Oggi è mercoledì 12 agosto 2020, 4:56

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 15 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: IDEE & PROGETTI: Plastirama 2x0,45 m
MessaggioInviato: domenica 14 giugno 2020, 14:25 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 1 ottobre 2010, 20:04
Messaggi: 37
Ciao a tutti.

In questo periodo, complice un vecchio mobile da recuperare con due mensole libere, ho buttato giù un progettino semplice che vorrei realizzare. E' in assoluto la mia prima realizzazione, per cui ho cercato di fare le cose nella maniera più semplice che ho potuto.

Si tratta di 2 moduli, uno di 2x0,45 m con una piccola stazione secondaria, uno di 2x0,20 m con una stazione ombra che mi permetta di realizzare un minimo di esercizio. I due moduli quando non utilizzati occuperanno le mensole libere, le dimensioni indicate sono infatti le massime che ho a disposizione (non è molto, ma mi accontento :wink: ).
La stazione è al momento di testa, ma la conformazione ne permette un eventuale sviluppo futuro qualora ne avessi l'opportunità. Di seguito alcune dei parametri del progetto:

Amministrazione: FS
Epoca: IV
Ambientazione: collinare Toscana (anche se non è FS si può considerare un'ambientazione come quella presente sull'Arezzo-Stia)
Esercizio: Pap
Gestione: digitale (ad eccezione di accessori come scambi, luci, ecc che vorrei gestire in analogico, se questo non crea troppe problematiche)
Armamento: Roco line (cod. 83)

I convogli che ho in mente sono un paio di coppie di ALe-ALn, più un passeggeri non reversibile con salto della locomotiva. Inoltre prevedo un piccolo servizio merci per il quale vorrei tenere una D245 per le manovre (licenza poetica, presumendo che una stazione così piccola non avrebbe mai avuto tale macchina in dotazione). Non escludo di far circolare in futuro anche convogli di epoca V o VI, so che sarebbe una forzatura, ma già lo spazio e poco e mi piacerebbe non limitarmi troppo anche con i rotabili.

Chiedo aiuto agli utenti del forum in merito a 2 aspetti:
1- dove disporre i segnali semaforici, e quali usare;
2- come poter collegare/scollegare i moduli in maniera semplice e precisa.

Chiunque voglia aggiungere critiche costruttive o consigli per migliorare il progetto è il benvenuto.

PS: so che i binari paralleli al bordo non sono il massimo per la resa estetica e per la prospettiva, ma preferisco fare così per semplicità.

Oliviero.


Allegati:
1.jpg
1.jpg [ 73.67 KiB | Osservato 2726 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: IDEE & PROGETTI: Plastirama 2x0,45 m
MessaggioInviato: domenica 14 giugno 2020, 15:51 
Non connesso

Iscritto il: sabato 26 gennaio 2019, 20:36
Messaggi: 23
Località: Roma
Ciao :D
Ho visto il progetto e mi sembra una buona partenza.
Lo spazio non è molto, e ti suggerisco di realizzare una coulisse al posto della stazione ombra (sempre se possibile). Così facendo puoi guadagnare altro spazio.

Ti suggerisco di allungare il più possibile il marciapiede, eliminando quello tra il primo e il secondo binario, e di togliere la comunicazione 2°-3° binario. So che vorresti ampliare la stazione in futuro, ma allo stato attuale sarebbe veramente troppo piccola.

Se possibile potresti ridurre lo spazio dietro l' FV e spostando il binario di corsa si potrebbe ottenere altro spazio.

Segnalamento: per l'ambientazione e l'epoca la linea sarà a dirigenza unica, con segnali di seconda categoria. Quindi la stazione come segnale avrà solo una bandiera rossa di giorno e una lanterna di notte.
Al limite si può immaginare che la linea sia stata rinnovata negli anni '80, e la stazione abbia ricevuto il segnalamento completo.

