Oggi è martedì 25 settembre 2018, 18:44

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 28 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Altezza plastico e supporti
MessaggioInviato: giovedì 21 giugno 2018, 11:04 
Connesso

Iscritto il: mercoledì 19 aprile 2006, 23:10
Messaggi: 483
Località: C.mare
Modellista ha scritto:
I cavalletti a quattro punti di appoggio non stanno mai fermi, anche se dotati di piedini regolabili (ma in realtà ne basta uno solo) non si ritrova mai la posizione nel pavimento corrispondente alla regolazione data precedentemente.
Si può risolvere senza piedini: basta avere solo tre punti di appoggio, anziché quattro.
Io mi sono costruito dei cavalletti per tavolo da giardinaggio con due gambe di cui una a T rovesciata con due punti di appoggio fissi.
Il tirante forato sulle gambe, opportunamente posizionato tra due volantini, consente una regolazione dell'altezza del piano. Nel mio caso da 90 a 75 cm da terra, ovvero posizione di lavoro in piedi e da seduti.
Il piano superiore può essere "messo in bolla" con opportuni spessori sotto al piano, con viti registrabili da sotto.
PS: i cavalletti erano inizialmente previsti per un plastico modulare, poi è arrivata la primavera...


Molto interessante... posteresti qualche altra foto ?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Altezza plastico e supporti
MessaggioInviato: giovedì 21 giugno 2018, 14:46 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 16 gennaio 2006, 20:24
Messaggi: 1417
Località: Pescara
Solo per curiosita', sul modulare dove il piano del ferro e' a 1300 mm dal pavimento sto impiegando delle spalliere per libreria di IKEA

Immagine

modificate per adattarsi al modulo

Immagine

Le ho scelte per il basso prezzo e perche' non mi va di fare lavori di falegnameria al di la' di quattro fori.

Antonello


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Altezza plastico e supporti
MessaggioInviato: venerdì 22 giugno 2018, 9:00 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 5 ottobre 2015, 20:58
Messaggi: 287
antogar ha scritto:
Modellista ha scritto:
I cavalletti a quattro punti di appoggio non stanno mai fermi, anche se dotati di piedini regolabili (ma in realtà ne basta uno solo) non si ritrova mai la posizione nel pavimento corrispondente alla regolazione data precedentemente.
Si può risolvere senza piedini: basta avere solo tre punti di appoggio, anziché quattro.
Io mi sono costruito dei cavalletti per tavolo da giardinaggio con due gambe di cui una a T rovesciata con due punti di appoggio fissi.
Il tirante forato sulle gambe, opportunamente posizionato tra due volantini, consente una regolazione dell'altezza del piano. Nel mio caso da 90 a 75 cm da terra, ovvero posizione di lavoro in piedi e da seduti.
Il piano superiore può essere "messo in bolla" con opportuni spessori sotto al piano, con viti registrabili da sotto.
PS: i cavalletti erano inizialmente previsti per un plastico modulare, poi è arrivata la primavera...


Molto interessante... posteresti qualche altra foto ?


Credo che le soluzioni siano innumerevoli. Per esempio qui sotto vedi un cavalletto per pianola acquistato anni fa in un negozio di strumenti musicali (ricordo di averlo pagato solo 20 euro, ma forse perché gliene avevo appena spesi 1200 della pianola e il venditore voleva fare lo splendido). Va detto che non ha i piedini di regolazione altezza, ma considerato il peso notevole della pianola suppongo diventi auto livellante. Rimane comunque un buon esempio da copiare.

In realtà prima di parlare di supporti e di altezza del plastico, ovvero di supporti ad altezza variabile, bisognerebbe verificare le capacità che ognuno di noi ha di saper costruire gli oggetti. Ma anche del piacere di farlo, perché giustamente non tutti possiedono il dono della manualità e non è certo una colpa.
Personalmente mi diverte molto costruire con il legno e questo ha giovato non poco al modellismo ferroviario.
Finora qui sono state esposte varie soluzioni. Auto costruirsi per esempio una serie di cavalletti, anche a saperlo e volerlo fare, in realtà costa poco (quattro muraletti in legno e ferramenta), ma costa molto se si considera tutta la spesa per gli utensili, segatrici, pialletto, trapani, smussatrici, levigatrici, banchi da lavoro e, guarda un po'... lo spazio a disposizione per farlo. Allora i 20 euro del cavalletto per pianola in confronto sono assai pochi. Dipende quindi da cosa uno ama di più fare e quanto è disposto a spendere per poterlo fare.
Invece vorrei capire come sia possibile definire la giusta altezza da terra di un plastico.
Bisognerebbe prima stabilire se sia più alto un uomo non basso rispetto a uno non alto o uno non alto rispetto a uno non basso. E da seduti, proporzionalmente cambia qualcosa? Evidentemente la risposta non c'è e quindi ognuno dovrà darsi la propria.


