Oggi è martedì 31 marzo 2020, 11:06

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1144 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 72, 73, 74, 75, 76, 77  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Carrozze straniere in Italia ep. I e II
MessaggioInviato: venerdì 26 ottobre 2018, 19:04 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 22 novembre 2006, 11:04
Messaggi: 1093
Località: Svizzera
Ciao Andrea
Credo proprio che la maggior parte dei treni avesse solo trazione elettrica attraverso il tunnel.
Infatti La maggior parte delle foto ritrae anche espressi internazionale con la sola trazione elettrica sia a briga sia a Iselle, Rendendo indispensabile la fermata per cambio locomotiva.
Persino l’espresso del Sempione non poteva sottrarsi a questa procedura.
Allegato:
88732033-D9A0-4CE1-8EB7-8FAC0117411D.jpeg
88732033-D9A0-4CE1-8EB7-8FAC0117411D.jpeg [ 250.33 KiB | Osservato 3570 volte ]


Allegato:
94D1BF75-F08B-4936-81CF-4FBC6A3C998E.jpeg
94D1BF75-F08B-4936-81CF-4FBC6A3C998E.jpeg [ 265.64 KiB | Osservato 3570 volte ]


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Carrozze straniere in Italia ep. I e II
MessaggioInviato: sabato 27 ottobre 2018, 10:23 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 21 giugno 2012, 14:23
Messaggi: 3510
Località: Massa Finalese (MO)
Per le foto aeree antiche, non avete pensato agli archivi svizzeri? Non mi viene in mente adesso il nome, ma il sito svizzero della cartografia ha foto aeree anche piuttosto antiche che si spingono un po' anche in territorio italiano...


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Carrozze straniere in Italia ep. I e II
MessaggioInviato: domenica 28 ottobre 2018, 18:49 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 24 gennaio 2008, 18:40
Messaggi: 2036
Località: piemonte
Probabilmente é più facile andare sul posto con la pala e cercare antiche vestigia della tina. Secondo me la collocazione più naturale, per una piattaforma girevole, é nei pressi della RL di foggia RM. Quella di Domodossola era di 15 metri di diametro, quindi prsumo che anche questa fosse di dimensioni analoghe, sempre ammettendo che ce ne fosse stata una.
Ma forse c'é qualche riferimento catastale.
Grazie sebamat per le belle foto. Ti ho inviato un MP


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Carrozze straniere in Italia ep. I e II
MessaggioInviato: lunedì 29 ottobre 2018, 9:00 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 21 novembre 2007, 21:03
Messaggi: 1268
Località: Castell'Arquato (PC)
Ste foto sono spaventose da quanto sono belle!!!! :shock: :shock: :shock:

Se qualcuno ne avesse anche della tratta che piace a me (Bolzano/MErano/Brennero/Pusteria...) di epoca 2 , gliene sarei grato.... :mrgreen:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Carrozze straniere in Italia ep. I e II
MessaggioInviato: lunedì 29 ottobre 2018, 12:29 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 22 novembre 2006, 11:04
Messaggi: 1093
Località: Svizzera
L''archivio di sbbhistoric contiene un dossier che potrebbe essere molto interessante per la tua domanda:

Allegato:
sbbhistoric dossier Iselle-rotonda_rid.jpg
sbbhistoric dossier Iselle-rotonda_rid.jpg [ 202.98 KiB | Osservato 3364 volte ]


Drescheibe=rotonda.

E a mio parere se esiste un piano è molto probabile che sia anche esistita in realtà.

Sebastiano


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Carrozze straniere in Italia ep. I e II
MessaggioInviato: lunedì 29 ottobre 2018, 14:11 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 22 novembre 2006, 11:04
Messaggi: 1093
Località: Svizzera
Un bel filmato che ho trovato sul sito 'http://www.marklinfan.com'

http://www.marklinfan.com/f/topic.asp?TOPIC_ID=2732

c'e' il Simplon Orient express in quasi tutta la composizione, ferroviariamente il filmato diventa interessante dal 7.30 min


https://www.youtube.com/watch?v=BbDvvAF2cpw


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Carrozze straniere in Italia ep. I e II
MessaggioInviato: lunedì 29 ottobre 2018, 16:09 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 19 gennaio 2006, 17:44
Messaggi: 403
Località: VR
Filmato molto interessante, finalmente ho potuto sentire la voce della 691
Grazie
Enzo


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Carrozze straniere in Italia ep. I e II
MessaggioInviato: lunedì 29 ottobre 2018, 16:32 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 20 gennaio 2006, 10:59
Messaggi: 3380
Enzo ha scritto:
...finalmente ho potuto sentire la voce della 691
...


Spiace deluderti ma in quegli anni era molto più difficile fare una registrazione audio (soprattutto dal vivo) che riprendere un film.

Al 99% il filmato è stato sonorizzato all'epoca con "rumori d'archivio" di cui molti anche fatti dai "rumoristi" … forse è stato anche risonorizzato successivamente mantenendo però il commento parlato. In ogni caso i colpi di scappamento della 691 sono del tutto fuori sincrono e fuori progressione con i giri ruota… per cui o sono finti o sono di chissà quale loco (probabilmente non italiana) e poi riappiccicati sopra.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Carrozze straniere in Italia ep. I e II
MessaggioInviato: mercoledì 7 novembre 2018, 22:39 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 14 dicembre 2006, 16:02
Messaggi: 174
Una nuova composizione d'epoca:
il treno Diretto 24 Roma-Bologna-(Venezia)-Milano-Parigi, nell'anno 1927.

