Oggi è domenica 9 agosto 2020, 7:17

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 47 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Ducato di Danaparte
MessaggioInviato: venerdì 5 giugno 2020, 14:10 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 16 gennaio 2015, 17:19
Messaggi: 63
Ciao

Dopo attente verifiche ho constatato che era uno dei binari del ponte, il responsabile primo degli inceppamenti
ho smontato tutto e dopo aver invano cercato di arretrarlo un poco, ho agito di lima, già che sono con la piattaforma smontata
sto provvedendo a colorarla un poco (credo che metterò anche una balaustra al ponte).
Il motore è arrivato ma è fermo alle poste (l'unico giorno che sono uscito di casa da non so quanto...)
lo ritirerò lunedì. Con tutto smontato ho capito un poco meglio i consigli di Snajper, in effetti attualmente quello che gira è il ponte sul suo perno
mentre per muoverla con il motore il perno dovrà essere solidale col ponte... però ancora non colgo bene come è avvenuto il collegamento fra vite e asse del riduttore
(le saldature poi, non sono certo la mia specialità), spero che quanto mi arriverà non abbia bisogno di un collegamento così sofisticato
(da quanto ho potuto vedere dalla foto di e-Bay il riduttore ha un albero abbastanza sporgente spero che si possa adattare facilmente al ponte).

e comunque sono andato avanti con qualche omino
allego lo scatto migliore

a presto!
alb


Allegati:
ometti4!.jpg
ometti4!.jpg [ 164.12 KiB | Osservato 1890 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Ducato di Danaparte
MessaggioInviato: venerdì 5 giugno 2020, 18:07 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 5 novembre 2018, 16:40
Messaggi: 797
Località: Borgosesia (VC)
alb ha scritto:
...sono andato avanti con qualche omino...
Ciao.
Hai veramente una gran bella mano!
Complimenti.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Ducato di Danaparte
MessaggioInviato: venerdì 5 giugno 2020, 19:05 
Non connesso

Iscritto il: domenica 15 luglio 2007, 9:46
Messaggi: 5929
Località: Trieste
Allora, come motoriduttore ho usato questo, le bride sarebbero queste, una va sul motore e una sulla vite che sostituisce il perno del ponte della piattaforma.
La piattaforma è inscatolata, forse fra qualche giorno riesco a tirarla fuori. Non è difficilissimo fare il lavoro sulla vite (il foro del ponte e della piattaforma è da 3 mm, quindi una vite di ottone da 3 mm è perfetta), almeno lo è stato per me... :oops:
Ho messo nel taglio della vite due profili a L di 1x1 uno contro l'altro (disegnano una T, si può ovviamente anche usare un profilo a T, io non lo avevo) e ce li ho saldati sopra, così da sporgere per circa 1 cm da ogni lato della testa della vite, quindi occorrono circa 25 mm di profilato a T o due segmenti della stessa lunghezza di profilo a L. contestualmente, ho scavato in mezzo al binario, per le stesse lunghezze, due solchi nel ponte della piattaforma, in quelli ci ho fatto entrare i due profili e li ho poi cementati. Per trattenere al suo posto la vite ho usato dado e controdado sotto la piattaforma.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Ducato di Danaparte
MessaggioInviato: domenica 7 giugno 2020, 15:07 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 16 gennaio 2015, 17:19
Messaggi: 63
Grazie! adesso mi è tutto più chiaro
Emerge anche tutta la mia inadeguatezza: non avrei saputo dire cos'era una brida e dove trovarla nemmeno sotto tortura
Cercherò di farne tesoro (intanto il sito è nei preferiti, e sto cercando di studiarne il contenuto).
Domani dovrei ricevere il motore completo di riduttore, e saprò quanto difficile sarà il collegamento.

a presto!
alb


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Ducato di Danaparte
MessaggioInviato: lunedì 8 giugno 2020, 16:52 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 16 gennaio 2015, 17:19
Messaggi: 63
Ciao

Il motore è arrivato, completo di riduttore e quant'altro, unico neo l'albero motore è da 4 mm di diametro
mentre quello del ponte è da 3 mm... ora penso un poco come risolvere
(così sulle prime troverei un tornitore per ridurre parte di quello da 4mm, ma non ho idea di dove trovarlo)
Suggerimenti?

Intanto ho dato una prima colorata alla piattaforma girevole e limato i binari in uscita del ponte
adesso gira senza intoppi e anche abbastanza docilmente (ho lubrificato ruote e rotaia con un poco di grafite)
Per il momento la ringhiera è solo appoggiata, tanto per vedere l'effetto, la fisserò solo poco prima di mettere il tutto sul plastico
così non la rovino durante qualche lavorazione futura

