Oggi è mercoledì 22 novembre 2017, 8:01

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 824 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 48, 49, 50, 51, 52, 53, 54, 55  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: PLASTICO: Plastico di umbriele
MessaggioInviato: domenica 9 luglio 2017, 18:49 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 18 dicembre 2013, 12:11
Messaggi: 2504
Ciao Silvio, è un onore averti tra i visitatori :) per la polvere ho risolto con la tecnologia: da un lato faccio girare spesso il vagone aspirapolvere Dapol, che funziona alla grande aspirando anche i peli dei gatti, e inoltre nella stanza tengo sempre acceso un purificatore con filtro Hepa della Dyson. Non ci credevo ma toglie veramente il pulviscolo microscopico dall'aria, che poi non si deposita sul plastico.
Ciao!


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: PLASTICO: Plastico di umbriele
MessaggioInviato: lunedì 10 luglio 2017, 14:26 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 18 dicembre 2013, 12:11
Messaggi: 2504
Tornando alla tormentata progettazione del terzo livello, gradirei i vostri pareri su questa nuova soluzione. Non ho disegnato i fabbricati ma come si puo' intuire sia la stazione che il magazzino merci sono in alto:

Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: PLASTICO: Plastico di umbriele
MessaggioInviato: lunedì 10 luglio 2017, 15:16 
Non connesso

Iscritto il: sabato 27 ottobre 2007, 9:02
Messaggi: 2079
Località: Torino
Con tutto quello spazio....io farei una linea a doppio binario...(secondo me) c'è più divertimento :wink:

Despx


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: PLASTICO: Plastico di umbriele
MessaggioInviato: lunedì 10 luglio 2017, 15:55 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 18 dicembre 2013, 12:11
Messaggi: 2504
Mah, mi avevano appena convinto di farla singola eheh...il discorso è che dalla stazione nascosta 1 parte la doppia linea ma una diventa la seconda stazione nascosta e l'altra la stazione in vista. Nel livello intermedio ci sarà una linea di parata a doppio binario ma finto.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: PLASTICO: Plastico di umbriele
MessaggioInviato: lunedì 10 luglio 2017, 20:58 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 21 giugno 2012, 14:23
Messaggi: 2964
Località: Massa Finalese (MO)
Naah, molto meglio fare incroci e precedenze sul binario singolo!

Per il resto il progetto mi pare OK, forse invertirei solo nella radice destra i due scambi, prima il destro verso scalo e binario uno, poi il sinistro. Semplicemente perchè così in si viene a creare un'antiestetica S se un convoglio deve passare sul 3°/4° binario. E poi c'è più spazio per lo scalo, io aumenterei lo spazio tra i due binari tronchi per farci stare un piano caricatore più largo. Al posto dei due scambi semplici che danno origine a tronchi e asta di manovra proverei a metterci un inglese per rosicchiare un po' di spazio. E un inglese anche sul primo binario.

In figura, in nero quello che farei, grossomodo.
Bonus track (è il caso di dirlo!), in rosso, quello che si potrebbe fare per aumentare la lunghezza dei binari, ma bisogna vedere se con gli elicoidali si rientra con le pendenze.
Allegato:
umbriele.jpg
umbriele.jpg [ 98.16 KiB | Osservato 1619 volte ]


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: PLASTICO: Plastico di umbriele
MessaggioInviato: lunedì 10 luglio 2017, 22:34 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 18 dicembre 2013, 12:11
Messaggi: 2504
Grazie Bomby per gli ottimi suggerimenti! Ps. A parte la piattaforma girevole, il progetto è esattamente il tuo per la stazione di San Felice sul Panaro, che in altro thread consideri la stazione perfetta :-)


