Oggi è martedì 24 novembre 2020, 18:29

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 7 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Federconsumatori contro Trenitalia
MessaggioInviato: giovedì 6 ottobre 2016, 7:43 
Non connesso

Iscritto il: sabato 4 luglio 2009, 22:25
Messaggi: 3728
Località: Brescia
Alta velocità, Federconsumatori si oppone agli aumenti di Trenitalia


Contro l’ipotesi di Trenitalia di aumentare i biglietti dell’Alta velocità e di istituire un “numero chiuso” sugli abbonamenti la Federconsumatori è pronta a presentare un esposto all’Autorità dei Trasporti.

Il tutto nasce dalle dichiarazioni dell’amministratrice delegata di Trenitalia Barbara Morgante all’audizione di ieri in commissione Lavori pubblici e comunicazioni del Senato: l’azienda non intende cancellare, come temevano i pendolari, gli abbonamenti per i treni dell’alta velocità. Dal prossimo anno le tariffe saliranno e non ci sarà più soltanto il semplice mensile, ma abbonamenti dal lunedì al venerdì o per tutta la settimana il cui costo varierà a seconda della scelta.

“No al numero chiuso”

Una parziale marcia indietro che però secondo le associazioni dei pendolari da un lato penalizzerà l’utenza con prezzi elevati e dall’altra rischia di mettere un tetto agli abbonamenti.

“Chiederemo all’Autorità di intervenire perchè non potrà mai essere fissato un limite alla possibilità di abbonarsi”, spiega Bruno Albertinelli, responsabile nazionale Trasporti della Federconsumatori. Per esporre le proprie ragioni la Federconsumatori invierà una richiesta alla commissione Lavori pubblici e comunicazioni del Senato per essere audita in merito alla questione degli abbonamenti.

Braccio di ferro al Tar

Nel frattempo prosegue il braccio di ferro tra i pendolari e l’azienda. Il Comitato nazionale pendolari Alta velocità è ricorso al Tar del Piemonte contro la delibera dell’Autorità dei trasporti perchè, pur stabilendo delle garazie, non prevede  però l’obbligo degli abbonamenti da parte delle aziende. La Ntv, la società di Italo, ad esempio ha già deciso di sopprimerli.
Trenitalia invece ha addirittura presentato un ricorso straordinario al Presidente della Repubblica, sostenendo che la direttiva privilegia gli abbonati rispetto agli altri utenti.

Trenitalia sostiene che, essendo l’Alta velocità un “servizio a mercato” e non “universale”, è libera di determinare le condizioni commerciali.
Un punto da sempre criticato dalle associazioni degli utenti.
“Nei fatti, nel tipo di domanda che soddisfa e anche nella derivazione pubblica degli investimenti sulla rete – conclude Albertinelli – l’Alta velocità deve essere inserita nel servizio di trasporto universale e Trenitalia non può non tenerne conto”.

Da " Il Salvagente" Articolo di Enrico Cinotti ·5 ottobre 2016


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Federconsumatori contro Trenitalia
MessaggioInviato: giovedì 6 ottobre 2016, 9:22 
Non connesso

Iscritto il: martedì 31 gennaio 2006, 14:45
Messaggi: 708
Località: Trieste
crosshead ha scritto:
Alta velocità, Federconsumatori si oppone agli aumenti di Trenitalia
...
Trenitalia sostiene che, essendo l’Alta velocità un “servizio a mercato” e non “universale”, è libera di determinare le condizioni commerciali.
Un punto da sempre criticato dalle associazioni degli utenti.
“Nei fatti, nel tipo di domanda che soddisfa e anche nella derivazione pubblica degli investimenti sulla rete – conclude Albertinelli – l’Alta velocità deve essere inserita nel servizio di trasporto universale e Trenitalia non può non tenerne conto”.

Da " Il Salvagente" Articolo di Enrico Cinotti ·5 ottobre 2016


rivoglio gli intercity con le vecchie e obsolete gran confort :lol: :evil: :evil: :evil: :evil: ...

visto che poi le regioni pagano e foraggiano i collegamenti che diventano rossi o bianchi a seconda delle esigenze di Trenitalia... (inteso come freccia)

è una certezza che sia da dare torto a trenitalia nei fatti vista l'evoluzione dei collegamenti.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Federconsumatori contro Trenitalia
MessaggioInviato: giovedì 6 ottobre 2016, 9:40 
Non connesso

Iscritto il: sabato 18 febbraio 2006, 22:49
Messaggi: 666
Soprattutto tenendo conto che su molte relazioni non c'è alcuna alternativa e che gli investimenti per l'alta velocità sono in larga parte pubblici.

