegno a ..... crearmelo. Cercando in rete trovo questi valori RGB 241,128,16 corrispondenti a HEX F18010. Per ottenere la tonalità dovrei usare 62% di rosso, 33% di verde e 5% di blu pero' sulla tonalità di questi colori ci devo studiare su. A questo punto penso che dovro' sverniciare per poi riprovare la tinta ....... un bel passatempo :wink: constato che é piu difficile verniciare che saldare :? Ti rinnovo i complimenti per i tuoi lavori e proseguo con i miei tentativi


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: AUTOCOSTRUZIONE: Un tram che si chiama ..... desiderio
MessaggioInviato: martedì 30 agosto 2016, 10:11 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 20 settembre 2010, 13:56
Messaggi: 98
Località: Milano
Non puoi usare il codice RGB per creare un colore reale.Qui (http://digilander.libero.it/arci56/fram ... ndard2.htm) c'è una tabella con i colori RAL e i corrispondenti valori RGB, mentre qui (http://rgb.to/ral/page/1) c'è anche una funzione di conversione.
Sul sito del Dr. Toffano ci sono le tabelle con le corrispondenze fra i suoi colori e i codici RAL e FS.


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 24 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 14 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  

Duegi Editrice - Viale Francia, 7, 35020 Ponte S. Nicolò (PD). Italy - Tel. 049.711.363 - Fax 049.862.60.77 - duegi@duegieditrice.it - shop@duegieditrice.it
Direttori di testata: Gianfranco Berto - Franco Tanel. Registro Operatori della Comunicazione n° 1199. Partita iva IT 01116210293 Tutti i diritti riservati Duegi Editrice