Oggi è domenica 9 agosto 2020, 6:35

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 855 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 50, 51, 52, 53, 54, 55, 56, 57  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Novità HORNBY
MessaggioInviato: giovedì 25 giugno 2020, 8:27 
Non connesso

Iscritto il: domenica 15 luglio 2007, 9:46
Messaggi: 5929
Località: Trieste
Ho aggiustato uno come quello, solo il telone era di un colore circa ocra. Avevo montato il portaganci e rifatto in lamierino lo snodo che si era rotto.
Adesso, in ritardo, so che in realtà l'asse centrale è fisso su uno dei due elementi (come una mensola) e lo snodo è nel punto in cui poggia l'altro. Ma non vado a cambiare nulla, adesso: dopo riparato circola ancora bene...


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Novità HORNBY
MessaggioInviato: giovedì 25 giugno 2020, 10:28 
Non connesso

Iscritto il: domenica 3 gennaio 2010, 20:36
Messaggi: 8279
Località: la citta' della 3 t: torri, tortellini e ...
Funkytarro ha scritto:
Ciao!
Il carro della Electrotren con il telone di stoffa sarebbe stato molto più corrispondente all'originale Ariston essendo dotato di 3 assi e snodo centrale:
Allegato:
bd2a1894-00e9-493a-bed6-13492daf9443.jpg

Se venisse rimaneggiato quello stampo lì, dotandolo di teloni meno giocattoleschi potrebbero ottenere modelli interessanti.

Antonio


Ciao Antonio,
quel vecchio modello Electrotren e', piu' che vecchio, antico…
La prima volta che l' ho visto fisicamente correvano gli anni '82-'83...
Teoricamente e' un modello interessante, in quanto, a mia conoscenza, non e' mai stato prodotto da nessun altro.
Da appassionato "onnivoro" di carri merci, piu' volte in passato sono stato tentato all' acquisto, ma quei teloni in tessuto sintetico per renderli apribili non si possono guardare…
Molto meglio sarebbero stati in plastica stampata e non apribili…
Al di la' di una eventuale produzione simil FS Ariston-Indesit il modello sarebbe di suo interessante. Anche in livrea neutra con immatricolazione non FS, purche' con marcature RIV.
Inserito in un convoglio di Rils sarebbe carinissimo.
Invece e' uno dei pochi carri di cui Electrotren pare avere cessato definitivamente la produzione.
Come i 2 ed i 3 pere FS. Ausiliare ( i 2 pere ) ed Ausiliare e GRP ( i 3 pere ). Furono una meteora, prodotti per pochissimo tempo e poi cessati di produzione.
Saluti "carristi"
Stefano.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Novità HORNBY
MessaggioInviato: giovedì 25 giugno 2020, 19:37 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 19 luglio 2018, 18:19
Messaggi: 547
interessanti questi carri, che nel corso del tempo si sono visti in diverse varianti e livree.
non mi esprimo in quanto non sono un esperto,
ma vorrei sapere cosa ne pensa quell'utente che ha semrpe la verità in tasca e che non ho ancora sentito, inspiegabilmente, fiatare.
già che ci siamo, vorrei anche l'illustre parere di chi ha frequentato, immagino con successo, il Ginnasio


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Novità HORNBY
MessaggioInviato: giovedì 25 giugno 2020, 23:08 
Non connesso

Iscritto il: sabato 14 gennaio 2006, 18:32
Messaggi: 441
Località: Palermo
aln668.1700 ha scritto:
interessanti questi carri, che nel corso del tempo si sono visti in diverse varianti e livree.
non mi esprimo in quanto non sono un esperto,
ma vorrei sapere cosa ne pensa quell'utente che ha semrpe la verità in tasca e che non ho ancora sentito, inspiegabilmente, fiatare.
già che ci siamo, vorrei anche l'illustre parere di chi ha frequentato, immagino con successo, il Ginnasio




Minchia, questo si che è un intervento utile.......


