Duegieditrice.it
http://www.forum-duegieditrice.com/

PLASTICO: SAN SATIRO
http://www.forum-duegieditrice.com/viewtopic.php?f=7&t=37063
Pagina 82 di 86

Autore:  Riccardo Alberoni [ venerdì 9 agosto 2019, 15:03 ]
Oggetto del messaggio:  Re: PLASTICO: SAN SATIRO

Stazione di San Satiro - Foto scattata dalla torre faro lato ovest (demolita nel 1961) del piazzale da fotografo ignoto - Anno 1950, quell'anno "tondo come un pallone" tra la guerra e il duemila ... Gli americani ed i tedeschi in divisa erano andati via ma avevano lasciato "qualche cosa" sui nostri binari.La possente BR52 7592 del DepLoc di Firenze sta per essere sganciata dall'eterogeneo convoglio di carri chiusi proveniente dal porto di Livorno per cederlo alla Ne1200-036 ( matricola USATC 1258) . Per la macchina tedesca sembra si sia trattato di uno degli ultimi servizi sui binari italiani prima di tornare verso l' Austria. Per la "Truman", ma anche per la Gr736.211 che si vede manovrare sui binari afferenti alla rimessa locomotive, ci saranno ancora tanti anni di lavoro immatricolate nel parco dei mezzi FS

Allegati:
IMG_3243w.jpg
IMG_3243w.jpg [ 91.03 KiB | Osservato 6855 volte ]

Autore:  Riccardo Alberoni [ giovedì 29 agosto 2019, 9:25 ]
Oggetto del messaggio:  Re: PLASTICO: SAN SATIRO

... anche se impegni di lavoro mi obbligano a stare lontano dal plastico e dagli amici con i quali condividiamo la passione con tante attività in programma (vero Andrea Mosca ? :) :) ... ma recupereremo presto !) anche qui dalla sede della mia azienda a Cernusco il pensiero va a San Satiro e dopo un pò di tempo inserisco qualche ripresa fatta al "volo" con telefonino mentre stavo testando nei gg scorsi l'impegnativo convoglio ACME "IC SUN"

Qui sotto, per chi gradisce, il link al clip
IC SUN a San Satiro

Le carrozze sono veramente belle per quel che il mio livello di conoscenza specifica del soggetto reale mi consente di avere come riferimento.
Il bianco della livrea, come del resto sulle carrozze FB, ha una tonalità che non è ... "fredda" ed il colpo d'occhio appagante.

Per farle girare bene ho dovuto fare varie prove ed alcuni interventi.

Subito eliminati gli "occhielli" di ancoraggio sulle Z per consentire il movimento del carrello (come sempre per questo tipo di carrozze) - Ho dovuto poi dare un sistematina ai cinematismi interni degli organi di aggancio. Cosa che ho potuto fare visto che ho aperto ogni carrozza per sistemare le tendine parasole ai finestrini.
In alcuni casi i cinematismi tendono ad incastrarsi durante il movimento indotto dalle curve e quando ciò avviene il deragliamento è garantito.
ACME dovrebbe migliorare la progettazione e realizzazione di questo specifico dettaglio fondamentale per il corretto ed affidabile funzionamento sul plastico.
"Basterebbe" (so che non è semplice quando si lavora su stampi già fatti ...) prevedere un paio di mm di copertura dei glifi del cinematismo per prevenire inopportuni impuntamenti e questo inconveniente

Detto questo e dopo qualche amichevole scambio di opinioni con una mezza dozzina di santi del calendario ... ho potuto ammirare questo bel convoglio sul plastico ...

Ciao
Riccardo

PS : L'ETR610 gli spiegava come si viaggia con la massima affidabilità da queste parti ... ;)

Autore:  san_tino [ giovedì 29 agosto 2019, 22:32 ]
Oggetto del messaggio:  Re: PLASTICO: SAN SATIRO

Grazie Riccardo e complimenti, il tuo plastico è come sempre fenomenale :wink: .

Cita:
Ho dovuto poi dare un sistematina ai cinematismi interni degli organi di aggancio. Cosa che ho potuto fare visto che ho aperto ogni carrozza per sistemare le tendine parasole ai finestrini.
In alcuni casi i cinematismi tendono ad incastrarsi durante il movimento indotto dalle curve e quando ciò avviene il deragliamento è garantito.
ACME dovrebbe migliorare la progettazione e realizzazione di questo specifico dettaglio fondamentale per il corretto ed affidabile funzionamento sul plastico.
"Basterebbe" (so che non è semplice quando si lavora su stampi già fatti ...) prevedere un paio di mm di copertura dei glifi del cinematismo per prevenire inopportuni impuntamenti e questo inconveniente


Credo che per molti di noi, possessori di carrozze ACME, potrebbe essere interessante "vedere" le modifiche da te apportate per risolvere il problema
Ciao e grazie

