Oggi è lunedì 19 ottobre 2020, 17:03

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 561 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6 ... 38  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: (D)
MessaggioInviato: sabato 30 ottobre 2010, 13:56 
Non connesso

Iscritto il: domenica 15 luglio 2007, 9:46
Messaggi: 6037
Località: Trieste
Non so se sia una malignità ma... era fatto bene perchè principalmente destinato al mercato tedesco? :?
Lo dico perchè non è un caso isolato: ho visto ottimi modelli Lima di mezzi tedeschi, anche più vecchi di quello!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: (D)
MessaggioInviato: domenica 31 ottobre 2010, 15:11 
Non connesso

Iscritto il: domenica 13 settembre 2009, 10:14
Messaggi: 500
Località: piemonte
Ciao!
Il mio primo trenino "serio" è stato una scatola di avvio Marklin con loco 3000 e tre carri merci, nel lontano (sigh) 1959.
Perciò la maggior parte del mio parco è DB, anche se non manca la classica E424 datata anni '60.
Anche il plastico è rimasto ambientato in Germania, anche quello che sto facendo da una decina d'anni in qua: zona della Ruhr.

Mi piace riprodurre convogli reali, soprattutto merci per l'epoca V-VI, ma ho delle scorribande in epoca III per le loco a vapore (stupende) e i grandi treni dell'epoca fino alla rete TEE.

Qualche anno fa ho raccolto, soprattutto su internet, i pezzi originali di fine anni '50 per il rapido Gambrinus:
- loco V200 006 art. 3021 , primissima serie con solo due fanali illuminati, anni fra il 1957 e il '59
- vettura ristorante art. 4024, in lamierino con finestrini tranciati e cellofane, 24 cm., anno circa 1959
- 3 vetture di prima art. 4027, anche queste in lamierino con i finsetrini tranciati e cellofane, 24 cm., anno circa 1959

tutto non perfetto ma in discreto stato e funzionante (d'altra parte hanno oltre 50 anni!)
Allegato:
Commento file: il mio Gambrinus 1959
GAMBRINUS_1.jpg
GAMBRINUS_1.jpg [ 141.69 KiB | Osservato 4092 volte ]

Nella foto si vede anche la mia 3000 originale, già rielaborata da me una quarantina d'anni fa, e riattivata quasi vent'anni or sono con nuovo rotore del motore dopo qualche anno di inattività.

Per confronto, una foto dell'originale del 1956:
Allegato:
Commento file: il Gambrinus vero 1956 presso il Reno
F34Gambrinus1956_750.jpg
F34Gambrinus1956_750.jpg [ 124.64 KiB | Osservato 4092 volte ]

Ciao, Fulvio


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: (D)
MessaggioInviato: domenica 31 ottobre 2010, 18:23 
Non connesso

Iscritto il: domenica 15 luglio 2007, 9:46
Messaggi: 6037
Località: Trieste
Il V 200...(sguardo sognante) io dico solo "peccato che ne ho solo tre!" :mrgreen:
Siccome il progetto collettivo "di casa nostra" (SV) è sulla via di un miserevole fallimento (che sia vero "meglio solo che male accompagnato"?) ho pensato di riprendere il vecchio progetto di un piccolo porto, tipo della zona tedesca del Mare del Nord o del Baltico, vista la "buona scorta" di materiale trainante e trainato adeguato. Lì è possibile che un porto sia servito dalla ferrovia... da noi non è detto! :roll:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: (D)
MessaggioInviato: domenica 31 ottobre 2010, 23:34 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 24 dicembre 2007, 16:05
Messaggi: 951
Località: Quinto di Treviso
Salve amici teutonicofili,mi interessa molto l'argomento delle DB,anche se in realtà mi sono sempre più interessate le carrozze rispetto alle locomotive,visto che si parlava di composizioni posto questa foto molto bella che ho trovato girando in rete ma che non sapevo altrimenti dove mettere.
Si tratta del treno D468,non chiedetemi che percorso aveva questo treno perchè non lo so(anzi se qualcuno sa dirlo...),siamo nel 1984,in composizione abbiamo una bella compilation di carrozze DB,dietro la 111 100:
1 )BDms 272-seconda classe mista bagagliaio con finestrini da 1 m e porte a battente-livrea verde
2 )ABm 225-livrea OB(Ozeanblau-Beige)definitiva
3 )Bm 233 o 238-finestrini da 1 m e porte Mielich-livrea OB d'origine(telaio nero)
4 )Bm 234-livrea OB definitiva
5 )BRbumh 282.1-traformazione di un 282-seconda classe mista bar.livrea OB d'origine

della BRbumh 282.1 esistevano solo 2 esemplari:51 80 85-40 012 e 015.

