Oggi è mercoledì 12 agosto 2020, 7:19

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 31 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: La Stazione di Minturno - Scauri
MessaggioInviato: lunedì 4 maggio 2020, 12:59 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 13 gennaio 2006, 20:13
Messaggi: 587
Località: Torino
Ottima scelta, è dal vero una stazione molto bella. LA conosco abbastanza bene perchè io sono eternamente innamorato della stazione di Formia, dove ho trascorso tutte le mie estati da bambino e adolescente.
E' una tipica configurazione da plastico passerella, per vedere tanti treni passare e fare un po' di manovre e movimento è una buona soluzione, tutto sommato facile da realizzare (dimensioni a parte! :mrgreen: )
Con uno spazio così ampio quindi riesci a mantenere le dimensioni in scala?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: La Stazione di Minturno - Scauri
MessaggioInviato: martedì 5 maggio 2020, 18:47 
Non connesso

Iscritto il: domenica 29 gennaio 2006, 19:26
Messaggi: 2427
Località: Roma Tiburtina linea merci
si, la stazione è pressochè in scala, è leggermente accorciata, ma ciò che mi premeva, la capienza dei binari, è quasi in scala... il binario 2 avrà il marciapiede, ad esempio, di 250 cm, che può contenere così un materiale da 8 pezzi più locomotiva, che come al vero entra nel marciapiede uscendo con la locomotiva se questa è in testa, oppure si mette con la prima porta preciso a fine marciapiede se in testa c'è la pilota

complice la quarantena, ho deciso di ispirarmi a TTM 76 (Plastico di Fossacesia), dove il binario secondario che va verso il mare è stato oggetto di riduzione delle traverse. Come diverse persone mi avevano suggerito, anche qui Claudio Mussinatto, era il caso di "snellire" le traverse attaccate stile americano del Peco 83. Su ogni flessibile ho tolto circa 28 traverse a gruppi di 5 ed uno di 8. Il binario è stato fissato con il vinavil per dare più robustezza alla posa, altrimenti le traverse si spostano essendo una separata dall'altra. Un lavoraccio, ma vi faccio vedere il risultato. Quello che si vede su plastico fissato è il binario VI con le traverse distanziate. Affianco, per fare un paragone, ho poggiato con una striscia di gomma-sughero un Peco non ancora elaborato

Allegato:
traverse.jpg
traverse.jpg [ 123.53 KiB | Osservato 1802 volte ]

Allegato:
traverse 2.jpg
traverse 2.jpg [ 166.96 KiB | Osservato 1802 volte ]


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: La Stazione di Minturno - Scauri
MessaggioInviato: martedì 5 maggio 2020, 19:48 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 12 gennaio 2006, 8:53
Messaggi: 4950
Località: Bruschi
Ottimo-...saluti


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: La Stazione di Minturno - Scauri
MessaggioInviato: mercoledì 6 maggio 2020, 6:03 
Non connesso

Iscritto il: martedì 26 novembre 2019, 8:46
Messaggi: 42
Complimenti per il tuo lavoro mi piace molto.
Volevo chiederti alcune informazioni, ho visto le foto con le traversine distanziate, potrei chiederti di quanti mm le hai distanziate? la misura l'hai calcolata
dalla mezzeria della traversa o dalla faccia interna ?


Grazie mille
Michele


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: La Stazione di Minturno - Scauri
MessaggioInviato: mercoledì 6 maggio 2020, 7:39 
Non connesso

Iscritto il: domenica 29 gennaio 2006, 19:26
Messaggi: 2427
Località: Roma Tiburtina linea merci
No impossibile, per oltre 10 flessibili, per un totale di oltre 1000 traversine, fare dei calcoli di distanza da osservare per ognuno. Ho preso un binario Roco G4 già in mio possesso, messo affianco come riferimento, e poi ad occhio le ho distanziate a mano libera, difatti non sono perfettamente dritte e parallele, ma tanto sono binari deviati. Oltretutto andranno poi sporcati e verrà posata la massicciata, si noterà meno