Autore:  Riccardo Alberoni [ venerdì 30 agosto 2019, 18:24 ]
Oggetto del messaggio:  Re: PLASTICO: SAN SATIRO

San-tino , ora non mi è possibile ma appena rientro a San Satiro con una foto si chiarirà tutto

Autore:  san_tino [ venerdì 30 agosto 2019, 21:55 ]
Oggetto del messaggio:  Re: PLASTICO: SAN SATIRO

Grazie Riccardo :wink:

Autore:  Riccardo Alberoni [ lunedì 30 settembre 2019, 22:00 ]
Oggetto del messaggio:  Re: PLASTICO: SAN SATIRO

Grazie a Roco per la bellissima Taurus E190-019 livrea commemorativa Leonardo da Vinci

Un modello da ammirare con la lente di ingrandimento - Superbo

E grazie a Roco per la bellissima clip promozionale alla quale ho aggiunto con tutta la reverenza il modesto contributo che il mio plastico può dare a questa macchina

clip Taurus da Vinci

Autore:  Riccardo Alberoni [ sabato 11 gennaio 2020, 14:16 ]
Oggetto del messaggio:  Re: PLASTICO: SAN SATIRO

Una tra le più belle macchine nel parco FS

La E646-003 quando la sua "casa" era il deposito del Romito
Allegato:
Dscf0640LT.jpg
Dscf0640LT.jpg [ 115.6 KiB | Osservato 4720 volte ]

Autore:  Riccardo Alberoni [ sabato 11 gennaio 2020, 14:20 ]
Oggetto del messaggio:  Re: PLASTICO: SAN SATIRO

Ho scoperto che per le FS le serie dei Caimani sono 3 visto che accorpano nella 1° serie quelle che per la nomenclatura dei costruttori e dei testi "sacri" sono la 1°, la 2° la 3° e la 4°

Qui sono rappresentate tutte le sei serie come noi appassionati siamo abituati a dividerle

Allegato:
Kaimane 01.jpg
Kaimane 01.jpg [ 220.39 KiB | Osservato 4718 volte ]

Allegato:
Kaimane 02.jpg
Kaimane 02.jpg [ 221.97 KiB | Osservato 4718 volte ]

Allegato:
Kaimane 03.jpg
Kaimane 03.jpg [ 216.37 KiB | Osservato 4718 volte ]


E656-001 1° SERIE (Parco Fondazione FS)

E656-250 2° SERIE Dep.Loc. LIVORNO

E656-306 3° SERIE Dep.Loc. MILANO C.le

E655-166 4° SERIE Dep.Loc. LIVORNO

E656-420 5° SERIE Dep.Loc. GENOVA B.le

E656-581 6° SERIE Dep.Loc. ANCONA

Autore:  Rodano89 [ venerdì 17 gennaio 2020, 9:41 ]
Oggetto del messaggio:  Re: PLASTICO: SAN SATIRO

Ho una domanda per il buon Riccardo: come proteggi il plasticone dalla polvere?
Se la memoria non mi inganna usavi un telo :roll: ma non ne sono sicuro.
Oltretutto il tuo impianto è grandicello, non ha una forma "facile" ed ha miliardi di dettagli :shock: ... come fai??

Autore:  Nico78 [ sabato 18 gennaio 2020, 13:24 ]
Oggetto del messaggio:  Re: PLASTICO: SAN SATIRO

Riccardo Alberoni ha scritto:
Ho scoperto che per le FS le serie dei Caimani sono 3 visto che accorpano nella 1° serie quelle che per la nomenclatura dei costruttori e dei testi "sacri" sono la 1°, la 2° la 3° e la 4°

Qui sono rappresentate tutte le sei serie come noi appassionati siamo abituati a dividerle

Allegato:
Kaimane 01.jpg

Allegato:
Kaimane 02.jpg

Allegato:
Kaimane 03.jpg


E656-001 1° SERIE (Parco Fondazione FS)

E656-250 2° SERIE Dep.Loc. LIVORNO

E656-306 3° SERIE Dep.Loc. MILANO C.le

E655-166 4° SERIE Dep.Loc. LIVORNO

E656-420 5° SERIE Dep.Loc. GENOVA B.le

E656-581 6° SERIE Dep.Loc. ANCONA


Una collezione di Caimani ideale e ben congeniata, riesci a riempire tutte le varianti, ovvero tutte e 6 le serie, livrea d'origine e livrea xmpr, sia con logo verde/azzurro che tricolore, almeno una trasformata in e655, una navetta, una storica che è pure senza vomere, davvero i miei complimenti!!!