Allegati:
Cavalletto dettaglio fissaggio.jpg
Cavalletto dettaglio fissaggio.jpg [ 99.77 KiB | Osservato 911 volte ]
Cavalletto pianola.2.JPG
Cavalletto pianola.2.JPG [ 175.07 KiB | Osservato 911 volte ]
Caqvalletto pianola.1.JPG
Caqvalletto pianola.1.JPG [ 142.73 KiB | Osservato 911 volte ]
Cavalletto pianola.0.JPG
Cavalletto pianola.0.JPG [ 78.21 KiB | Osservato 911 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Altezza plastico e supporti
MessaggioInviato: venerdì 22 giugno 2018, 9:06 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 20 gennaio 2006, 10:59
Messaggi: 2805
Un punto d'attenzione …

Se il plastico è a moduli amovibili e che possono essere "lavorati" in separata sede ed anche capovolti potete pensare di "sostenerli" in qualunque modo (mobili, cavalletti, ecc.).

MA se è un impianto fisso che deve poter essere acceduto anche da sotto (per la gestione dei collegamenti e degli apparati) dovete assolutamente pensare SOLAMENTE a gambe verticali … evitare cavalletti, incroci e e tiranti di qualunque tipo che poi rendono ingestibile l'accesso e la manutenzione.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Altezza plastico e supporti
MessaggioInviato: venerdì 22 giugno 2018, 14:27 
Non connesso

Iscritto il: martedì 22 maggio 2012, 20:51
Messaggi: 2162
Località: Castellamare Adriatico - www.aternumlands.com
Questa foto con i due cari amici Carlo e Tommaso, mette in evidenza il sistema da noi utilizzato.
Piano del ferro a 1.300 mm, le strutture di sostegno verticali sono costituite dai classici montanti per scaffalature, robusti, leggeri e poco ingombranti, oltre ad essere relativamente economici.
Altra peculiarità, essendo dotati di asole, consentono una eccellente regolazione in altezza.
Lo spazio residuo sottostante viene utilizzato per eventuali stazioni nascoste come nel nostro caso, ma possono accogliere anche capaci mobili contenitori.


Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Altezza plastico e supporti
MessaggioInviato: mercoledì 11 luglio 2018, 8:50 
Non connesso

Iscritto il: domenica 4 marzo 2018, 23:42
Messaggi: 68
Domanda: ma applicare delle ruotine tipo carrello della spesa sotto le zampe è una fesseria?

Non intendo portare il plastico a spasso per la stanza, ma muoverlo agilmente di mezzo metro dalla parete sarebbe ottimo sia in fase di costruzione che per la manutenzione una volta ultimato.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Altezza plastico e supporti
MessaggioInviato: mercoledì 11 luglio 2018, 10:55 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 10 agosto 2015, 1:15
Messaggi: 496
Credo che tu non abbia specificato una delle informazioni più importanti: che tipo di locale ospiterà l'impianto? Se si tratta di un garage, in cui si necessita anche del posto per l'autovettura, tutte le soluzioni consistenti in strutture fisse al terreno sono da scartare. Se, invece, l'impianto verrà ospitato in un locale appositamente dedicato la musica cambia nuovamente. Per quanto mi riguarda, adoro le strutture mobili in stile controsoffittatura movimentate meccanicamente da motore Brushless alimentato a 220 v. Questa soluzione mi permette di usare il plastico quando ne ho voglia poi, quando è ora di rientrare l'autovettura, con un semplice "click" su di un interruttore del tipo on/off l'intera struttura scompare formando un secondo soffitto (ovviamente più basso rispetto a quello in cemento). Il telaio è del tipo reticolare con tiranti in acciaio per irrigidire la struttura senza avere l'ingombro di ulteriori listelli di legno.