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: La Stazione di Minturno - Scauri
MessaggioInviato: venerdì 8 maggio 2020, 15:15 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 21 giugno 2012, 14:23
Messaggi: 3602
Località: Massa Finalese (MO)
Per i binari più moderni la distanza tra le traversine è semplice da fornire: l'interasse è 60 cm, e dato che generalmente una traversina è larga 30 cm... Per i binari di posa più antica invece non è detto che la spaziatura fosse uniforme lungo tutto l'arco della campata. In letteratura comunque ci sono le varie distanze oppure si trovano i piani di posa.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: La Stazione di Minturno - Scauri
MessaggioInviato: venerdì 8 maggio 2020, 20:31 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 29 settembre 2006, 22:14
Messaggi: 950
Località: Roma
Bomby ha scritto:
Per i binari più moderni la distanza tra le traversine è semplice da fornire: l'interasse è 60 cm, e dato che generalmente una traversina è larga 30 cm... Per i binari di posa più antica invece non è detto che la spaziatura fosse uniforme lungo tutto l'arco della campata. In letteratura comunque ci sono le varie distanze oppure si trovano i piani di posa.

quindi in un flessibile ogni quanto vanno le traverse ?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: La Stazione di Minturno - Scauri
MessaggioInviato: venerdì 8 maggio 2020, 21:18 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 20 settembre 2006, 20:44
Messaggi: 4282
Località: Sorbolo (PR)
eurostar_italia ha scritto:
...
quindi in un flessibile ogni quanto vanno le traverse ?


Siamo sempre lì, dipende da binario che vuoi riprodurre, alcuni esempi (le misure sono quelle reali):
- di scalo o linea con armamento leggero, anche 800 mm
- di linea secondaria 650-750 mm
- linea importante europea 600 mm, ormai lo standard fino a 25 t/asse
- linea importante USA circa 500 mm.
La larghezza delle traverse in CAP è ormai unificata a 300 mm, ma per quelle di legno è tipicamente 260 mm.
Lo spazio tra le travese è in ogni caso il minimo indispensabile per far lavorare le zappe della rincalzatrice.

La distanza delle traverse è data dalla rigidità che deva avere il binario in funzione di:
- peso per asse, peso per metro lineare cioè categoria della linea (es. A1, C3, D4)
- velocità di percorrenza della linea (che dipende dalla geometria del binario e dalla geologia del terreno su cui poggia).


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: La Stazione di Minturno - Scauri
MessaggioInviato: sabato 9 maggio 2020, 0:04 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 29 settembre 2006, 22:14
Messaggi: 950
Località: Roma
diciamo una stazione media e piena linea (non av,ma per esempio la roma-napoli via formia) ogni quanto andrebbe messa la traversa?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: La Stazione di Minturno - Scauri
MessaggioInviato: sabato 9 maggio 2020, 4:55 
Non connesso

Iscritto il: martedì 26 novembre 2019, 8:46
Messaggi: 42
marco_58 ha scritto:
eurostar_italia ha scritto:
...
quindi in un flessibile ogni quanto vanno le traverse ?


Siamo sempre lì, dipende da binario che vuoi riprodurre, alcuni esempi (le misure sono quelle reali):
- di scalo o linea con armamento leggero, anche 800 mm
- di linea secondaria 650-750 mm
- linea importante europea 600 mm, ormai lo standard fino a 25 t/asse
- linea importante USA circa 500 mm.
La larghezza delle traverse in CAP è ormai unificata a 300 mm, ma per quelle di legno è tipicamente 260 mm.
Lo spazio tra le travese è in ogni caso il minimo indispensabile per far lavorare le zappe della rincalzatrice.

La distanza delle traverse è data dalla rigidità che deva avere il binario in funzione di:
- peso per asse, peso per metro lineare cioè categoria della linea (es. A1, C3, D4)
- velocità di percorrenza della linea (che dipende dalla geometria del binario e dalla geologia del terreno su cui poggia).





Ciao, Queste misure reali sono riconducibili a che periodo storico?




Bomby ha scritto:
Per i binari più moderni la distanza tra le traversine è semplice da fornire: l'interasse è 60 cm, e dato che generalmente una traversina è larga 30 cm... Per i binari di posa più antica invece non è detto che la spaziatura fosse uniforme lungo tutto l'arco della campata. In letteratura comunque ci sono le varie distanze oppure si trovano i piani di posa.



Ciao, Dove potrei trovare queste distanze in letteratura?
ringrazio entrambi per l'aiuto.
Michele


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: La Stazione di Minturno - Scauri
MessaggioInviato: sabato 9 maggio 2020, 14:23 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 20 settembre 2006, 20:44
Messaggi: 4282
Località: Sorbolo (PR)
Mike1976 ha scritto:
...
Ciao, Queste misure reali sono riconducibili a che periodo storico?