Inviato dal mio GT-S7580 utilizzando Tapatalk


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Federconsumatori contro Trenitalia
MessaggioInviato: venerdì 7 ottobre 2016, 22:52 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 24 luglio 2015, 12:45
Messaggi: 1102
Località: Ponteginori (Pisa)
Io fossi nella federconsumatori chiederei a Trenitalia di ridurre almeno del 30% le corse giornaliere Alta Velocità visto che sono veramente troppe, e tante di queste viste transitare a Firenze Campo di Marte con alcune carrozze semivuote.
Rivoglio gli Intercity e gli Exp come una volta.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Federconsumatori contro Trenitalia
MessaggioInviato: sabato 8 ottobre 2016, 7:40 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 20 settembre 2006, 20:44
Messaggi: 4427
Località: Sorbolo (PR)
luca nannini ha scritto:
Io fossi nella federconsumatori chiederei a Trenitalia di ridurre almeno del 30% le corse giornaliere Alta Velocità visto che sono veramente troppe, e tante di queste viste transitare a Firenze Campo di Marte con alcune carrozze semivuote.
Rivoglio gli Intercity e gli Exp come una volta.


Si ma li prendi tutti interi, compreso il loro contenuto!
Poi però non ci si lamenti che viaggiano in perdita secca (quindi paga pantalone), e ci guadagneranno i bus anche sulla lunga percorrenza.
Non si dimenti che i treni a prezzo di mercato, AV o meno che siano, permettono di viaggiare in modo decente a chiunque.
Dei precedenti: diretti (800 km di percorrenza!) direttissimi, expressi, IC, e altri nomi vari, direi che nè abbiamo già avuto abbastanza.
Onestamente, e senza polemica, ma ai tempi era più igenico viaggiare sui carri bestiame che su quei treni: almeno ad ogni viaggio erano ripuliti e disinfettati, come da norme sanitarie. Ed anche la compagnia dei quadrupedi era più sicura e affidabile.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Federconsumatori contro Trenitalia
MessaggioInviato: giovedì 26 gennaio 2017, 11:33 
Non connesso

Iscritto il: sabato 4 luglio 2009, 22:25
Messaggi: 3728
Località: Brescia
Non si spegne l’ondata di proteste contro Trenitalia per gli aumenti consistenti sugli abbonamenti per i pendolari. E si passa ai fatti.

Federconsumatori, assieme al Comitato Nazionale Pendolari AV, ha inviato all’Antitrust una segnalazione di Abuso per posizione dominante nei confronti di Trenitalia S.p.A..

Nella segnalazione si legge che si tratta di prezzi iniqui – aumento tariffario eccessivamente gravoso e non corrispondente a un aumento dei costi del servizio.

Alla luce di tali elementi Federconsumatori ha denunciato l’intollerabile posizione dominante assunta da Trenitalia, che ha arbitrariamente disposto rincari medi del 35% per gli abbonamenti AV. E ha chiesto che l’Autorità:

1) disponga in via d’urgenza la sospensione da parte della società Trenitalia S.P.A. dell’applicazione all’utenza degli annunciati aumenti tariffari degli abbonamenti Alta Velocità;

2) accerti la posizione di dominanza della società Trenitalia S.p.A. nell’offerta dei servizi di trasporto ferroviario AV in abbonamento;

3) accerti l’abuso di posizione dominante della società nella previsione e/o applicazione all’utenza dei pendolari AV dei citati aumenti tariffari

Da " Il Salvagente" Articolo di Anna Gabriela Pulce


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Federconsumatori contro Trenitalia
MessaggioInviato: giovedì 26 gennaio 2017, 11:53 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 29 gennaio 2010, 13:56
Messaggi: 2687
Località: Legnano (MI)
Il problema è sempre lo stesso...non si può pretendere che, con una gestione "mista" dei trasporti pubblici, si risolvano le situazioni.
O si liberalizza tutto oppure si torna alla cara vecchia azienda pubblica, entrambe le soluzioni hanno sia pregi che difetti, ovviamente.
Una soluzione tampone potrebbe essere quella di obbligare Trenitalia a lasciare comunque dei servizi alternativi, seppur più lenti, sulla rete tradizionale.
Poi chi vuole avere accesso al libero mercato è libero di farlo, anche abbonandosi, se la compagnia ferroviaria lo consente tra i suoi "servizi".


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 7 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 17 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  

Duegi Editrice - Viale Francia, 7, 35020 Ponte S. Nicolò (PD). Italy - Tel. 049.711.363 - Fax 049.862.60.77 - duegi@duegieditrice.it - shop@duegieditrice.it
Direttori di testata: Gianfranco Berto - Franco Tanel. Registro Operatori della Comunicazione n° 1199. Partita iva IT 01116210293 Tutti i diritti riservati Duegi Editrice