in allegato motore e piattaforma

alb


Allegati:
motore.jpg
motore.jpg [ 203.42 KiB | Osservato 1617 volte ]
piattaforma colorata.jpg
piattaforma colorata.jpg [ 219.24 KiB | Osservato 1617 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Ducato di Danaparte
MessaggioInviato: martedì 9 giugno 2020, 12:59 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 5 novembre 2018, 16:40
Messaggi: 797
Località: Borgosesia (VC)
alb ha scritto:
...ho dato una prima colorata alla piattaforma girevole...
Mi sembra un ottimo risultato.
Come forse avrai letto, mi suggeriscono di inserire una piattaforma anche a "Bierdorf" e quindi ti sto seguendo con molto interesse...
:wink:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Ducato di Danaparte
MessaggioInviato: martedì 9 giugno 2020, 18:03 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 16 gennaio 2015, 17:19
Messaggi: 63
Devo dire che più la maneggio e più mi convinco della bontà della scelta.
Ero un poco perplesso per la rigidità degli elementi di completamento esterni
(4 elementi da 4 sezioni uno da tre e uno singolo), ma poi ho potuto constatare che sono ben predisposti per essere tagliati
e l'operazione riesce benissimo.
Il ponte poi, è alimentato separatamente e tramite dei collegamenti nascosti trasmette la corrente ai binari esterni
Credo che doterò la zona rimesse di un trasformatore a parte, per poter operare separatamente in stazione e nel piccolo tracciato e nella zona rimesse
due foto della zona rimesse in questione, tanto per provare la disposizione della piattaforma girevole e delle future rimesse
(ne usciranno due quasi speculari rispetto alla piattaforma) con la più lunga delle mie locotender


Allegati:
insieme.jpg
insieme.jpg [ 289.79 KiB | Osservato 1480 volte ]
dettaglio3.jpg
dettaglio3.jpg [ 265.04 KiB | Osservato 1480 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Ducato di Danaparte
MessaggioInviato: martedì 9 giugno 2020, 18:36 
Non connesso

Iscritto il: domenica 15 luglio 2007, 9:46
Messaggi: 5929
Località: Trieste
Gli elementi di binario d'uscita si possono spostare di posizione ed è meglio che siano sempre diametrali, ti conviene o distanziare i due dove sono più vicini o avvicinarli dove sono più lontani. Non hai trovato gli elementi terminali col binario? Se riesco a tirare fuori la mia in N e fotografarla ti mostro cosa intendo, ma devi darmi tempo...


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Ducato di Danaparte
MessaggioInviato: giovedì 11 giugno 2020, 14:25 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 16 gennaio 2015, 17:19
Messaggi: 63
Di tempo ne ho abbastanza (o almeno spero di averne abbastanza per finire il plastico... con i miei tempi infiniti :D )
però non sono sicuro di capirti. Nella piattaforma sono presenti quattro elementi di uscita ed io ho cercato di fare la corrispondenze entrata uscita
almeno dove mi è riuscito, nelle diramazioni per le rimesse (che verranno l'una quasi di fronte l'altra) purtroppo non è stato possibile.
Per altro piove che la metà basta, escludo di uscire per andare in casetta al plastico, oggi gli dò di pennello!

alb


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Ducato di Danaparte
MessaggioInviato: domenica 14 giugno 2020, 17:48 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 16 gennaio 2015, 17:19
Messaggi: 63
In attesa di risolvere con la piattaforma girevole
nelle scorse settimane non sono stato con le mani in mano :D
intanto ho fissato i binari della stazione nascosta, coi suoi sezionamenti e i dispositivi per azionare gli scambi e sgancia vagoni
come potete vedere tutto abbastanza disordinato, ma considerando che non avevo mai usato tali dispositivi, sono ben contento del risultato!

alb


Allegati:
staznasc3.jpg
staznasc3.jpg [ 274.88 KiB | Osservato 1213 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Ducato di Danaparte
MessaggioInviato: domenica 14 giugno 2020, 17:56 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 16 gennaio 2015, 17:19
Messaggi: 63
E, risolta e rimontata la stazione nascosta, ho posizionato un metro e sessanta circa di edifici di sfondo.
Sono tutti di derivazione Auhaghen, alcuni sono da kit, pesantemente elaborati, altri sono in cartone con infissi sempre Auhaghen (le buste dei soli infissi)
c'è ancora molto da fare, ma anche in questo caso sono abbastanza soddisfatto

alb


Allegati:
staz arrivo.jpg
staz arrivo.jpg [ 270 KiB | Osservato 1222 volte ]
stazione3.jpg
stazione3.jpg [ 289.37 KiB | Osservato 1222 volte ]
stazione2.jpg
stazione2.jpg [ 289.91 KiB | Osservato 1222 volte ]
stazione1.jpg
stazione1.jpg [ 270.01 KiB | Osservato 1222 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Ducato di Danaparte
MessaggioInviato: lunedì 15 giugno 2020, 7:37 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 5 novembre 2018, 16:40
Messaggi: 797
Località: Borgosesia (VC)
alb ha scritto:
...ho posizionato un metro e sessanta circa di edifici di sfondo...
c'è ancora molto da fare, ma anche in questo caso sono abbastanza soddisfatto
alb
Ciao.
Fai bene ad essere soddisfatto: mi sembra stia venendoti proprio bene!
:wink:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Ducato di Danaparte
MessaggioInviato: lunedì 15 giugno 2020, 7:55 
Non connesso

