Duegieditrice.it
http://www.forum-duegieditrice.com/

Locomotive "Radiocomandate"
http://www.forum-duegieditrice.com/viewtopic.php?f=16&t=44935
Pagina 1 di 1

Autore:  The Dark Master [ giovedì 29 aprile 2010, 20:23 ]
Oggetto del messaggio:  Locomotive "Radiocomandate"

Possibile che esistano delle loco radiocomandate?

http://www.youtube.com/watch?v=4-DoOQoM ... re=related


al 1.10

Autore:  andicoc [ giovedì 29 aprile 2010, 21:44 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Locomotive "Radiocomandate"

Sì, certo, esistono, e quell'aggeggio che il manovratore indossa come un'imbragatura è proprio il radiocomando.
Qualcuno più ferrato di me potrà spiegare meglio quali tipi di radiocomando esistono in ferrovia, in quali situazioni sono applicati e quali compagnie ne fanno uso.

Ciao
Andy

Autore:  andicoc [ giovedì 29 aprile 2010, 21:50 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Locomotive "Radiocomandate"

Qui si vedono delle complesse manovre su un "inglenook" eseguite da un unico operatore tramite radiocomando:
http://www.youtube.com/watch?v=dJ2Tp0zk5yU&NR=1

Ciao
Andy

Autore:  Giancarlo Giacobbo [ giovedì 29 aprile 2010, 23:35 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Locomotive "Radiocomandate"

Negli USA l'uso del radiocomando per il comando dei locomotori è di uso comune. La particolare lunghezza che hanno dei convogli merci impone l'uso della trazione con molte macchine anche di spinta e intercalate. Poichè sono molto sensibili al risparmio economico, come si è veduto dai filmati, basta una sola persona che funziona da macchinista, da manovratore per gli scambi e da manovale per l'aggancio e sgancio dei vagoni.

Autore:  The Dark Master [ venerdì 30 aprile 2010, 12:04 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Locomotive "Radiocomandate"

Ma il funzionamento in che consiste?

Autore:  Giancarlo Giacobbo [ venerdì 30 aprile 2010, 14:33 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Locomotive "Radiocomandate"

Quello da terra è un radiocomando che attiva le funzioni di "stop ed go" nelle due direzioni. Quello dalla cabina comanda le altre macchine e attiva tutte le funzioni. E' come un nostrano telecomando via cavo. Solo che mentre il via cavo ha la limitazione di poter comandare un limitato numero di macchine, con il radiocomando se ne possono comandare quante se ne vogliono distribuite lungo il treno.

Autore:  gianca [ venerdì 30 aprile 2010, 14:52 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Locomotive "Radiocomandate"

Se non ricordo male mesi fa durante una visita allo stabilimento Solvay di Rosignano M. (LI) vidi una locomotiva diesel radiocomandata transitare nei binari interni allo stabilimento, mentre manovrava alcuni carri tramoggia a carrelli carichi di calcare.
Giancarlo

Autore:  mallet [ venerdì 30 aprile 2010, 15:03 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Locomotive "Radiocomandate"

Il radiocomando delle locomotive è molto diffuso all'estero, sia in impianti industriali che sulle reti ferroviarie. Nel video si vede la prima delle due possibilità, cioè quella relativa alle manovre. In America sono ormai decenni che viene usato questo sistema in numerosi impianti.
Discorso un po' diverso per le macchine da treno. Spesso si vedono macchine, anche due-tre, intercalate a metà del convoglio, che praticamente formano un treno quasi autonomo. Queste non sono presenziate ma vengono comandate via radio dalla macchina di testa. Il telecomando viene usato invece per comandare il gruppo di macchine in testa (due-tre-quattro-cinque) e, rispettivamente, per comandare le altre del gruppo intercalato.
Immaginatevi qui da noi un treno con quattro macchine in testa e due intercalate = totale 12 tra macchinisti e aiuti!
Saluti

Autore:  Tigre [ venerdì 30 aprile 2010, 18:45 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Locomotive "Radiocomandate"

Ciao

un paio di anni fá, Trenitalia sperimentava per qualche settimana il radiocomando su due E652 sulla linea del Brennero. Una macchina era in testa e una in coda di un merci sperimentale, entrambe naturalmente attive... Mi sembrava di aver letto o sentito dopo che gli esiti erano abbastanza positivi, ma poi il progetto im sembra che abbiano di nuovo abbandonato... le due E652 erano riconoscibili per due "orecchie" piccoli sul tetto della cabina, non so se le macchine girano ancora cosi o meno, purtroppo non mi riccordo il numero...

saluti

Pagina 1 di 1 Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]

Duegi Editrice - Viale Francia, 7, 35020 Ponte S. Nicol (PD). Italy - Tel. 049.711.363 - Fax 049.862.60.77 - duegi@duegieditrice.it - shop@duegieditrice.it
Direttori di testata: Gianfranco Berto - Franco Tanel. Registro Operatori della Comunicazione n 1199. Partita iva IT 01116210293 Tutti i diritti riservati Duegi Editrice