Ultima modifica di davscarna il mercoledì 11 luglio 2018, 11:09, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Altezza plastico e supporti
MessaggioInviato: mercoledì 11 luglio 2018, 11:05 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 10 agosto 2015, 1:15
Messaggi: 496
Rolando89 ha scritto:
Domanda: ma applicare delle ruotine tipo carrello della spesa sotto le zampe è una fesseria?

Non intendo portare il plastico a spasso per la stanza, ma muoverlo agilmente di mezzo metro dalla parete sarebbe ottimo sia in fase di costruzione che per la manutenzione una volta ultimato.


Io avevo usato questo sistema con il precedente impianto. Bisogna solo evitare di usare le ruote senza freni.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Altezza plastico e supporti
MessaggioInviato: mercoledì 11 luglio 2018, 11:31 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 10 agosto 2015, 1:15
Messaggi: 496
Modellista ha scritto:
Per esempio qui sotto vedi un cavalletto per pianola acquistato anni fa in un negozio di strumenti musicali


Pianola?!? Tastiera santo Dio! :mrgreen:

Comunque anche io ho in casa un cavalletto della Quicklock ed il mio modello è i grado di reggere fino ad 80 kg. Non consiglierei mai a nessuno di usarli: troppo pericolosi ed instabili!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Altezza plastico e supporti
MessaggioInviato: mercoledì 11 luglio 2018, 13:26 
Non connesso

Iscritto il: domenica 4 marzo 2018, 23:42
Messaggi: 68
davscarna ha scritto:
Credo che tu non abbia specificato una delle informazioni più importanti: che tipo di locale ospiterà l'impianto?


Una mansarda grande che verrà utilizzata come sala hobby da tutta la famiglia. Il plastico può stare lì fisso, ma le rotelline (con freni o blocchi :D si) mi sembrano l'idea migliore per costruire/armeggiare dalla parte che si accosta alla parete.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Altezza plastico e supporti
MessaggioInviato: mercoledì 11 luglio 2018, 16:28 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 10 agosto 2015, 1:15
Messaggi: 496
Certamente il telaio mobile è un vantaggio sotto tutti i punti di vista. Già che ci sei fai che postare anche le dimensioni della mansarda con la tua idea attuale di circuito e magari potresti solo giovarne.

p.s.: io scriverei ai moderatori di far spostare l'argomento nella sezione 'Plastici e Diorami'.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Altezza plastico e supporti
MessaggioInviato: mercoledì 11 luglio 2018, 19:52 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 20 gennaio 2006, 19:41
Messaggi: 1585
Personalmente non farei MAI un plastico in un garage dove poi ci metti anche la macchina... solo l'idea che d'inverno ci entra bagnata mi fa rabbrividire... :shock:
Vabbè, anche il mio plastico è realizzato in un garage ma prima, e DEFINITIVAMENTE, ho sbattuto fuori la macchina di mia moglie... :mrgreen:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Altezza plastico e supporti
MessaggioInviato: giovedì 12 luglio 2018, 14:06 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 10 agosto 2015, 1:15
Messaggi: 496
Le condizioni al contorno utili a valutare gli scenari di rischio per la realizzazione di un impianto in un garage sono parecchie; ad esempio il mio garage non è situato al di sotto del giardino condominiale ma sotto la palazzina, cosa che mi fa guadagnare diversi punti percentuali nelle stagioni più umide. Sotto il livello dei garage, posto al primo piano interrato, ci sono le cantine che fanno da scudo nel caso in cui vi sia una risalita dei livelli di falda causati da lunghi periodi piovosi. Ultimo e non meno importante, io ho consultato il database delle Protezione Civile per capire se la mia zona di residenza fosse a rischio allagamenti: esito negativo! Insomma, non sempre l'equazione garage + macchina + umidità da per forza un risultato catastrofico...


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 28 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: centu, corra636, gian, Google [Bot], Google Adsense [Bot] e 23 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  

Duegi Editrice - Viale Francia, 7, 35020 Ponte S. Nicolò (PD). Italy - Tel. 049.711.363 - Fax 049.862.60.77 - duegi@duegieditrice.it - shop@duegieditrice.it
Direttori di testata: Gianfranco Berto - Franco Tanel. Registro Operatori della Comunicazione n° 1199. Partita iva IT 01116210293 Tutti i diritti riservati Duegi Editrice