Oggi è lunedì 22 ottobre 2018, 9:01

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 10 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: tecnotren
MessaggioInviato: lunedì 8 novembre 2010, 20:01 
Non connesso

Iscritto il: domenica 23 dicembre 2007, 19:41
Messaggi: 15
Buonasera vorrei sapere come funzionano i modelli di tecnotren(principalmente le vaporiere di ultima produzione).
Grazie


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: tecnotren
MessaggioInviato: lunedì 8 novembre 2010, 20:03 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 12 gennaio 2006, 8:53
Messaggi: 4119
Località: Bruschi
Non vorrei dire idiozie e se sbaglio...cazziatemi, ma Tecnotren non ha più fatto un modello da almeno 12 anni e in giro si rtovano ancora dei kit che , nonostante l'età , erano molto ben progettati...
saluti


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: tecnotren
MessaggioInviato: lunedì 8 novembre 2010, 21:05 
Non connesso

Iscritto il: domenica 10 ottobre 2010, 13:17
Messaggi: 160
Di tecnotrn mi ricordo un E636 comparato al Roco. Il funzionamento era regolare buona forza di trazioneanche se asimmetrica avanti-indietro e l' assorbimento di corrente elevato.In definitiva era leggermente meno buono del Roco.Altro non mi ricordo. saluti.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: tecnotren
MessaggioInviato: lunedì 8 novembre 2010, 21:34 
Non connesso

Iscritto il: domenica 23 dicembre 2007, 19:41
Messaggi: 15
Grazie ma delle vaporiere 735,670 e 470 nessuno le ha mai provate o visto funzionare?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: tecnotren
MessaggioInviato: lunedì 8 novembre 2010, 22:29 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 18 gennaio 2006, 1:10
Messaggi: 301
Località: Bra (CN)
735 e 895, gli ultimi prodotti, buone meccaniche per prodotti in fotoincisione specialmente se paragonati alla concorrenza. Di messa a punto non facilissima (io conosco i kit) per cui credo che i montaggi ufficiali siano molto diversi uno dall'altro. Se montati a dovere possono andare sorprendentemente bene.
670 e 470, più vecchie, non so. Ho avuto in mano anni fa una 470 di un amico. Era un modello grossolano, tutto fatto di fusioni - anche dove sarebbero servite pareti sottili - che pesava un chilo. Sotto tensione non riusciva nemmeno a muoversi; devo però precisare che era un modello uscito da una vetrina dove per dieci anni non si era più mosso.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: tecnotren
MessaggioInviato: lunedì 8 novembre 2010, 23:08 
Non connesso

Iscritto il: martedì 7 luglio 2009, 0:52
Messaggi: 4136
Località: San Germano Vi/Cropani Marina Cz
Riccardo ha ragione.Sono in possesso di un 470 d'occasione...Pesa un chilo,e'in alcuni punti esteticamente un po'grossolano ma il funzionamento,nel mio esemplare, ha la piena sufficienza,forse un po'rumoroso.
Comunque in vetrina fa la sua discreta figura.Certo il Top train o il MM sono ben altro,ma le mie tasche hanno potuto permettermi appunto questo Tecnotrain pagato qualche anno fa 250 eurozzi.
Quindi un buon rapporto prezzo qualita'.
Della 735 se non erro,appunto su progetto Tecnotren,mi pare che un paio di anni fa fosse stata riproposta riveduta e corretta a standard attuali, ma a dire il vero non so se sia stata commercializzata e non ricordo da chi.

ciao Armando


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: tecnotren
MessaggioInviato: martedì 9 novembre 2010, 13:52 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 16 novembre 2009, 13:59
Messaggi: 103
Località: Roma
Ho appena sistemato una 470 e devo dire che Armando e Riccardo hanno ragione, è una macchina con qualche parte grossolana ma comunque d'effetto. Il carro è su base Fleischmann ma con l'asse intermedio privato del bordino tramite tornitura. Ho notato che l'assemblaggio della mia è abbastanza approssimativo e ho tribolato un po' a raddrizzare alcune parti non proprio perfette.
Il problema più grosso è che la trasmissione si basa sui vecchi ingranaggi dei motori Lima G quindi soggetti a rotture e crepe anche perchè il calettamento del rinvio sull'asse è abbastanza forzato. Il motore è un 5 poli di buona qualità. La macchina "zoppica" un pochino ma probabilmente lavorando sul calettamento e la quartatura degli assi si risolve.
Il mio esemplare presenta una specie di crettatura della verniciatura, con un effetto ragnatela simile alla peste dello zama. Però è sicuramente un problema di vernice, in quanto la caldaia e la cabina della macchina sono in ottone e quindi immuni a reazione strane...
In definitiva è un bel modello che però risente chiaramente del peso degli anni. Se vi interessa posso pubblicare qualche fotina sul forum.
Ciao!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: tecnotren
MessaggioInviato: martedì 9 novembre 2010, 14:45 
Non connesso

Iscritto il: sabato 10 ottobre 2009, 10:41
Messaggi: 75
Località: Parma
La 735 Tecnotren è un bel modello .Il kit risulta piuttosto impegnativo nel montaggio. L'unico difetto di questa locomotiva sono le ruote del tender in quanto la larghezza non corrisponde alle norme NEM per cui risultano leggermente più strette e nei cuori degli scambi la ruota cade dentro la gola.Per questo motivo li ho dovute sostituire con altre ruote sempre in ottone con larghezza pari a 2,8 mm. Il funzionamento è buono con un minimo discreto ma ultimamente gli ho installato un decoder Esu ed ora funziona ottimamente.
Paolo


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: tecnotren
MessaggioInviato: mercoledì 10 novembre 2010, 14:55 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 18 gennaio 2006, 1:10
Messaggi: 301
Località: Bra (CN)
Sperimentalmente, il fatto che le ruote abbiano uno spessore inferiore al NEM, non porta scompensi se di concerto la distanza interna viene aumentata oltre il massimo (sempre NEM) di 14,5 mm.
Io per i miei modelli (tutti con ruote abbondantemente sotto allo spessore di norma) scelgo una distanza interna tra le facce di 14,8 mm., a volte 14,7, e non danno problemi su nessun deviatoio o binario commerciale.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: tecnotren
MessaggioInviato: mercoledì 10 novembre 2010, 19:42 
Non connesso

Iscritto il: sabato 10 ottobre 2009, 10:41
Messaggi: 75
Località: Parma
Ho provato anch'io a fare questa prova ma accadeva che il bordino scavalcava il cuore con deragliamento ! Purtroppo ,l'unica soluzione è sostituire gli assali oppure ricostruire al tornio i cerchioni per ottenere la quota pari a 2,5 o più.
Paolo


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 10 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: staccionata e 25 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  

Duegi Editrice - Viale Francia, 7, 35020 Ponte S. Nicolò (PD). Italy - Tel. 049.711.363 - Fax 049.862.60.77 - duegi@duegieditrice.it - shop@duegieditrice.it
Direttori di testata: Gianfranco Berto - Franco Tanel. Registro Operatori della Comunicazione n° 1199. Partita iva IT 01116210293 Tutti i diritti riservati Duegi Editrice