Da quando esiste la ferrovia a domani.

Mike1976 ha scritto:
...
Ciao, Dove potrei trovare queste distanze in letteratura?
...
Michele


O nel sito RFI, o in un qualsiasi testo che parla di costruzioni ferroviarie, in particolare del binario, in rete trovi di tutto e di più in tutte le lingue.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: La Stazione di Minturno - Scauri
MessaggioInviato: domenica 10 maggio 2020, 19:14 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 21 giugno 2012, 14:23
Messaggi: 3602
Località: Massa Finalese (MO)
Sulla mia scrivania (editi di recente e quindi facilmente recuperabili e non troppo costosi)

Infrastrutture ferroviarie, metropolitane, tranviarie e per ferrovie speciali. Marco Guerreri, Maggioli editore. Prezzo di copertina 24,00 €

Lineamenti di infrastrutture ferroviarie. Franco Policicchio, Firenze university press. Prezzo di copertina 26,70 €.

Oppure la classica accoppiata edita dal CIFI
Impianti ferroviari, tecnica ed esercizio, di Lucio Mayer
Organizzazione e tecnica ferroviaria, di Giuseppe Vicuna
se devo suggerire 2 libri sulla tecnica ferroviaria, suggerisco questi ultimi due, io ho un'edizione vecchissima (attorno ai 50 anni), ma credo esista anche aggiornata, tempo fa si trovava a 50 €.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: La Stazione di Minturno - Scauri
MessaggioInviato: domenica 10 maggio 2020, 19:29 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 10 agosto 2015, 1:15
Messaggi: 645
Se posso fare una critica costruttiva, per le gambe dei vari moduli forse era meglio usare - sempre presi al Bricoman - i listelli di abete grezzo da 4 metri sezione 50 x 70 mm.
Io, in passato, ho realizzato una struttura tester con le tue stesse caratteristiche costruttive (dimensioni a parte, era circa la metà) e, con quelle gambe, basta un calcio di troppo dato in un momento di non equilibrio e le pieghi o, alla peggio, rovini la zona circostante l'imbullonatura al modulo.

Per il resto è tutto bellissimo!!!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: La Stazione di Minturno - Scauri
MessaggioInviato: lunedì 11 maggio 2020, 13:02 
Non connesso

Iscritto il: domenica 29 gennaio 2006, 19:26
Messaggi: 2427
Località: Roma Tiburtina linea merci
Le gambe in metallo le preferisco. E' già in programma di mettere dei bulloni per "fermare" le gambe adiacenti. Resterebbero solo le estreme da sole. Ma oggettivamente le gambe in legno non mi hanno mai entusiasmato


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: La Stazione di Minturno - Scauri
MessaggioInviato: martedì 12 maggio 2020, 4:11 
Non connesso

Iscritto il: martedì 26 novembre 2019, 8:46
Messaggi: 42
Bomby ha scritto:
Sulla mia scrivania (editi di recente e quindi facilmente recuperabili e non troppo costosi)

Infrastrutture ferroviarie, metropolitane, tranviarie e per ferrovie speciali. Marco Guerreri, Maggioli editore. Prezzo di copertina 24,00 €

Lineamenti di infrastrutture ferroviarie. Franco Policicchio, Firenze university press. Prezzo di copertina 26,70 €.

Oppure la classica accoppiata edita dal CIFI
Impianti ferroviari, tecnica ed esercizio, di Lucio Mayer
Organizzazione e tecnica ferroviaria, di Giuseppe Vicuna
se devo suggerire 2 libri sulla tecnica ferroviaria, suggerisco questi ultimi due, io ho un'edizione vecchissima (attorno ai 50 anni), ma credo esista anche aggiornata, tempo fa si trovava a 50 €.




Ciao Ti ringrazio per i consigli sui libri dove posso trovare delle informazioni serie e approfondite.


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 31 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 13 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  

Duegi Editrice - Viale Francia, 7, 35020 Ponte S. Nicolò (PD). Italy - Tel. 049.711.363 - Fax 049.862.60.77 - duegi@duegieditrice.it - shop@duegieditrice.it
Direttori di testata: Gianfranco Berto - Franco Tanel. Registro Operatori della Comunicazione n° 1199. Partita iva IT 01116210293 Tutti i diritti riservati Duegi Editrice