Iscritto il: domenica 3 gennaio 2010, 20:36
Messaggi: 8279
Località: la citta' della 3 t: torri, tortellini e ...
Sfondo di facciate di palazzi spettacoloso ed armonioso ! :) :) :)
Ogni tanto, sfogliando il catalogo web di Artitec, mi stupisco di quanto siano compatibili con un' ambientazione italiana facciate di palazzi di origine nord europea !
Lo sfondo aggiunge profondita' e nel contempo sottolinea l' impronta cittadina della stazione di testa.
Una domanda: sbaglio o i terminali dei tronchini in bella vista sono i Rivarossi del bel tempo che fu ?
Qui debbo dire che la colorazione verdina con profili rossi non mi piace neanche un po'… :( :( :( Secondo me sarebbero meglio grigi, come erano in origine, del resto.
Sinceramente non e' che mi piacciono un granche'... :( :( :( Mi hanno sempre dato l' impressione di essere adatti ad una grande stazione di testa, tipo Milano Centrale o similare.
Comunque, poco male. Dovessi cambiare idea non e' che cambiarli sia un gran lavoro.
Saluti
Stefano.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Ducato di Danaparte
MessaggioInviato: lunedì 15 giugno 2020, 10:29 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 16 gennaio 2015, 17:19
Messaggi: 63
I terminali sono effettivamente con una scatola Rivarossi ma marchiati (sotto) Pocher
se ne vedono ancora a Torino Porta Nuova e a Firenze S Maria Novella, ma ce n'è uno anche a Firenze Campo di Marte
(in un binario tronco destinato a traffico locale). Alcuni sono in buono stato (restaurati recentemente) altri un monte di ruggine
ma tutti hanno la medesima colorazione verde e rossa, ho supposto che fossero in uso nella Società Ferrovie Alta Italia
(più che altro per l'aspetto Art Deco, tipico dell'epoca, anche negli edifici) e come tale più che compatibili
con una stazione di testa che si ispira a quella di Pinerolo. A me francamente piaciono non poco, e per il momento sono solo appoggiati
(come tutto, per il momento nei piani alti). Molti altri me ne serviranno per i binari tronchi dello scalo merci e delle rimesse
e per quelli penso mi affiderò a forme più consuete (anche perché è stata già non poca fortuna trovarne quattro per la stazione).
Quanto allo stile di certi palazzi... la globalizzazione non è cosa di ieri! Basta farsi un giro nei quartieri edificati all'inizio del secolo
(Roma come Torino ma suppongo buona parte d'Italia) per trovare soluzioni architettoniche analoghe alla Francia e al nord Europa
(magari un poco più "pulite", i kit originari abbondano di frontoni sopra le finestre che sono stati in gran parte eliminati, come i tetti d'ardesia)

alb


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Ducato di Danaparte
MessaggioInviato: lunedì 29 giugno 2020, 14:54 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 16 gennaio 2015, 17:19
Messaggi: 63
Ho avuto qualche problema di tenuta con le staffe che reggevano le mensole... per risolvere ho dovuto smantellare tutto (tranne l'elicoidale, per fortuna)
e già che c'ero ho incollato definitivamente i sugheri, invecchiato il binario, tagliato nuovamente il medesimo dove i precedenti tagli erano un poco infelici,
e rimontato il tutto più definitivamente (per il momento con le viti). Incollato stuccato dove necessario e dipinti i marciapiedi di stazione.
In allegato il piano dei binari in stazione e nella zona industriale, se avete suggerimenti e modifiche...
(i pallini rossi saranno gli sganciavagoni, i tratti verdi i sezionamenti)
Già ri assemblato tutto, funziona! :D

Ho però avuto un colpo quando ho parlato con mio negoziante per l'acquisto dei comandi per gli scambi
(dimenticavo: Fleischmann Profi nella stazione nascosta, curvi Hornby nell'elicoidale, Peco SL codice 100 sopra)
cercavo quelli analogici Fleischmann (non i verdi grossi, quelli più compatti e intuitivi a tesserine) ma sono fuori produzione!
Suggerimenti? (vorrei rimanere sull'analogico, io sono nativo cavernicolo altro che digitale)
Già solo sapere come si chiamava il sistema e il codice che avevano o come si dice dispositivo per scambi tal dei tali in tedesco
mi aiuterebbe non poco nella ricerca su e Bay (o anche nella sezione cerco di questo forum)

grazie
alb


Allegati:
pianostazione1.jpg
pianostazione1.jpg [ 265.77 KiB | Osservato 816 volte ]
zona industriale 1.jpg
zona industriale 1.jpg [ 274.69 KiB | Osservato 816 volte ]
Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 47 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 14 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  

Duegi Editrice - Viale Francia, 7, 35020 Ponte S. Nicolò (PD). Italy - Tel. 049.711.363 - Fax 049.862.60.77 - duegi@duegieditrice.it - shop@duegieditrice.it
Direttori di testata: Gianfranco Berto - Franco Tanel. Registro Operatori della Comunicazione n° 1199. Partita iva IT 01116210293 Tutti i diritti riservati Duegi Editrice