Duegieditrice.it
http://www.forum-duegieditrice.com/

Ma che belle foto!
http://www.forum-duegieditrice.com/viewtopic.php?f=22&t=72941
Pagina 513 di 577

Autore:  paolotron [ sabato 12 gennaio 2019, 9:43 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Ma che belle foto!

Bella tematica, tra l'altro.
Non sono molte e sono tutte significative.
Mi diverto sempre nell'osservare l'abbigliamento delle persone; in quegli anni tutti con la cintura
sopra l'ombelico ... quasi fantozziani ... e chi aveva la panza = bretelle ...

Autore:  zapatero [ sabato 12 gennaio 2019, 10:21 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Ma che belle foto!

Cioè quanto gli ingegneri aerodinamici scarseggiavano e andavano a pescarli al CEPU ...

Allegati:
Spanish Grand Prix 1969.jpg
Spanish Grand Prix 1969.jpg [ 113.61 KiB | Osservato 556 volte ]

Autore:  paolotron [ sabato 12 gennaio 2019, 10:58 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Ma che belle foto!

zapatero ha scritto:
Cioè quanto gli ingegneri aerodinamici scarseggiavano e andavano a pescarli al CEPU ...

Forse non venivano dal CEPU 8) ... ma sicuramente stavano tentando una strada assai pericolosa ... Hill e Rindt
hanno subito il cedimento di quegli aggeggi ... nel vederli qui sopra ti domandi come potevano reggere.
Ovviamente gli "aerodinamici" pensavano che più alti erano e più deportanza offrivano e, forse era anche così.
Nel GP successivo (a Montecarlo) le appendici sono ... scese ...
Immagine

Autore:  casper [ sabato 12 gennaio 2019, 11:07 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Ma che belle foto!

arlecchino ha scritto:
Anche in Inghilterra prediligevano le Ferrari, come pace car.
alberto

Direi di più: USA e Inghilterra: la prima foto è a Bridgehampton, NewYork.
Una Ferrari, ovunque e comunque, è sinonimo di ricchezza, bellezza e velocità in stile italiano. Gli altri possono solo imitare e rincorrere... quindi per una Pace Car non c'è marchio migliore...

Autore:  arlecchino [ sabato 12 gennaio 2019, 15:52 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Ma che belle foto!

...già, Bridgehampton è negli Stati Uniti e non in Inghilterra. :oops:
alberto

Autore:  zapatero [ sabato 12 gennaio 2019, 19:06 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Ma che belle foto!

paolotron ha scritto:
zapatero ha scritto:
Cioè quanto gli ingegneri aerodinamici scarseggiavano e andavano a pescarli al CEPU ...

Forse non venivano dal CEPU 8) ... ma sicuramente stavano tentando una strada assai pericolosa ... Hill e Rindt
hanno subito il cedimento di quegli aggeggi ... nel vederli qui sopra ti domandi come potevano reggere.
Ovviamente gli "aerodinamici" pensavano che più alti erano e più deportanza offrivano e, forse era anche così.
Nel GP successivo (a Montecarlo) le appendici sono ... scese ...
Immagine


Ma anche prima del G.P. di Montecarlo, la Ferrari 312, grazie all'ing. Forghieri quelle assurde appendici alari non le utilizzò mai in gara e credo neanche nelle prove.

Autore:  armchair [ domenica 13 gennaio 2019, 0:07 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Ma che belle foto!

zapatero ha scritto:
paolotron ha scritto:
zapatero ha scritto:
Cioè quanto gli ingegneri aerodinamici scarseggiavano e andavano a pescarli al CEPU ...

Forse non venivano dal CEPU 8) ... ma sicuramente stavano tentando una strada assai pericolosa ... Hill e Rindt
hanno subito il cedimento di quegli aggeggi ... nel vederli qui sopra ti domandi come potevano reggere.
Ovviamente gli "aerodinamici" pensavano che più alti erano e più deportanza offrivano e, forse era anche così.
Nel GP successivo (a Montecarlo) le appendici sono ... scese ...
Immagine


Ma anche prima del G.P. di Montecarlo, la Ferrari 312, grazie all'ing. Forghieri quelle assurde appendici alari non le utilizzò mai in gara e credo neanche nelle prove.


Soprattutto, la Ferrari montava l'ala sul corpo vettura e non sui portamozzi; per quanto riguarda le dimensioni non si tirava poi così indietro...
Immagine

Autore:  Fexiang [ domenica 13 gennaio 2019, 6:59 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Ma che belle foto!

nihao
consiglio di leggere Auto Italiana del GP di Spagna 1969

Autore:  zapatero [ domenica 13 gennaio 2019, 12:11 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Ma che belle foto!

Si Marco (armchair) ma c'è un po' di differenza estetica, come tra la il grattacielo Pirelli e la Torre Velasca oppure tra la Claudia Cardinale e la Milena Vukotic da giovani ...

Autore:  zapatero [ domenica 13 gennaio 2019, 16:27 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Ma che belle foto!

Bravi, nessuno che abbia scritto LAVAMI!

Allegati:
Lancia Stratos Rally.jpg
Lancia Stratos Rally.jpg [ 134.61 KiB | Osservato 442 volte ]

Autore:  paolotron [ lunedì 14 gennaio 2019, 11:12 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Ma che belle foto!

Stupenda ... bellissimo il "Bianghi" ... va detto che il lato B di quest'auto non lascia indifferenti ...

Autore:  tito49 [ lunedì 14 gennaio 2019, 11:37 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Ma che belle foto!

:mrgreen:
zapatero ha scritto:
Bravi, nessuno che abbia scritto LAVAMI!

Sì, perché l'omo vero ha da puzzà! :mrgreen:

Autore:  baldotl [ lunedì 14 gennaio 2019, 12:49 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Ma che belle foto!

Domanda per gli esperti dei rally, come mai la targa MI, mi sarei aspettato TO, la squadra corse di Lancia aveva sede nel milanese?

Autore:  paolotron [ lunedì 14 gennaio 2019, 13:15 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Ma che belle foto!

baldotl ha scritto:
Domanda per gli esperti dei rally, come mai la targa MI, mi sarei aspettato TO, la squadra corse di Lancia aveva sede nel milanese?

Ottima domanda, Baldo.
Bianchi correva con il Jolly Club ... con Stratos preparata a Genova dalla University Motors ... penso l'auto fosse del Jolly e quindi targata MI ...
ps
Carlo Bianchi correra con Marco Mannini ... ma non quello di Tony ... non penso fossero parenti ...

Autore:  baldotl [ lunedì 14 gennaio 2019, 13:56 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Ma che belle foto!

Grazie per aver sciolto il dubbio.

Pagina 513 di 577 Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]

Duegi Editrice - Viale Francia, 7, 35020 Ponte S. Nicol (PD). Italy - Tel. 049.711.363 - Fax 049.862.60.77 - duegi@duegieditrice.it - shop@duegieditrice.it
Direttori di testata: Gianfranco Berto - Franco Tanel. Registro Operatori della Comunicazione n 1199. Partita iva IT 01116210293 Tutti i diritti riservati Duegi Editrice