Ciao,Piero.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: (D)
MessaggioInviato: lunedì 1 novembre 2010, 10:21 
Non connesso

Iscritto il: martedì 1 agosto 2006, 21:43
Messaggi: 327
Località: FE
Ciao snajper,
per quanto riguarda LIMA, era il periodo in cui stava virando dal "giocattolo" al modello ed effettivamente anche a me sembrava ci fosse una certa differenza qualitativa, inizialmente.
Ma cominciavano a uscire anche bei modelli italiani.
Una cosa strana è che la ETA 150 con motore G pesa quasi 80 grammi più di una ALn668 cardanica della stessa LIMA di qualche anno dopo. Forse le hanno messo una zavorra notevole per un migliore contatto ruota-rotaia.
Rodolfo


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: (D)
MessaggioInviato: lunedì 1 novembre 2010, 10:45 
Non connesso

Iscritto il: martedì 1 agosto 2006, 21:43
Messaggi: 327
Località: FE
Ciao a tutti,
bella la definizione di "teutonicofili" data da Little Earnings.
Agli inizi degli anni 90 si trovava anche questa bella (secondo me) automotrice BR185 della DR, con il suo rimorchio BR 195:

Immagine
I particolari risentono dell'epoca, troppo grossi, ma tutto sommato a me piacevano.
Immagine
Le testate hanno i fanali di forma diversa, i carrelli sono ben dettagliati
Immagine
Ho inserito i personaggi e l'illuminazione interna (ROCO adattata)
Immagine
Invece l'inversiore luci era già di serie
Immagine
Uploaded with ImageShack.us
Con una piccola opera di revisione (sostituzione mancorrenti, sostituzione di un respingente rotto, ahimè, per una caduta e una leggera sporcatura) penso che potrà ancora migliorare.
Saluti a tutti


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: (D)
MessaggioInviato: giovedì 4 novembre 2010, 19:15 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 24 marzo 2010, 19:31
Messaggi: 2121
Località: Roma
Ciao amici.
Impossibile rinunciare a qualche macchina tedesca.
Il problema è che l'appetito viene mangiando ....
La picconata che aprì la breccia sul muro italico fu la "Cariboni" di Roco.
Poi, sempre di Roco venne la seconda picconata : Ae 6/8 BLS (lato Svizzera)
Poi di Rivarossi la CC 7131 Sncf (lato Francia) ...... gli invasori avevano ormai rotto le linee !!!!
Elenco delle macchine tedesche:

Epoca II DRG
Liliput Br 05 (mimetica made in Austria)
Lemke Br 05 (semicarenata versione anni '40)
Lemaco Br 17
Lemke Br 62
Rivarossi Br 77
Fleischmann Br 89 (T3)
Brawa Kof (II serie)
Brawa E 95

Epoca III DB
Micro Metakit Br 03
Liliput Br 05 (made in Austria - elaborata con bordini ribassati, carbone vero e varie migliorie)
Lemke Br 18 - 201 (DR)
Lenz V 36

Epoca IV - V
Roco E 103
Lemaco 211 (ocean - blau)

Inserisco nella lista anche queste due macchine nella livrea privata:
Roco 1116 (Taurus Siemens Dispolok)
Mehano G2000 Vossloch


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: (D)
MessaggioInviato: venerdì 5 novembre 2010, 11:12 
Non connesso