Autore:  Tz [ sabato 18 gennaio 2020, 14:21 ]
Oggetto del messaggio:  Re: PLASTICO: SAN SATIRO

Attento che tutte quelle loco in deposito con i pantografi giù e i fanali accesi buttano a terra le batterie ! :mrgreen:

Autore:  Riccardo Alberoni [ sabato 1 febbraio 2020, 0:03 ]
Oggetto del messaggio:  Re: PLASTICO: SAN SATIRO

Rodano89 ha scritto:
Ho una domanda per il buon Riccardo: come proteggi il plasticone dalla polvere?
Se la memoria non mi inganna usavi un telo :roll: ma non ne sono sicuro.
Oltretutto il tuo impianto è grandicello, non ha una forma "facile" ed ha miliardi di dettagli :shock: ... come fai??


No, nessun telo. La polvere me la sono fatta "amica" ... Toglierla dai rotabili è una prassi normale - Ogni due, tre mesi quelli sul plastico vengono sostituiti e prima di rientrare in deposito li spolvero ben benino - Quelli che entrano in servizio vengono testati ed eventualmente manutenuti e lubrificati

Tengo ad aggiungere che l'ambiente è tenuto sempre con le finestre chiuse e questo aiuta a limitare la polvere che comunque si depone sul plastico ma strade, tetti , auto e mezzi stradali, pensiline, marciapiedi sono spolverati ed "aspirati" spesso ed a rotazione

La trovo una cosa estremamente rilassante e che mi consente di spostare mezzi ed anche personaggi creando nuove scenette oppure trovare idee ed aggiungere particolari

Aggiungo che su tetti, strade, marciapiedi NON LA POLVERE , che è orrenda nelle foto macro, ma una patina uniforme lasciata dal tempo aiuta a dare corpo e sostanza alla patinatura

Per quanto riguarda invece i grandi spazi verdi e boschivi non spolvero ma ... passo un getto d'aria che smuove la polvere ( ovviamente prima di spolverare ed aspirare i punti di cui sopra) sempre ogni tre, quattro mesi
Quando ci sono zone da rimpolpare con floccanti ... colla spray e con pazienza si fa rifiorire tutto

Alla base ti tutto ... tanta pazienza ma se non si ha ... meglio cambiare hobby :wink:

Autore:  Emilio T. [ sabato 1 febbraio 2020, 11:50 ]
Oggetto del messaggio:  Re: PLASTICO: SAN SATIRO

Riccardo Alberoni ha scritto:
Rodano89 ha scritto:
Ho una domanda per il buon Riccardo: come proteggi il plasticone dalla polvere?
Se la memoria non mi inganna usavi un telo :roll: ma non ne sono sicuro.
Oltretutto il tuo impianto è grandicello, non ha una forma "facile" ed ha miliardi di dettagli :shock: ... come fai??



Alla base ti tutto ... tanta pazienza ma se non si ha ... meglio cambiare hobby :wink:



Vero! Realizzare un plastico è come crescere un figlio. Tanto ma tanto lavoro per costruirlo, tanto lavoro per mantenerlo efficiente, dalla pulizia, alla manutenzione spesso veramente dolorosa (immaginiamo là sostituzione di un motore di uno scambio in posizione scomoda o il blocco elettrico di un decoder o altro apparato non proprio risolvibile all’istante). Alla fine il GIOCO, che dopo tanta fatica ripaga i nostri sogni, ma come dice Riccardo bisogna essere disposti ad avere tanta tanta pazienza.....

Emilio

Autore:  arlecchino [ sabato 1 febbraio 2020, 16:20 ]
Oggetto del messaggio:  Re: PLASTICO: SAN SATIRO

Emilio T. ha scritto:
....Vero! Realizzare un plastico è come crescere un figlio. Tanto ma tanto lavoro per costruirlo, tanto lavoro per mantenerlo efficiente...Emilio


.....ed anche tanti, ma tanti soldi per crescerli...entrambi. :mrgreen:
alb erto

Autore:  Riccardo Alberoni [ domenica 19 aprile 2020, 15:15 ]
Oggetto del messaggio:  Re: PLASTICO: SAN SATIRO

... 260 "omini Preiser" da dipingere (in foto i primi 130)

Allegato:
file1.jpeg
file1.jpeg [ 129.65 KiB | Osservato 2257 volte ]


Se non venivo condannato agli arresti domiciliari non avrei mai potuto farlo ...

Allegato:
file-5.jpeg
file-5.jpeg [ 98.25 KiB | Osservato 2257 volte ]


Avanti c'è posto a San Satiro :D :wink:

Pagina 82 di 86 Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]

Duegi Editrice - Viale Francia, 7, 35020 Ponte S. Nicol (PD). Italy - Tel. 049.711.363 - Fax 049.862.60.77 - duegi@duegieditrice.it - shop@duegieditrice.it
Direttori di testata: Gianfranco Berto - Franco Tanel. Registro Operatori della Comunicazione n 1199. Partita iva IT 01116210293 Tutti i diritti riservati Duegi Editrice