Per collegare i moduli si usano bulloni serrati con rondelle.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: IDEE & PROGETTI: Plastirama 2x0,45 m
MessaggioInviato: domenica 14 giugno 2020, 20:59 
Non connesso

Iscritto il: sabato 14 gennaio 2006, 19:52
Messaggi: 1511
Località: venezia
io ho usato questo metodo, arpioni costituiti da viti angolari. Aggancio in due secondi, e se vuoi puoi collegare gli arpioni alle rotaie alimentando direttamente il secondo modulo dal primo.

Immagine

Immagine

Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: IDEE & PROGETTI: Plastirama 2x0,45 m
MessaggioInviato: lunedì 15 giugno 2020, 18:29 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 18 gennaio 2006, 15:59
Messaggi: 1305
Località: Brescia
una domanda: come fai a collegare gli arpioni all'altra mensola? Nelle foto si vede solo un lato dell'ancoraggio (quello con le viti angolari). Dall'altra parte come si innesta?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: IDEE & PROGETTI: Plastirama 2x0,45 m
MessaggioInviato: lunedì 15 giugno 2020, 19:18 
Non connesso

Iscritto il: martedì 7 febbraio 2006, 9:37
Messaggi: 1545
Qualche domanda:
- hai già i deviatoi o devi acquistarli? Nel primo caso non dico nulla, nel secondo, potrei suggerire qualche modifica del piano del ferro….
In particolare, osservo come i tre binari sono piuttosto stretti verso il fondo, mentre ampio spazio è riservato, in primo piano, al piazzale stradale… forse carino, ma poco utile ai fini operativi.
Staccando di una decina di cm il binario dallo sfondo, ci sarebbe spazio, oltre il terzo binario, per un quarto costituito da un raccordo, a servizio di una industria da riprodurre "in bassorilievo" verso lo sfondo, o, più semplicemente, per la sosta di qualche veicolo fra un servizio ed il successivo. Inoltre, per una stazione di questo tipo, credo eccessivo avere tre binari serviti da marciapiedi, visto che, al massimo, avresti un treno in arrivo ed uno in partenza; tuttavia esistono eccezioni in tal senso.
Se vuoi prevedere una macchina di manovra, è necessario dotare un binario di rifornitore di gasolio: troppo spesso si vedono nei plastici, automotori e locomotive che operano in impianti privi di qualunque dotazione in tal senso…. in epoca III , per una sogliola, sarebbe forse pensabile ad un rifornimento con taniche da parte dell'operatore di condotta, ma non altrettanto potrebbe essere più avanti nel tempo e per mezzi più grandi. Forse, comunque, vedrei meglio in epoca IV un mezzo da manovra più piccolo di un 245 (riservato, fino a qualche decennio fa, a impianti più importanti), come una sogliola, un badoni o un 214.
Inoltre, realizza se puoi almeno un altro paio di binari nascosti: l'appetito vien mangiando! In una stazione ombra tronca, a meno di utilizzare composizioni reversibili (poco divertenti da far circolare), ciascuna composizione è utilizzabile per una sola coppia di corse, a meno di manovre di ricomposizione nella stazione nascosta. Perciò, con tre binari, potresti far circolare un merci, una coppia di treni passeggeri e una /due automotrici (accodabili sullo stesso binario)…. il minimo, senza possibilità di ampliamento. 20 cm non sono molti, e con quel limite poco di più si può fare...
La mia Fontenuova è più piccola della stazione che proponi (160 cm); di manovre, comunque, se ne possono fare parecchie, per varie ore di divertimento.
Antonio


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: IDEE & PROGETTI: Plastirama 2x0,45 m
MessaggioInviato: lunedì 15 giugno 2020, 20:26 
Non connesso

Iscritto il: sabato 14 gennaio 2006, 19:52
Messaggi: 1511
Località: venezia
cortez ha scritto:
una domanda: come fai a collegare gli arpioni all'altra mensola? Nelle foto si vede solo un lato dell'ancoraggio (quello con le viti angolari). Dall'altra parte come si innesta?


