Oggi è giovedì 9 aprile 2020, 10:57

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 20 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Traffico merci con la Gran Bretagna
MessaggioInviato: giovedì 17 gennaio 2019, 10:36 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 25 novembre 2011, 19:13
Messaggi: 1478
Località: Trieste
Buongiorno.

Del traffico ferroviario con la Gran Bretagna se ne è parlato varie volte: diversi carri del parco FS avevano e hanno le caratteristiche tecniche (sagoma limite e freno su tutte) per circolare sulla rete continentale e su quella, appunto, della Gran Bretagna. Alcuni modelli sono anche stati riprodotti, da artigiani e da produttori industriali.
Avrei una curiosità: carri BR sono mai venuti regolarmente in Italia? Se ho capito bene, nel tempo, alcuni carri BR sono stati attrezzati per il trasporto su traghetto e hanno ricevuto la marcatura RIV. Ma non vuol dire automaticamente che siano arrivati fin qui da noi e non ricordo foto che lo comprovino. Soprattutto mi interesserebbe la situazione in epoca III/IV.

Dite la vostra!
Ciao
Antonio


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Traffico merci con la Gran Bretagna
MessaggioInviato: giovedì 17 gennaio 2019, 23:54 
Non connesso

Iscritto il: martedì 25 novembre 2014, 21:02
Messaggi: 35
Bell'argomento, Antonio.

Può sembrare strano ma di carri BR se ne sono visti sui nostri binari, non so però se con regolarità o meno; anche negli ultimi anni convogli di vagoni ad esempio tipo Sfiss o portacontainer non erano così rari da osservare.

A chi volesse approfondire l'argomento carri BR riv consiglio vivamente (2G perdonami!) il libro di David Ratcliffe "International train-ferry wagons" con foto a colori anche di quelli FS in terra albionica negli anni 70-80.

Alcune riproduzioni modellistiche di quelli BR che potrebbero interessare sono di Bachmann ma in scala 00, possono andar bene con l'1/80.

Infine due fotine a supporto non guastano....... la prima di epoca III, una chicca, è di G. Ferro

saluti
Aldo


Allegati:
Hfs BR - foto G. Ferro.jpg
Hfs BR - foto G. Ferro.jpg [ 77.55 KiB | Osservato 2754 volte ]
Sfiss BR - Vercelli 26 sett. 2008.gif
Sfiss BR - Vercelli 26 sett. 2008.gif [ 85.54 KiB | Osservato 2754 volte ]
Sfiss BR -  Vercelli 26 sett. 2008.gif
Sfiss BR - Vercelli 26 sett. 2008.gif [ 85.13 KiB | Osservato 2754 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Traffico merci con la Gran Bretagna
MessaggioInviato: venerdì 18 gennaio 2019, 9:14 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 25 novembre 2011, 19:13
Messaggi: 1478
Località: Trieste
Buongiorno!

Grazie dell'intervento. E soprattutto grazie della foto di G.F. Ferro.
Segnalo qui di seguito la pagina in cui si parla di carri pre BR e BR atti al trasporto su traghetto e marcati RIV.

https://www.igg.org.uk/rail/4-rstock/04arstock9.htm

A metà pagina c'è (pare) anche il figurino del carro mostrato nella foto di GF Ferro.
Ho comunque cercato altre informazioni al riguardo: siccome la foto è stata salvata come Hfs, ho provato a vedere se esiste veramente un carro Hfs e -toh- esiste veramente un carro BR Hfs.

Maggiori dettagli qui

http://www.rmweb.co.uk/community/index. ... s-post-68/

All'interno del filetto ci sono anche il figurino e delle foto che mostrano alcuni dettagli interessanti: boccole RIV a rulli e respingenti simili ai tipo OCEM (strano...)
Cercando poi "hfs ferry van" salta fuori che i carri Hfs non erano una esclusiva delle BR ma erano presenti anche nel parco DB, SNCF, FS... fico! Le foto sono del Sig. Paul Bartlett.

Altri contributi?
Ciao e grazie
Antonio


Allegati:
C__Data_Users_DefApps_AppData_INTERNETEXPLORER_Temp_Saved Images_post-336-0-65309600-1408038531.jpg
C__Data_Users_DefApps_AppData_INTERNETEXPLORER_Temp_Saved Images_post-336-0-65309600-1408038531.jpg [ 106.73 KiB | Osservato 2662 volte ]
C__Data_Users_DefApps_AppData_INTERNETEXPLORER_Temp_Saved Images_post-336-0-44367200-1407956021.jpg
C__Data_Users_DefApps_AppData_INTERNETEXPLORER_Temp_Saved Images_post-336-0-44367200-1407956021.jpg [ 115.5 KiB | Osservato 2662 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Traffico merci con la Gran Bretagna
MessaggioInviato: venerdì 18 gennaio 2019, 11:31 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 25 novembre 2011, 19:13
Messaggi: 1478
Località: Trieste
Aaaaaaazzzzzzz!