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Novità HORNBY
MessaggioInviato: venerdì 26 giugno 2020, 6:03 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 19 luglio 2018, 18:19
Messaggi: 547
vuoi aprire un topic con tutti gli interventi utili presenti sul forum ?
così vediamo chi ne ha di più


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Novità HORNBY
MessaggioInviato: venerdì 26 giugno 2020, 7:50 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 22 gennaio 2018, 20:10
Messaggi: 94
Magari staranno preparando un'approfondita disanima che pubblicheranno nel topic dedicato ai modelli di fantasia.
P.s. Hornby ha fatto benissimo a produrre questi carri che sono un gradino sotto la definizione di simulacri.
Sanno di poter contare innanzitutto sugli appassionati italiani che tanto comprano qualsiasi cosa venga propinata loro basta che sia marcata FS ma anche su un folto gruppo di ascari che, nonostante sia un profondo scopritore di difetti per altri marchi, in questi casi si ammutolisce! Probabilmente finiscono i giga dell'offerta telefonica e non possono connettersi.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Novità HORNBY
MessaggioInviato: venerdì 26 giugno 2020, 7:53 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 10 settembre 2014, 22:10
Messaggi: 1126
Mario Li Vigni ha scritto:
aln668.1700 ha scritto:
interessanti questi carri, che nel corso del tempo si sono visti in diverse varianti e livree.
non mi esprimo in quanto non sono un esperto,
ma vorrei sapere cosa ne pensa quell'utente che ha semrpe la verità in tasca e che non ho ancora sentito, inspiegabilmente, fiatare.
già che ci siamo, vorrei anche l'illustre parere di chi ha frequentato, immagino con successo, il Ginnasio




Minchia, questo si che è un intervento utile.......

Per favore non rispondere più. Stiamo cercando di fare attorno a lui e a l'utonto terra bruciata. Grazie per la collaborazione, Rob


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Novità HORNBY
MessaggioInviato: venerdì 26 giugno 2020, 8:46 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 18 giugno 2018, 15:56
Messaggi: 243
Funkytarro ha scritto:
Il modello non è altro che la ricoloritura di un carro spagnolo (Lis) prodotto circa mille anni fa dalla Electrotren.

Ciao!
In realtà credo che abbiano utilizzato come base lo stesso carro Kils (Sncf) che è appena uscito a marchio Jouef. Questo sì accettabile.
L'accoppiata FS invece è proprio inventata.

Mauro.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Novità HORNBY
MessaggioInviato: venerdì 26 giugno 2020, 9:16 
Non connesso

Iscritto il: domenica 2 aprile 2006, 9:33
Messaggi: 1774
Località: Ventimiglia
Ciao!
Anche il carro Kils SNCF è una ricoloritura del carro spagnolo, però in questo caso ci può stare perche anche al vero i carri sono molto simili. Rispetto al reale il modello Electrotren soffre un po' dell'eccessiva altezza dal piano del ferro, bisognerebbe provare a dotarlo di assi con ruote più piccole...
Il carro spagnolo originario (Lis) è questo qui:
Allegato:
251_mercancias_H0_toldo_deslizante_tipo_Lis_transfesa_renfe_electrotren6526K_003.jpg
251_mercancias_H0_toldo_deslizante_tipo_Lis_transfesa_renfe_electrotren6526K_003.jpg [ 90.66 KiB | Osservato 1316 volte ]

Ed ecco il suo corrispondente reale:
Allegato:
Lis.jpg
Lis.jpg [ 20.43 KiB | Osservato 1316 volte ]

Di tale carro posseggo un modello che era addirittura privo di innesto NEM per i ganci, quindi si può immaginare da quanti anni sia in produzione!

Il carro Kils SNCF al vero è fatto così:
Allegato:
b306-08.jpg
b306-08.jpg [ 49.92 KiB | Osservato 1310 volte ]

Il modello Electrotren/Jouef non è proprio corrispondente ma quantomeno ci somiglia. Anche in questo caso andrebbe abbassato e andrebbero modificate le tabelle nel sottocassa...

Antonio


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Novità HORNBY
MessaggioInviato: venerdì 26 giugno 2020, 9:30 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 18 giugno 2018, 15:56
Messaggi: 243
Sì, hai ragione.
Questo è il Kils che stavo confrontando:
http://www.photos-ferroviaires.fr/index ... tegory/589

Sembrava passabile per le testate, ma in effetti il sottocassa non torna. Come non torna il numero stesso delle centine del telone. Oltre al fatto di doverlo abbassare correttamente. Magari si guadagnerebbe l'allineamento dei respingenti, visto che i modelli Electrotren li hanno tendenzialmente più alti.
Peccato.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Novità HORNBY
MessaggioInviato: venerdì 26 giugno 2020, 9:32 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 12 gennaio 2006, 8:53
Messaggi: 4949
Località: Bruschi
Una delle tante ricoloriture di un qualcosa che ci assomiglia ma non è...
I dubbi sono sulla lunghezza, il modello sembra ben più corto , ma non avendolo in mano ( e non lo avrò di sicuro) qualcuno ne può dire di più.
Forse , con tanta buona volontà e manualità potrebbe essere una base per una elaborazione...
saluti