Lo vedi attraverso il foro della piattaforma girevole ( mi sembrava sufficientemente chiaro, se ingrandisci si vede meglio)
dietro la superfice esterna, che va a combaciare con l'altra identica dell'altro pannello con arpioni, c'è un rinforzo di 4x2cm che porta delle righe metalliche multiforo su cui penetrano gli arpioni.
Ovviamente la superfice esterna ha dei fori ad asola per il passaggio degli arpioni.
Per avere sicurezza della qualità dell'aggancio la costruzione delle due superfici coniugate e dei rinforzi è avvenuta in contemporanea.


Ultima modifica di fao45 il martedì 16 giugno 2020, 9:09, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: IDEE & PROGETTI: Plastirama 2x0,45 m
MessaggioInviato: martedì 16 giugno 2020, 7:14 
Non connesso

Iscritto il: martedì 10 marzo 2015, 13:18
Messaggi: 84
Ma invece della solita stazione, perché non ambienti il tuo diorama in uno scenario industriale?
Avrai più possibilità di gioco e fare molte più manovre!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: IDEE & PROGETTI: Plastirama 2x0,45 m
MessaggioInviato: mercoledì 17 giugno 2020, 15:32 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 1 ottobre 2010, 20:04
Messaggi: 37
Ciao a tutti, grazie per l'aiuto. Cerco di rispondere a tutti per punti:
trenoe444 ha scritto:
Lo spazio non è molto, e ti suggerisco di realizzare una coulisse al posto della stazione ombra (sempre se possibile). Così facendo puoi guadagnare altro spazio.

Ti suggerisco di allungare il più possibile il marciapiede, eliminando quello tra il primo e il secondo binario, e di togliere la comunicazione 2°-3° binario. So che vorresti ampliare la stazione in futuro, ma allo stato attuale sarebbe veramente troppo piccola.

Segnalamento: per l'ambientazione e l'epoca la linea sarà a dirigenza unica, con segnali di seconda categoria. Quindi la stazione come segnale avrà solo una bandiera rossa di giorno e una lanterna di notte.
Al limite si può immaginare che la linea sia stata rinnovata negli anni '80, e la stazione abbia ricevuto il segnalamento completo.

Purtroppo per quanto riguarda la stazione ombra non riesco a fare più di così; la coulisse la escludo, è vero che mi farebbe guadagnare qualche centimetro, ma in 20 cm di profondità e con nessuna esperienza vedo più problemi che benefici. Per quanto riguarda la comunicazione tra il 2° e 3° binario credo che la toglierò. Per il segnalamento mi piace l'idea del rinnovamento anni '80, il segnalamento completo con semaforo mi piace troppo per non inserirlo.

Una domanda a proposito: quali segnali e dove dovrei posizionarli?

fao45 ha scritto:
io ho usato questo metodo, arpioni costituiti da viti angolari. Aggancio in due secondi, e se vuoi puoi collegare gli arpioni alle rotaie alimentando direttamente il secondo modulo dal primo.

Ti ringrazio, sto proprio valutando dei metodi per collegare i moduli che siano quanto più semplici e veloci: quello da te utilizzato riassume proprio questi concetti.