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: PLASTICO: Plastico di umbriele
MessaggioInviato: lunedì 10 luglio 2017, 22:47 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 21 giugno 2012, 14:23
Messaggi: 2964
Località: Massa Finalese (MO)
Avevo notato!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: PLASTICO: Plastico di umbriele
MessaggioInviato: lunedì 17 luglio 2017, 11:22 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 18 dicembre 2013, 12:11
Messaggi: 2504
Ecco con le modifiche suggerite. La bonus track non penso ci stia..il problema adesso è: come mettereste giù gli edifici?? Grazie per le idee :wink:

ps. i rettangoli sono gli ingombri del piano sottostante quindi la sagoma massima

Immagine[/url]


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: PLASTICO: Plastico di umbriele
MessaggioInviato: lunedì 17 luglio 2017, 11:39 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 21 giugno 2012, 14:23
Messaggi: 2964
Località: Massa Finalese (MO)
Passami il file che ci scanchero un po'.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: PLASTICO: Plastico di umbriele
MessaggioInviato: lunedì 17 luglio 2017, 13:04 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 18 dicembre 2013, 12:11
Messaggi: 2504
Fatto grazie :)
ciao


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: PLASTICO: Plastico di umbriele
MessaggioInviato: lunedì 17 luglio 2017, 19:25 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 14 giugno 2013, 16:53
Messaggi: 1057
Località: Palermo
Stai andando alla grandissima, ti seguo sempre con molto interesse! Bravissimo!

Io toglierei un tronchino per dare maggior spazio al piazzale merci, il MM è in arancione (due ipotesi).
In indaco il FV e in grigio altri edifici di servizio al DL

Saluti
Giuseppe

Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: PLASTICO: Plastico di umbriele
MessaggioInviato: lunedì 17 luglio 2017, 20:12 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 21 giugno 2012, 14:23
Messaggi: 2964
Località: Massa Finalese (MO)
Dato che al deposito ci tieni, oltre alle locomotive, occorre pensare anche al ricovero di eventuali carrozze di rinforzo. Nel mio progetto:
Allegato:
umbriele2.jpg
umbriele2.jpg [ 116.96 KiB | Osservato 1292 volte ]

Immagino che alla stazione (che chiamerò Vergate sul Membro, un ridente fiumiciattolo fra le colline) facesse capo una linea diramata in un punto non visibile, in una stazione poco distante (Rocca Salsiccia): in quel caso non fu possibile ricavare le necessarie infrastrutture, anche perchè il paese era troppo piccolo e lontano dalla stazione, così i treni proseguivano per qualche km sulla linea "principale", al fine di arrivare alla popolosa Vergate.
Qui trovano sede alcune industrie, di cui almeno un paio raccordate direttamente, le scuole superiori ed un piccolo ospedale che si occupa delle visite di routine.

Dunque, ho ridisegnato il deposito non perchè la tua versione non andasse bene, ma perchè l'edificio della rimessa, piuttosto imponente, andava ad impallare quanto stava davanti (ovvero il FV e tutti i binari di circolazione). Spostando qualcosina, ho fatto in modo di spostare la piattaforma vicino all'ossevatore (così si potranno mettere in bella mostra le vaporiere).
I binari di circolazione sono stati allungati; ciò ha consentito di aggiungere un binario in più. Sembra poco, ma dato che la stazione diventerebbe capotronco di una secondaria, ci sarebbe il posto per far sostare il materiale di più treni tra un servizio e l'altro, e anche di poter svolgere anche più operazioni di circolazione, ad esempio incrocio tra 2 convogli passeggeri e un merci che danno precedenza anche a un treno più titolato (ricordo una volta, di ritorno da una gita a Verona, che a San Felice incrociavano due regionali e sul 3° binario era fermo addirittura un Pendolino! E forse c'era pure un merci in IV). Insomma, i primi 4 binari sono di circolazione, il 5° di manovra, ed è possibile ricoverarci pure dei treni.
Lo scalo merci è bello ampio, con più binari a servizio di magazzino merci, piano caricatore, binario di carico e scarico a raso. In giallo scuro (o arancio chiaro) in alto a destra è segnato un raccordo merci. Se non vuoi intasare troppo di binari il plastico, puoi levarlo senza troppi problemi, tanto ce n'è uno giusto lì in basso (quello con il deragliatore, o aghi a terra).
Segnati in arancio in basso a destra ci sono due binari di ricovero per carrozze di rinforzo o carri in attesa di essere caricati/scaricati sui raccordi o spediti. Se non piacciono basta lasciare un corto tronchino, o un tronchino più lungo a fungere da asta di manovra, utile per le manovre dei merci da comporre e scomporre per l'invio sulla secondaria, cosa valida anche lasciando entrambi i tronchi in arancio.

