Duegieditrice.it
http://www.forum-duegieditrice.com/

E 666 come sarebbe stata?
http://www.forum-duegieditrice.com/viewtopic.php?f=21&t=39483
Pagina 1 di 7

Autore:  d 341 ionica [ domenica 1 novembre 2009, 20:16 ]
Oggetto del messaggio:  E 666 come sarebbe stata?

Buonasera a tutti.
Quello che sto per chiedere potrebbe sforare,anzi sfora,nella fantasia.
Non voglio parlare dello zatterone sperimentale della"tartaruga a sei assi"realmente esistito e poi abortito.
Su una vecchia rivista deglia anni 70/80,mi pare Trenitalia,sponsorizzata dalla casa modellistica romana bettiart,ho potuto vedere in una foto non molto chiara,un modello definitivo,somigliante appunto ad una 444 un po'piu'lunga,sei assi,muso tondo aerodinamico,quasi somigliante ad una e 03 DB.
Forse ai tempi si correva un po'troppo nella progettazione e produzione di loco inedite...
Ma per pura curiosita'c'e' qualcuno che ha una foto da far vedere su questa loco di fantasia?O cmq dei disegni/bozze su come sarebbe dovuta essere?
grazie

Armando

Autore:  snajper [ domenica 1 novembre 2009, 20:17 ]
Oggetto del messaggio:  Re: e666 come sarebbe stata?

Sulla monografi Elledi c'è un figurino. Sì, l'aspetto (griglie a parte) era quello di una E.444 allungata di due assi.
Peccato, poteva diventare la 103 italiana.

Autore:  Stanga-Tibb [ domenica 1 novembre 2009, 20:42 ]
Oggetto del messaggio:  Re: e666 come sarebbe stata?

Un figurino l'ho visto anche sul Tutto Treno Tema anni 70.
Cabine tipo E444 e cassa più inedita.
Alessandro

Autore:  Giancarlo Giacobbo [ domenica 1 novembre 2009, 22:06 ]
Oggetto del messaggio:  Re: e666 come sarebbe stata?

Ho questo disegno che penso dia un'idea di come sarebbe dovuto venire.

Immagine

Autore:  Swiss Express [ domenica 1 novembre 2009, 22:09 ]
Oggetto del messaggio:  Re: e666 come sarebbe stata?

...sarebbe stata la più bella locomotiva mai realizzata presso le FS..., peccato :(

Autore:  marcoc92 [ domenica 1 novembre 2009, 22:26 ]
Oggetto del messaggio:  Re: e666 come sarebbe stata?

Su photorail c'è una foto del prototipo...totalmente diverso. Stiamo parlando della stessa cosa?

Immagine



PS: Ciao a tutti, sono Marco da Roma :mrgreen:

Autore:  Benedetto.Sabatini [ domenica 1 novembre 2009, 22:27 ]
Oggetto del messaggio:  Re: e666 come sarebbe stata?

figurini che sono interpretazioni di appassionati o poco più.... da quel che ne so i musi non avrebbero avuto lo stesso aspetto di quelli della Tartaruga (maquette viste in viale lavagnini in gioventù.... compreso il carrello a tre assi, in legno, colorato in verde... lo ricordo come fosse ora).

Il prototipo non è mai stato fatto: esisteva solo uno zatterone-simulacro, di cui su TT abbiamo pure presentato la riproduzione modellistica a cura di Giovanni Rossi.

Autore:  Swiss Express [ domenica 1 novembre 2009, 22:30 ]
Oggetto del messaggio:  Re: e666 come sarebbe stata?

quello era il simulacro di prova delle E666 (un pò come la E402-000, che era profondamente diversa esteticamente sia dalle prototipo che dalle successive unità di prima serie!), questo effettuò qualche corsa accoppiato ad una locomotiva del tipo E444... (per gli interessati articolo su TT n96, marzo '97)

Autore:  Giancarlo Giacobbo [ lunedì 2 novembre 2009, 0:00 ]
Oggetto del messaggio:  Re: e666 come sarebbe stata?

E' un figurino che girava sulle riviste in quel periodo, d'altra parte il prototipo costruito per le prove e che ha girato su Firenze non ha nulla di quel disegno che seguiva le linee che andavano di moda in quegli anni.