A Federici ha scritto:
Qualche domanda:
- hai già i deviatoi o devi acquistarli? Nel primo caso non dico nulla, nel secondo, potrei suggerire qualche modifica del piano del ferro….
In particolare, osservo come i tre binari sono piuttosto stretti verso il fondo, mentre ampio spazio è riservato, in primo piano, al piazzale stradale… forse carino, ma poco utile ai fini operativi.
Staccando di una decina di cm il binario dallo sfondo, ci sarebbe spazio, oltre il terzo binario, per un quarto costituito da un raccordo, a servizio di una industria da riprodurre "in bassorilievo" verso lo sfondo, o, più semplicemente, per la sosta di qualche veicolo fra un servizio ed il successivo. Inoltre, per una stazione di questo tipo, credo eccessivo avere tre binari serviti da marciapiedi, visto che, al massimo, avresti un treno in arrivo ed uno in partenza; tuttavia esistono eccezioni in tal senso.
Se vuoi prevedere una macchina di manovra, è necessario dotare un binario di rifornitore di gasolio: troppo spesso si vedono nei plastici, automotori e locomotive che operano in impianti privi di qualunque dotazione in tal senso…. in epoca III , per una sogliola, sarebbe forse pensabile ad un rifornimento con taniche da parte dell'operatore di condotta, ma non altrettanto potrebbe essere più avanti nel tempo e per mezzi più grandi. Forse, comunque, vedrei meglio in epoca IV un mezzo da manovra più piccolo di un 245 (riservato, fino a qualche decennio fa, a impianti più importanti), come una sogliola, un badoni o un 214.
Inoltre, realizza se puoi almeno un altro paio di binari nascosti: l'appetito vien mangiando! In una stazione ombra tronca, a meno di utilizzare composizioni reversibili (poco divertenti da far circolare), ciascuna composizione è utilizzabile per una sola coppia di corse, a meno di manovre di ricomposizione nella stazione nascosta. Perciò, con tre binari, potresti far circolare un merci, una coppia di treni passeggeri e una /due automotrici (accodabili sullo stesso binario)…. il minimo, senza possibilità di ampliamento. 20 cm non sono molti, e con quel limite poco di più si può fare...
La mia Fontenuova è più piccola della stazione che proponi (160 cm); di manovre, comunque, se ne possono fare parecchie, per varie ore di divertimento.
Antonio

Per quanto riguarda l'armamento non ho niente in casa, è tutto da acquistare, quindi ben vengano le modifiche in questa fase di progettazione. Metterò mano al progetto: rimuovendo la comunicazione tra 2° e 3° binario, avrò due soli binari per servizio passeggeri, il 3° e quello che dietro a tuo consiglio aggiungerò mi serviranno per divertirmi con qualche manovra merci. In effetti avevo provato a inserire un minimo di paesaggio circostante la ferrovia, ma in così poco spazio preferisco inserire qualche binario in più.
Per la 245 so benissimo che è una forzatura, infatti nel post iniziale parlavo di "licenza poetica"; il punto è che la macchina in questione l'ho già ed è un regalo al quale sono particolarmente affezionato e che non vorrei più vedere chiusa in una scatola. Giustissima osservazione per il binario rifornitore; faccio una domanda: se utilizzassi un carro cisterna adibito a rifornimento su un tronchino dedicato, avrebbe senso? In questo modo potrei anche prevedere la periodica sostituzione del carro vuoto con uno pieno e aumentare le possibilità di esercizio.

Roberto Pernarella ha scritto:
Ma invece della solita stazione, perché non ambienti il tuo diorama in uno scenario industriale?
Avrai più possibilità di gioco e fare molte più manovre!

Indubbiamente lo scenario industriale aumenta le possibilità di manovra (soprattutto se gli spazi disponibili sono modesti, come nel mio caso), ma al contempo non voglio rinunciare al servizio passeggeri; per questo mi sono orientato verso la stazione.

Ho inserito al volo le modifiche; ho inoltre aggiunto nella stazione nascosta delle comunicazioni per permettere il salto della locomotiva dei treni non reversibili (il binario centrale sarà quindi occupato da ALe e ALn).

Aspetto pareri e critiche!
Oliviero


Allegati:
2.jpg
2.jpg [ 73.85 KiB | Osservato 2030 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: IDEE & PROGETTI: Plastirama 2x0,45 m
MessaggioInviato: mercoledì 17 giugno 2020, 18:36 
Non connesso

Iscritto il: martedì 7 febbraio 2006, 9:37
Messaggi: 1545
Una idea: potresti spostare il fabbricato viaggiatori al termine a sx del modulo, in modo da tirare fuori lo spazio per un binario con piano di carico parallelo ai binari di circolazione, sul fronte del plastico.

I treni di materiale ordinario dovrebbero in tal caso, per invertire la locomotiva, retrocedere sul raddoppio, tagliare la loco ed effettuare il giro, con qualche (divertente) ulteriore manovra.

Visto il poco spazio (neanche così poco, 2 m!), ti suggerisco di utilizzare i deviatoi peco corti, recuperando qualche ulteriore cm.