Ho trovato gli album delle BR e anche alcuni album delle varie compagnie pre-nazionalizzazione a questo indirizzo

http://www.barrowmoremrg.co.uk/Prototype.html


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Traffico merci con la Gran Bretagna
MessaggioInviato: venerdì 18 gennaio 2019, 12:22 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 18 ottobre 2010, 10:39
Messaggi: 1060
Località: Sutri (VT)
Grazie Antonio, link utilissimo!!!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Traffico merci con la Gran Bretagna
MessaggioInviato: venerdì 18 gennaio 2019, 18:00 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 12 ottobre 2016, 10:50
Messaggi: 781
Bellissimo argomento!!!
Cercherò di trovare qualcosa in loco... :wink:

G


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Traffico merci con la Gran Bretagna
MessaggioInviato: venerdì 18 gennaio 2019, 19:51 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 25 novembre 2016, 10:13
Messaggi: 67
Località: Genoa
In un'altra foto dei carri a chiusura telescopica a Vercelli si vede la sigla KSAA sul telaio:

Immagine

É la sigla interna delle British Rail (sistema TOPS) e infatti cercando "KSAA wagon" con Google si trovano numerose immagini (anche di modelli), per esempio qui:

https://gingespotting.smugmug.com/Wagon ... /i-x7Kkg4T


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Traffico merci con la Gran Bretagna
MessaggioInviato: mercoledì 23 gennaio 2019, 18:47 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 14 febbraio 2014, 7:47
Messaggi: 31
Località: Liverpool, Inghilterra
Carro Ferry Van OO versione 1:76 fatta da Hornby. Molti disponibili usati. Numeri di catalogo R027, R738, R6773 per la versione marrone.

https://www.hattons.co.uk/164290/Hornby ... ed_0&_url=

Il produttore inglese Airfix ha prodotto un kit per un carro H0 Interfrigo. Ora è prodotto da Dapol.

https://www.dapol.co.uk/c042-interfrigo ... ed-van-575


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Traffico merci con la Gran Bretagna
MessaggioInviato: giovedì 24 gennaio 2019, 11:05 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 25 novembre 2011, 19:13
Messaggi: 1478
Località: Trieste
Grazie dei contributi.

Quindi al momento attuale abbiamo per certo un carro Hfs usabile in ambientazioni anni 60/70, e un carro a carrelli Sfiss per ambientazioni attuali.

Nessuna speranza che abbiano circolato carri più anziani tipo questi qua?

Ciao
Antonio


Allegati:
C__Data_Users_DefApps_AppData_INTERNETEXPLORER_Temp_Saved Images_pwferrywag.jpg
C__Data_Users_DefApps_AppData_INTERNETEXPLORER_Temp_Saved Images_pwferrywag.jpg [ 115.18 KiB | Osservato 2062 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Traffico merci con la Gran Bretagna
MessaggioInviato: giovedì 24 gennaio 2019, 11:38 
Non connesso

Iscritto il: martedì 15 agosto 2006, 12:09
Messaggi: 3319
Dylan ha scritto:
...Il produttore inglese Airfix ha prodotto un kit per un carro H0 Interfrigo. Ora è prodotto da Dapol.

https://www.dapol.co.uk/c042-interfrigo ... ed-van-575

"Home » Shop » Model Accessories » Self-Assembly 'OO' Kits » C042 Interfrigo Referigated Van"
Direi che il carro non è in H0...
Per i modelli inglesi nella scala continentale:
http://www.british-ho.com/


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Traffico merci con la Gran Bretagna
MessaggioInviato: giovedì 24 gennaio 2019, 11:57 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 25 novembre 2011, 19:13
Messaggi: 1478
Località: Trieste
Si si è in H0. Era scritto così su un articolo di tTm, e ho ritrovato la stessa informazione su RMweb. E ne ho comprati due, per provare.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Traffico merci con la Gran Bretagna
MessaggioInviato: giovedì 24 gennaio 2019, 21:42 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 13 gennaio 2006, 15:34
Messaggi: 3455
Località: Dicomano (FI)
nanniag ha scritto:
Grazie dei contributi.