Autore:  MALTE [ lunedì 2 novembre 2009, 8:21 ]
Oggetto del messaggio:  Re: e666 come sarebbe stata?

in quanto al bello lo trovo molto discutibile....meglio la vecchia tarta in versione corta!

Autore:  d 341 ionica [ lunedì 2 novembre 2009, 8:42 ]
Oggetto del messaggio:  Re: e666 come sarebbe stata?

Ringrazio Giacobbo per i figurini.
La bellezza e' soggettiva.Pero'che macchinone!
La Bettiart produsse un esemplare di questa locomotiva,forse in modo artigianale ed in pezzo unico(forse in colori tee)
Nessuno di noi avra' foto di quel modello tenendo conto degli "strani"materiali tipo metalplast e altre storie che non avevano gran durata e stabilita'nel tempo(se qualcuno ne avesse ci rendesse partecipi.....).
Ma se il sig Betti si cimento'(evidentemente troppo precocemente)nella realizzazione di questo modello credo che qualche disegno o progetto gli fu passato da qualche fonte "ufficiosa".
Per esempio nella foto in b/n della rivista i fanali frontali effettivamente sembrano rettangolari come quelli del bozzetto.

foto foto...

grazie a tutti Armando

Autore:  Libli II [ lunedì 2 novembre 2009, 19:05 ]
Oggetto del messaggio:  Re: e666 come sarebbe stata?

Benedetto.Sabatini ha scritto:
figurini che sono interpretazioni di appassionati o poco più.... da quel che ne so i musi non avrebbero avuto lo stesso aspetto di quelli della Tartaruga (maquette viste in viale lavagnini in gioventù.... ).


Benedetto ,forse non avevano ancora le idee chiare ,ma questo disegno ti assicuro che viene anch'esso dal palazzo del sonno ,in viale lavagnini

Immagine

saluti Giancarlo

Autore:  Benedetto.Sabatini [ lunedì 2 novembre 2009, 19:55 ]
Oggetto del messaggio:  Re: e666 come sarebbe stata?

io avevo visto modelli in legno con un muso una via di mezzo tra E 656 ed E 633... del resto i primi disegni della E 656 avevano i musi della E 444 prototipo!
e cmq anche dal figurino che mostri, non è che della tartaruga ci sia molto più di una vaga somiglianza... pure i vetri curvi!!!

Autore:  d 341 ionica [ lunedì 2 novembre 2009, 20:41 ]
Oggetto del messaggio:  Re: e666 come sarebbe stata?

bel disegno Libli!!!non ho capito bene,ma dove l'hai trovato?
ed effettivamente qui il muso e'un po'diverso dalla bozza vista precedentemente.
Chissa'che colori potrebbe avere avuto la carrozzeria...ma andiamo troppo avanti con la fantasia.
Ma se uno volesse fare una pazza elaborazione?


'sera

Armando

Autore:  Tito [ lunedì 2 novembre 2009, 23:43 ]
Oggetto del messaggio:  Re: e666 come sarebbe stata?

Del 666 vennero stilati tre progetti o meglio bozzetti.
ll primo era praticamente una 444 allungata, il secondo è il bozzetto in foto proposta da Libli II mentre il terzo citato da Benedetto aveva le cabine che poi vennero realizzate per le altrettanto sfortunate E491/2

altra cosa: è errato dire che il simulacro compì "qualche" corsa prova... il realtà macinò moltissimi chilometri sulla direttrice Firenze Roma Napoli e vv; l'unico problema era rappresentato dalla necessità di tornitura dei bordini ogni circa 30000 Km a causa dell'elevata lunghezza dell'interperno che portava la macchina ed essere troppo rigida nonostante il fatto che il passo del carrello venne accorciato da 4600mm a 4200mm e quindi troppo aggressiva nei confronti dell'armamento.

ciaociao
:shock: :shock: :shock:

Pagina 1 di 7 Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]

Duegi Editrice - Viale Francia, 7, 35020 Ponte S. Nicol (PD). Italy - Tel. 049.711.363 - Fax 049.862.60.77 - duegi@duegieditrice.it - shop@duegieditrice.it
Direttori di testata: Gianfranco Berto - Franco Tanel. Registro Operatori della Comunicazione n 1199. Partita iva IT 01116210293 Tutti i diritti riservati Duegi Editrice