Iscritto il: domenica 15 luglio 2007, 9:46
Messaggi: 6037
Località: Trieste
Anche i produttori di area tedesca certe volte producono modelli che vanno male?
A me è capitato solo con due locomotive Roco: la 160 (E 60), in cui le ruote, evidentemente mal montate, hanno causato lo spianamento in breve tempo degli ingranaggi, e la BR 44, anche lì per montaggi delle bielle mal fatti.
Da modelli propriamente fatti in Germania non ho mai avuto problemi.
Recentemente ho comprato una piccola locomotiva industriale Fleischmann 7000, un modello semifantasioso, fermo sicuramente da più d'un anno anche se conservato in scatola: Ebbene, appena data corrente si è mosso in maniera impeccabile. Dico fermo da più di un anno perchè penso di sapere di chi era stato.
Io posso parlare solo per la N. Con una eccezione: nel 1999 avevo comprato per 10000 lire (cioè circa 5 euri) una loco a cremagliera Fl. in H0 che era rimasta in una cantina (a detta del venditore) per almeno quindici anni. Una pulitina, una riverniciata e un restauro come 169 DB verde, ma nulla più di una lubrificata alla meccanica ed ha funzionato subito di nuovo. Ah, il modello deve avere almeno trent'anni se non di più. Anch'io ho subito il fascino di quella minuscola locomotiva. (So che la facevano anche in N, ma è introvabile :( )


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: (D)
MessaggioInviato: venerdì 5 novembre 2010, 23:28 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 24 dicembre 2007, 16:05
Messaggi: 951
Località: Quinto di Treviso
A chi piacciono le BR 103 :lol: ?

Beccatevene un po' qui:
http://www.youtube.com/watch?v=VpNBOxT4qWg

Si comincia coll'IC 611 Gutenberg,abbiamo la 103 171(una cab corta quindi)e dietro:
-Bm 235
-Bm 235
-Am 203.1
-Bm 235
-Bpmz 291/292
-Bpmz 291/292
-Bpmz 291/292
-Bm 235
-Bm 235
-WRmz 135
-Avmz 111
-Avmz 111
-Avmz 111
-Apmz 122

Avanti poi con l'intercity 723 Heinrich der Loewe,compo non molto dissimile
-103 2xx(cabina corta)
-Bm 235
-Bpmz 291/292
-Bpmz 291/292
-Bpmz 291/292
-Bm 235
-Bm 235
-ARmz 211
-Avmz 207
-Avmz 207
-Apmz 121

notare subito dopo la bella BR 110 in livrea blu...
Siamo ancora negli anni'80 per ciò tutte le carrozze di prima classe e le ristoranti sono ancora in livrea beige-rosso,mentre l'Ozeanblau nelle carrozze da 200 era appannaggio delle seconde(escludendo la Am 203.1)

dopo il veloce transito al PL con un'altra 103,mi sembra sempre cab corta con:
-4x Bpmz 291/292
-2x Bm 235
-WRmz 135
-2x Avmz 111
-Apmz 122

Poi ancora 103 indecifrabile con EC Loetschberg con:
-Avmz 111 livrea beige-rosso
-Avmz 207 livrea beige-rosso
-Apmz 121 livrea orientrot-viola-bianco
-Avmz 111 livrea orientrot-viola-bianco
-WRmz 135 livrea beige-rosso
-2x Bm 235 livrea OB
-2x Bpmz 291 livrea OB
-Bm 235 livrea OB
-2x Bpmz 291/292 livrea OB
-Bm 235 livrea OB

Infine un inseguimento nella valle del Reno con una 103 sempre cab corta e IC con:
-Avmz 107
-Apmz 121
-Avmz 111
-ARmz 211
-Bm 235
-3x Bpmz 291/292
-4x Bm 235


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: (D)
MessaggioInviato: domenica 7 novembre 2010, 9:23 
Non connesso

Iscritto il: domenica 15 luglio 2007, 9:46
Messaggi: 6037
Località: Trieste
I "treni di agenzia" credo di sapere cosa siano (dei "charter su rotaia"). Ma qualcuno sa più o meno che vetture siano usate? O siano state usate.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: (D)
MessaggioInviato: domenica 7 novembre 2010, 15:23 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 24 dicembre 2007, 16:05
Messaggi: 951
Località: Quinto di Treviso
I treni d'agenzia solitamente erano notturni(almeno nella maggior parte delle foto che ho visto),quindi con cuccette(ma quasi mai con letti),di solito non mancava la ristorante e ancora più immancabile la Gesellschaftwagen,la vettura salone...che cosa sono le Gesellschaftwagen?A breve cercherò di fare un resoconto :wink: anche di carrozze ristorante ce n'erano alcuni tipi usati solo nei treni d'agenzia(stiamo parlando qui degli anni '70-'80,ora purtroppo di ristorante presso le DB ne è rimaste veramente poche...).
Ora purtroppo vado di fretta,stasera cerco di cominciare a trattare per bene l'argomento :wink: ...