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Novità HORNBY
MessaggioInviato: venerdì 26 giugno 2020, 17:12 
Non connesso

Iscritto il: domenica 3 gennaio 2010, 20:36
Messaggi: 8279
Località: la citta' della 3 t: torri, tortellini e ...
Funkytarro ha scritto:
Ciao!
Anche il carro Kils SNCF è una ricoloritura del carro spagnolo, però in questo caso ci può stare perche anche al vero i carri sono molto simili. Rispetto al reale il modello Electrotren soffre un po' dell'eccessiva altezza dal piano del ferro, bisognerebbe provare a dotarlo di assi con ruote più piccole...
Il carro spagnolo originario (Lis) è questo qui:
Allegato:
251_mercancias_H0_toldo_deslizante_tipo_Lis_transfesa_renfe_electrotren6526K_003.jpg

Ed ecco il suo corrispondente reale:
Allegato:
Lis.jpg

Di tale carro posseggo un modello che era addirittura privo di innesto NEM per i ganci, quindi si può immaginare da quanti anni sia in produzione!
...
Antonio


Sottolineo che il Lis Renfe - Transfesa e' marcato RIV e, percio', atto al servizio internazionale.
Come Antonio ho la passione per i carri internazionali. Ne possiedo un paio pure io…
Come modello a me non spiace affatto, anche se e' non puo' dirsi che abbia dettagli "fini", anzi l' esatto contrario.
D' altro canto lo stile costruttivo dei carri Electrotren Spagna ( ossia prima dell' acquisizione da parte del gruppo Hornby ) era molto solido, ottimo per i plasticisti, molto meno per i vetrinisti che prediligono l' iperdettaglio.
Un saluto
Stefano.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Novità HORNBY
MessaggioInviato: venerdì 26 giugno 2020, 17:32 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 13 aprile 2007, 10:51
Messaggi: 889
In questa famiglia di carri si può (fatto di persona) tagliare le testate dal telaio, mantenerle solidali al telone e rimontare il carro con i respingenti più in basso, il supporto NEM a filo della traversa anteriore dei respingenti, il telone in parte coprente le tabelle e completamente il telaio. Migliora
Ad esempio Antonio (Funkytarro) mi pare abbia fatto "di peggio" come elaborazioni....


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Novità HORNBY
MessaggioInviato: sabato 27 giugno 2020, 20:36 
Non connesso

Iscritto il: martedì 25 novembre 2014, 21:02
Messaggi: 41
Funkytarro ha scritto:
Ciao!
Il carro della Electrotren con il telone di stoffa sarebbe stato molto più corrispondente all'originale Ariston essendo dotato di 3 assi e snodo centrale:
Allegato:
bd2a1894-00e9-493a-bed6-13492daf9443.jpg

Se venisse rimaneggiato quello stampo lì, dotandolo di teloni meno giocattoleschi potrebbero ottenere modelli interessanti.

Antonio


Ciao, intanto in scala N qualcuno si è mosso col Lails Ariston Indesit, con parecchie varianti, c'è anche l'Ausiliare.
Avevo parlato con Ramunno di Pirata per una riproduzione in scala H0, chissà.
Aldo
Allegato:
20200627_210314.jpg


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Novità HORNBY
MessaggioInviato: sabato 27 giugno 2020, 20:40 
Non connesso

Iscritto il: martedì 25 novembre 2014, 21:02
Messaggi: 41
Allegato:
20200627_210314.jpg
20200627_210314.jpg [ 122.24 KiB | Osservato 801 volte ]


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 855 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 50, 51, 52, 53, 54, 55, 56, 57  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: gfqgi, Google [Bot], Majestic-12 [Bot] e 99 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  

Duegi Editrice - Viale Francia, 7, 35020 Ponte S. Nicolò (PD). Italy - Tel. 049.711.363 - Fax 049.862.60.77 - duegi@duegieditrice.it - shop@duegieditrice.it
Direttori di testata: Gianfranco Berto - Franco Tanel. Registro Operatori della Comunicazione n° 1199. Partita iva IT 01116210293 Tutti i diritti riservati Duegi Editrice