Immagine

Sezione tra Roma e Bologna

Locomotiva FS Gr.685
vettura bagagliaio FS Dz a carrelli
vettura FS ABIz a cassa metallica tipo 1921 (Roma-Milano)
vettura CIWL WR
vettura FS AIz a cassa metallica tipo 1921 (Roma-Venezia)
vettura FS BIz a cassa metallica tipo 1921 (Roma-Venezia)
vettura FS ABIz a cassa metallica tipo 1921 (Roma-Bern)
vettura FS ABIz a cassa metallica tipo 1921 (Roma-Parigi)


un caro saluto, renzo.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Carrozze straniere in Italia ep. I e II
MessaggioInviato: lunedì 12 novembre 2018, 18:40 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 24 gennaio 2008, 18:40
Messaggi: 2036
Località: piemonte
Qualcuno mi sa indicare dove posso trovare la vernice blu delle carrozze CIWL di Epoca II?
Grazie dell'attenzione.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Carrozze straniere in Italia ep. I e II
MessaggioInviato: lunedì 12 novembre 2018, 19:59 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 25 novembre 2011, 19:13
Messaggi: 1465
Località: Trieste
Sarà mica questo?

https://www.amf87.fr/prestashop/bleus/5 ... 08163.html


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Carrozze straniere in Italia ep. I e II
MessaggioInviato: venerdì 16 novembre 2018, 18:16 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 13 gennaio 2006, 19:16
Messaggi: 5208
Località: Roma
Parlando di Epoca II, sto studiando un po' di composizioni CIWL . In particolare, leggendo la sacra bibbia delle CIWL, ho notato che le pullman fleche d'or furono in parte declassate a seconda classe. Non trovo però nessuna foto in cui sia evidente una differenza esterna. Quando c'è scritto 2^class, sono delle etoile du nord. Conoscete qualche foto di queste fleche d'or di seconda?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Carrozze straniere in Italia ep. I e II
MessaggioInviato: domenica 18 novembre 2018, 21:58 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 24 agosto 2006, 13:59
Messaggi: 1048
Località: milano
Caro Miura, sono andato a rivedere il libro sull'argomento 'Le Carrozze Pullman' di Renzo Perret, edito nel 1982 da Edizioni Elledì di Torino, ISBN88-7649-008-6, facente parte della collana Storia della Ciwl, purtroppo rimasta a solo questo volume. A pag 27 e pag 104 ci sono due foto delle carrozze allo stato di origine del 1926, con la scritta VOITURE SALON PULLMAN a sinistra e PULLMAN CAR a destra e sotto i numeri delle carrozze, ma nessuna indicazione di classe sulla fiancata. La colorazione é marrone e crème, con tetto bianco. Il libro però annota: .." Lo schema blu e crème viene adottato solo dal 1932 in concomitanza con l'introduzione della seconda classe Pullman sulla Fleche d'Or, e con la conseguente possibilità di mescolare le carrozze originali con altri tipi"... La differenza dovrebbe quindi stare nella livrea blu e crème dal 1932. Le serie delle carrozze sono: 4001-4015 con cucina, 24 posti Off. Birmingham; 4016-4030 senza cucina, 32 posti, Off. Midland. Spero di essere d'aiuto. Stefano.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Carrozze straniere in Italia ep. I e II
MessaggioInviato: domenica 18 novembre 2018, 22:20 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 14 dicembre 2006, 16:02
Messaggi: 174
Ciao a tutti,
vado a memoria ma mi pare che le vetture di seconda classe siano del tipo Le Étoile du Nord mentre le Flèche d'Or rimasero di prima classe.
Qualcosa si trova anche in rete: http://train.rapide.nord.pagesperso-ora ... index.html

un caro saluto, renzo.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Carrozze straniere in Italia ep. I e II
MessaggioInviato: domenica 18 novembre 2018, 23:06 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 3 marzo 2006, 12:22
Messaggi: 770
Località: Monza
No, ha ragione Miura.
Anch'io da tempo vado cercando foto delle carrozze tipo Flèche d'Or che vennero declassate nel 1932: sono in tutto 8 carrozze, 4 con cucina e 4 senza.
Nel 1992 avevo acquistato una carrozza Rivarossi che riproduce proprio una di queste carrozze (N° 4003 WPC2 con cucina blu/avorio; RR 2467).
Nel modello Rivarossi, marcatura a parte, l'unica differenza di livrea rispetto alle carrozze di 1a classe e rappresentata dal "rettagngolo" in cui è inserito il finestrino, che è interamente blu (in pratica il colore crema o avorio, che dir si voglia, non avvolge i finestrini).

Pier


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1144 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 72, 73, 74, 75, 76, 77  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 18 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  

Duegi Editrice - Viale Francia, 7, 35020 Ponte S. Nicolò (PD). Italy - Tel. 049.711.363 - Fax 049.862.60.77 - duegi@duegieditrice.it - shop@duegieditrice.it
Direttori di testata: Gianfranco Berto - Franco Tanel. Registro Operatori della Comunicazione n° 1199. Partita iva IT 01116210293 Tutti i diritti riservati Duegi Editrice