Oggi è venerdì 23 ottobre 2020, 12:06

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: "Coccodrillo" SATTI V
MessaggioInviato: sabato 12 agosto 2017, 17:27 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 12 gennaio 2006, 8:32
Messaggi: 907
Buongiorno.

Il 19 Luglio scorso è finalmente terminata la lunga e preoccupata attesa sul destino dell'ultimo mezzo rimasto dei raccordi industriali SATTI a Torino.

Fino al 1982 la SATTI infatti gestiva una fitta rete di raccordi elettrificati in diverse zone di Torino, i più importanti dei quali servivano la FIAT. Con l'apertura del nuovo scalo FS di Orbassano e dei nuovi raccordi, l'uso di quelli precedenti venne meno e tutta la rete industriale venne dismessa. I pochi locomotori ancora esistenti a quella data rimasero ricoverati nel vecchio deposito SATTI di via Bruno per anni, fino a che vennero prelazionati dal MFP Museo Ferroviario Piemontese per una loro preservazione.

Nei primi anni '90 vennero portati in blocco a Balangero, sulla linea Torino-Ceres. Successivamente furono portati su un binario di raccordo all'interno di una cartiera a nord di Germagnano, in un luogo appartato ma reputato sicuro, dove sono rimasti per decenni, fino allo scorso Ottobre 2016.

In maniera del tutto fortuita, i pezzi di alcuni di questi mezzi sono stati avvistati in viaggio su un camion. E' scattato l'allarme nel mondo degli appassionati ed in pochi giorni si sono chiarite le cose: ciò che era solo un tremendo sospetto si era tramutato in una tragica realtà.

Il terreno della cartiera di Germagnano - cessata e fallita - è stato dato in gestione ad un curatore fallimentare il quale ha iniziato a sgomberare l'area. Trovatosi davanti agli insoliti ospiti non ha esitato un minuto e anzichè contattare MFP ha dato subito mandato alla ditta di sgomberi di demolire quanto possibile in loco e trasportare il resto in luoghi dedicati. Sono così andati perduti tutti i mezzi eccetto uno. L'unico che si è salvato dalla stupidità e dalla ignoranza umana è il "coccodrillo" numero V, solamente perchè era problematico da spostare per la successiva demolizione.

MFP ha intimato di non toccare il mezzo di sua proprietà, garantendone la rimozione appena possibile. Tacciamo che a tutt'oggi l'area è stata nuovamente abbandonata e quindi è ancora maggiore la rabbia verso un'azione di devastazione così rapida e inutile che poteva benissimo essere risparmiata.

MFP e i suoi volontari nei mesi successivi ha provveduto a smontare qualche parte dal locomotore per portarla al restauro nella sede di Torino. Dopo un complicato lavoro di coordinamento, finalmente il 19 Luglio è venuto il giorno del recupero del V, avvenuto non senza difficoltà, a causa del terreno instabile e della posizione del mezzo. Questo era il panorama che si presentava la mattina di quel giorno:

Immagine

Ma il lavoro dei volontari MFP e della ditta di trasporti eccezionali è stato encomiabile e a metà giornata finalmente il "coccodrillo" SATTI è arrivato sul sicuro suolo di Torino Ponte Mosca!

Immagine

La macchina è tutto sommato in buone condizioni. Il lavoro di ripristino estetico non presenta grandi difficoltà e MFP ha già messo al lavoro due volontari esclusivamente su questo mezzo. Ciò non toglie che la collaborazione per riportare il locomotore a nuova vita è aperta e se nella zona di Torino ci sono persone disponibili a dare una mano anche solo specificatamente per questo lavoro, possono contattare MFP e troveranno un ambiente accogliente e sostegno tecnico.

I lavori però sono tanti ed è per questo che MFP chiede al mondo degli appassionati un aiuto con un contributo economico per coprire le spese sostenute a favore del SATTI V. Chi vuole contribuire può fare un bonifico o versamento sui conti correnti del Museo, inserendo la causale: Locomotore Satti V

Queste le coordinate:

Associazione Museo Ferroviario Piemontese
Banca Cassa di Risparmio di Savigliano
Cod. IBAN: IT 16 S 06305 46851 000010101269

oppure:

Associazione Museo Ferroviario Piemontese
Conto Corrente Postale: 11688108

A fine anno MFP si impegna a pubblicare sul proprio sito un bilancio del totale dei soldi raccolti e di come saranno utilizzati, ovviamente mantenendo l'anonimato sulle donazioni ricevute.

Grazie a tutti!


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 12 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  

Duegi Editrice - Viale Francia, 7, 35020 Ponte S. Nicolò (PD). Italy - Tel. 049.711.363 - Fax 049.862.60.77 - duegi@duegieditrice.it - shop@duegieditrice.it
Direttori di testata: Gianfranco Berto - Franco Tanel. Registro Operatori della Comunicazione n° 1199. Partita iva IT 01116210293 Tutti i diritti riservati Duegi Editrice