Quindi al momento attuale abbiamo per certo un carro Hfs usabile in ambientazioni anni 60/70, e un carro a carrelli Sfiss per ambientazioni attuali.

Nessuna speranza che abbiano circolato carri più anziani tipo questi qua?

Ciao
Antonio


i tre carri hanno il logo con l'ancora che ne consente il traghettamento....i soli carri aperti hanno il logo con l'ancora e anche se poco visibile hanno anche il loto con la T, che gli autorizzava a passare i confini della nazione di immatricolazione....


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Traffico merci con la Gran Bretagna
MessaggioInviato: venerdì 25 gennaio 2019, 8:25 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 14 febbraio 2014, 7:47
Messaggi: 31
Località: Liverpool, Inghilterra
Forse è il caso che l'esportatore di prodotti di solito fornisce i carri? Se è così, allora cosa ha regolarmente esportato la Gran Bretagna in Italia? C'era qualcosa di normale o solo beni eccezionali, come i prodotti di ingegneria. Sarebbe più economico spedire le merci in barca, dato che la Gran Bretagna e l'Italia hanno un buon accesso ai porti? È comprensibile che frutta e verdura vengano inviate in treno dall'Italia, poiché una gita in barca richiederebbe troppo tempo. Per la maggior parte degli altri prodotti, il tempo extra richiesto non è importante. Pertanto, sospetto che qualsiasi carro britannico in Italia possa essere stato eccezionale.

C'era un po 'di business di ingegneria. Ad esempio, la Breda Aln556 utilizzava i riduttori inglesi Wilson, lo stesso utilizzato nelle automotrici GWR.

https://en.wikipedia.org/wiki/GWR_railcars

Ma anche questi possono aver viaggiato in barca. Sarebbe stato troppo costoso per ferrovia, dal momento che un carro specializzato avrebbe dovuto essere restituito alla Gran Bretagna, probabilmente senza un carico utile?

Il più antico carri del 1935, mostrato da Antonio, veniva usato occasionalmente per portare in Italia prodotti di ingegneria di precisione? Forse, ma il dubbio che ho è che il lettering sia solo in inglese e francese, non in italiano. Una compagnia ferroviaria avrebbe avuto il problema di scrivere un carro in un'altra lingua che sarebbe stata usata raramente o mai?

Se i carri fossero usati, forse un telone potrebbe essere usato su un carrello aperto. Potrebbero esserci stati altri disegni speciali di carri, come carri a pianale ribassato, se ci fossero disegni adatti per l'uso sui traghetti.

Forse la situazione è ora diversa dal 1935, con standard internazionali che creano una situazione in cui un carro può essere costruito e registrato in Gran Bretagna, ma comunque utile in un altro paese.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Traffico merci con la Gran Bretagna
MessaggioInviato: venerdì 25 gennaio 2019, 8:33 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 14 febbraio 2014, 7:47
Messaggi: 31
Località: Liverpool, Inghilterra
Scala N, fatto da Peco:

British Railways carro 'Hybar'

https://www.hattons.co.uk/398941/Peco_P ... ed_0&_url=

British Rail carro 'ZDA' per trasportare tubi sul traghetto

https://www.hattons.co.uk/40413/Peco_Pr ... ed_0&_url=


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Traffico merci con la Gran Bretagna
MessaggioInviato: venerdì 25 gennaio 2019, 8:49 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 25 novembre 2011, 19:13
Messaggi: 1478
Località: Trieste
Salve.

Paolo, hai ragione, ma sono restio ad applicare la relazione "ammesso al traffico internazionale => ha circolato in Italia". Per esempio: mi sono innamorato di questa tramoggia per il carbone.

Immagine

Era marcata T, e poi RIV. Ma non ha mai messo le ruote nel nostro paese poiché destinata esclusivamente al traffico Francia - Belgio. E ci sono anche altri esempi: frigoriferi, cisterne...Si, vero, sto facendo la punta al titin, ma son tesserato al partito Pro Realismo


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 20 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot], Google Adsense [Bot], moros e 43 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  

Duegi Editrice - Viale Francia, 7, 35020 Ponte S. Nicolò (PD). Italy - Tel. 049.711.363 - Fax 049.862.60.77 - duegi@duegieditrice.it - shop@duegieditrice.it
Direttori di testata: Gianfranco Berto - Franco Tanel. Registro Operatori della Comunicazione n° 1199. Partita iva IT 01116210293 Tutti i diritti riservati Duegi Editrice