Antonio


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: IDEE & PROGETTI: Plastirama 2x0,45 m
MessaggioInviato: venerdì 19 giugno 2020, 19:49 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 21 giugno 2012, 14:23
Messaggi: 3602
Località: Massa Finalese (MO)
Per me il piano binari della vecchia stazione di Vignola a scartamento ridotto è sempre perfetto per gli impianti che richiedono poco ingombro.
Allegato:
Vignolella.jpg
Vignolella.jpg [ 74.49 KiB | Osservato 1829 volte ]

Una versione veloce veloce adatta alle misure che hai a disposizione. Il fascio principale era a 3 binari, il primo servito da marciapiede, quello di mezzo usato per ricevere i merci, il terzo per girare attorno a carri o carrozze e per accedere allo scalo ed al magazzino merci, che era di fronte al FV. A fianco del magazzino c'era la rimessa-officina (dal 1888 al 1917 questa era la sede centrale della ferrovia Modena-Vignola, quindi la stazione era sede di deposito e officina per le vetturette e le caffettiere in servizio. Lato FV si trovano un paio di binari usati per il ricovero delle carrozze o dei carri non in uso, volendo quello adiacente al primo binario del fascio principale può essere usato anche per ricevere treni reversibili. Io ho aggiunto un raccordo merci (per aumentare un po' il divertimento) che si stacca dal 3° binario. Il piano binari è inclinato pochissimo, 1 grado, quel che basta per scostarlo dal bordo: assume subito tutto un altro aspetto.
Nota: gli edifici sono quelli di Vignola ridotti in 1:87, il piano binari è compresso rispetto al vero, ma non così tanto! Questo è uno dei vantaggi di basarsi su progetti di stazioni di ferrovie a scartamento ridotto, anche per lo scartamento normale.

La stazione nascosta ho provato a farla a 4 binari, bisogna vedere se è effettivamente fattibile. Comunque, il succo non cambia, un tratto rettilineo all'inizio per consentire il salto loco senza invadere la parte a vista, fascio di binari con ali posteriori per il ricovero di locomotive o carri (ogni cm serve) e piattaforma girevole finale. Nel caso della piattaforma, nulla di troppo complesso: basta un binario posato su un pezzo di compensato imperniato in modo che possa girare su se stesso, basta un minimo di attenzione per far sì che gli imbocchi siano precisi. In questo modo si possono anche girare i mezzi, cosa non così utile dato che in stazione non c'è la piattaforma (al vero le locomotivette usate a Vignola erano poco più che caffettiere con 4 ruote, e venivano girate su delle giracarri che trovavano posto tra i binari...) oltre che smistarli tra i vari binari.
Volendo si può piazzare una piccola piattaforma al posto del raccordo, prolungando con un inglese il 3° binario.

Se si adottano scale ridotte, questo progetto si adatta benissimo a spazi ridottissimi.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: IDEE & PROGETTI: Plastirama 2x0,45 m
MessaggioInviato: lunedì 22 giugno 2020, 20:41 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 1 ottobre 2010, 20:04
Messaggi: 37
Grazie mille ad Antonio e Bomby per i suggerimenti. Come si vede dal progetto, in effetti, spostare il FV sul lato sinistro del modulo permette di inserire ulteriori binari per aumentare il divertimento.

Mi sono divertito a ricopiare il progetto di Vignola inserendo qualche piccola modifica.
1- Ho rimosso la rimessa in favore di un'asta di manovra per il raccordo;
2- Ho inserito un binario di stazionamento e rifornimento per una macchina diesel da manovra;
3- Nella stazione nascosta ho levato la piattaforma in favore di una comunicazione tra i binari esterni e quello centrale;
4- Ho rimosso l'inclinazione di 1°;
5- Ho utilizzato armamento Roco cod 83.