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: (D)
MessaggioInviato: domenica 7 novembre 2010, 16:23 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 12 gennaio 2006, 15:04
Messaggi: 1237
Località: Genova
Le Gesellschaftwagen corrispondono alle Treffwagen TUI, giusto?

riuniti saluti :)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: (D)
MessaggioInviato: lunedì 8 novembre 2010, 0:54 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 24 dicembre 2007, 16:05
Messaggi: 951
Località: Quinto di Treviso
Eh in realtà è un argomento ben più vasto :lol: ...la TUI era un'agenzia che aveva proprie carrozze,soprattutto cuccette ma anche delle ristoranti,le Gesellschaftwagen erano e sono un'altra cosa,sono delle vetture salone;non mi è mai stato del tutto chiaro il loro utilizzo,ma penso fossero principalmente delle vetture destinate alle comitive(gesellschaftwagen dovrebbe voler dire qualcosa del tipo "vettura societaria"...).Queste carrozze non erano di proprietà di agenzie private ma allestite dalle stesse DB,e la cosa bella è che ne avevano a iosa e di un sacco di tipi differenti(infatti mi sono sempre chiesto se veramente fossero tutte così necessarie...evidentemente in Deutschland si effettuavano un sacco di treni d'agenzia...).
Qui un'immagine,la prima a caso che ho trovato di una Gesellschaftwagen,in questo caso una WGm 840,che tra tutti penso fosse il gruppo più numeroso di Gesellschaft(ben 40 esemplari).
Per adesso purtroppo il tempo a quest'ora di tarda notte è tiranno,non riesco stasera a fare una panoramica dei gruppi,intanto per quanto riguarda u n esempio di composizione beccatevi questa immagine(scatto di Rolf Koestner)di un treno d'agenzia Osnabruck-Bielefeld del 1983.
Abbiamo una bella 221 DB(possibile che nell'83 fosse ancora in servizio regolare?)seguita da:
-Bagagliaio Dms
-Gesellschaftwagen WGm 840(sempre dello stesso tipo della foto sopra)
-7x cuccette Bcm DB(secondo la didascalia sono tutte Bcm 244,io non vedo bene)
Tutto in livrea Ozeanblau-beige tranne 2 cuccette in vecchia livrea blu.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: (D)
MessaggioInviato: lunedì 8 novembre 2010, 1:28 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 12 gennaio 2006, 15:04
Messaggi: 1237
Località: Genova
Little Earnings ha scritto:
(...) gesellschaftwagen dovrebbe voler dire qualcosa del tipo "vettura societaria" (...)
La parola "gesellschaft" si traduce con "compagnia" con le stesse varianti di significato presenti in italiano: potrebbe significare anche "carrozza intrattenimento". Bisognerebbe sapere cosa si faceva su queste carrozze: incontri aziendali, tombole di famiglia, tornei di bunga-bunga?

intraducibili saluti :wink:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: (D)
MessaggioInviato: lunedì 8 novembre 2010, 13:16 
Non connesso

Iscritto il: domenica 15 luglio 2007, 9:46
Messaggi: 6037
Località: Trieste
Little Earnings ha scritto:
Abbiamo una bella 221 DB(possibile che nell'83 fosse ancora in servizio regolare?)

Le 221 sì: le radiazioni sono iniziate dopo il 1985 e non poche erano ancora funzionanti nel 1990.


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 561 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6 ... 38  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot], salva65, Superparallelo e 32 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  

Duegi Editrice - Viale Francia, 7, 35020 Ponte S. Nicolò (PD). Italy - Tel. 049.711.363 - Fax 049.862.60.77 - duegi@duegieditrice.it - shop@duegieditrice.it
Direttori di testata: Gianfranco Berto - Franco Tanel. Registro Operatori della Comunicazione n° 1199. Partita iva IT 01116210293 Tutti i diritti riservati Duegi Editrice