In questo modo tutto ha un senso, il deposito, lo scalo merci, ecc.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: PLASTICO: Plastico di umbriele
MessaggioInviato: martedì 18 luglio 2017, 5:56 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 14 giugno 2013, 16:53
Messaggi: 1057
Località: Palermo
Ottimo lavoro Bomby, davvero bravo!
Sottoscrivo ogni singola idea... tranne il nome della stazione... :lol:
In effetti anche a me la piattaforma come da progetto iniziale non convinceva affatto.
Bella l'idea dei raccordi che come vedo hanno le proprie aste di manovra...
Io aggiungere/allungherei giusto il binario a lato del DL, lo immagino pieno di erbacce dove fare sostare vaporiere e materiale diesel vario.

Giuseppe

Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: PLASTICO: Plastico di umbriele
MessaggioInviato: martedì 18 luglio 2017, 8:00 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 18 dicembre 2013, 12:11
Messaggi: 2504
Bomby, questa volta hai superato te stesso, questa stazione è proprio come la volevo, tanti binari, tante manovre, e tanti treni che passano ignorando la fermata mentre altri attendono.

Il nome poi è una genialata, non so come ti sia venuto in mente, ma la chiamerò proprio così, è azzeccatissima!

Grazie Giuseppe per i complimenti....

Ora non vedo l'ora di completare la seconda stazione nascosta, ma prima devo completare 60 polarizzazioni della prima...... :mrgreen:

Ciao
Luca


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: PLASTICO: Plastico di umbriele
MessaggioInviato: martedì 18 luglio 2017, 11:11 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 21 giugno 2012, 14:23
Messaggi: 2964
Località: Massa Finalese (MO)
Il nome? Vecchissima pagina dall'omonimo nome di Nonciclopedia, parodia satirica di wikipedia, che ogni tanto leggevo tempo fa. Come nome mi è sempre risultato simpatico, anche perché di primo acchito, ad un occhio poco perspicace, sembra un nome vero :mrgreen: .

Giuseppe, quel binario ero indeciso se metterlo o no. Per starci ci sta, ma non vorrei che i rotabili in sosta lì impallassero quello che c'è dietro. Bisogna fare qualche prova fisica prima di fissare i binari.

Per quel che riguarda i raccordi, il libro "Binari per gli Stabilimenti" di Arlandi è una miniera. E' vero tratta solo dei raccordi di Torino, ma è enciclopedico e ci sono un gran numero di mappe e planimetrie anche di raccordi scomparsi da illo tempore (ecco, ci fosse stata la planimetria dello Scalo Vercelli FTC sarei stato felicissimo). Da quei raccordi si possono trarre moltissime ispirazioni! Ad esempio, sul raccordo in alto, un qualche residuo di piattaforma giracarri in disuso glielo lascerei...


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 824 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 48, 49, 50, 51, 52, 53, 54, 55  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 14 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  

Duegi Editrice - Viale Francia, 7, 35020 Ponte S. Nicolò (PD). Italy - Tel. 049.711.363 - Fax 049.862.60.77 - duegi@duegieditrice.it - shop@duegieditrice.it
Direttori di testata: Gianfranco Berto - Franco Tanel. Registro Operatori della Comunicazione n° 1199. Partita iva IT 01116210293 Tutti i diritti riservati Duegi Editrice