Le modifiche 3 e 4 le ho inserite per una questione realizzativa: vorrei cercare il massimo della semplicità dove possibile, visto che partendo da 0 le domande e le incognite sono tante, meglio levarne qualcuna. Per il piano binari inclinato, una volta steso il tracciato sul piano per vederne l'effetto e la "giocabilità", può essere una soluzione che si può implementare, credo valuterò sul momento.
Per l'armamento Peco cod 75 ho l'incognita dell'altezza della rotaia: temo che qualche rotabile un pò più anziano possa avere qualche difficoltà, ma sicuramente guadagnerei centimetri (e realismo con il cuore dello scambio polarizzato); anche questo è un ulteriore punto interrogativo.

Di quest'ultimo progetto copiato da Vignola mi piace la "giocabilità", il piano è quasi totalmente pieno di binari con tante possibilità di manovra, ma al contempo è tutto ordinato.

Chiunque voglia contribuire con critiche ed osservazioni ben venga.
Oliviero.


Allegati:
3.jpg
3.jpg [ 73.46 KiB | Osservato 1601 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: IDEE & PROGETTI: Plastirama 2x0,45 m
MessaggioInviato: martedì 23 giugno 2020, 15:13 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 30 marzo 2016, 11:43
Messaggi: 210
Se il problema dei Peco 75 è l'adattabilità ai vecchi rotabili, con il roco 83 è peggio, perchè, anche se il profilo della rotaia è più alto, gli attacchi delle traversine sono più invasivi dei peco


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: IDEE & PROGETTI: Plastirama 2x0,45 m
MessaggioInviato: martedì 23 giugno 2020, 16:15 
Non connesso

Iscritto il: sabato 26 gennaio 2019, 20:36
Messaggi: 23
Località: Roma
Problemi li potresti avere solo con rotabili molto vecchi, già quelli prodotti negli anni '80-'90 non danno nessun problema.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: IDEE & PROGETTI: Plastirama 2x0,45 m
MessaggioInviato: martedì 23 giugno 2020, 19:02 
Non connesso

Iscritto il: martedì 7 febbraio 2006, 9:37
Messaggi: 1545
Nella Vignola bis che hai disegnato hai soppresso quel curioso incrocio fra i binari secondari.
Così facendo però uno dei due binari che dirama dall'inglese sui binari di Scalo può avere solo la funzione di asta di manovra e quindi e praticamente perso ai fini del gioco.
Rispetto ai Loco Anch'io mi permetto di suggerirti hipeco che fra l'altro sono più compatti e altamente affidabili.
Buon gioco

Antonio


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: IDEE & PROGETTI: Plastirama 2x0,45 m
MessaggioInviato: mercoledì 24 giugno 2020, 11:37 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 21 giugno 2012, 14:23
Messaggi: 3602
Località: Massa Finalese (MO)
Anzi, sui Peco 75 girano rotabili che sui Roco non girano per via dell'altezza degli attacchi.

Quanto all'inclinazione, non è nulla di complicato, non ruba nemmeno troppo spazio. Nel progetto era una curva da 1 metro di raggio e angolo 1°, ruba pochissimo spazio, ma il vantaggio estetico è notevole.

Altra cosa, la piattaforma in stazione nascosta è stata inserita per poter consentire di ricoverare treni della stessa lunghezza sia nella stazione a vista che in quella nascosta: nella tua soluzione la stazione nascosta è molto meno capiente, e quando si litiga con i cm, poter aggiungere una carrozza al treno o no fa una certa differenza! Come dicevo, per la piattaforma non è necessario nulla di complicato, un'assicella in compensato imbullonata al centro in modo che possa ruotare su sé stessa e il binario ben centrato. Per i collegamenti elettrici, si possono usare anche un paio di jack o connettori a banana tra ponte e i vari binari: collegati quando bisogna passare sul ponte, scollegati altrimenti. Visto e considerato il costo degli scambi, la soluzione è molto più economica!


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 15 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  

Duegi Editrice - Viale Francia, 7, 35020 Ponte S. Nicolò (PD). Italy - Tel. 049.711.363 - Fax 049.862.60.77 - duegi@duegieditrice.it - shop@duegieditrice.it
Direttori di testata: Gianfranco Berto - Franco Tanel. Registro Operatori della Comunicazione n° 1199. Partita iva IT 01116210293 Tutti i diritti riservati Duegi Editrice