Oggi è venerdì 7 agosto 2020, 5:13

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 11 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Riuscirò prima o poi a realizzarlo
MessaggioInviato: sabato 18 aprile 2020, 10:58 
Non connesso

Iscritto il: sabato 18 febbraio 2006, 22:49
Messaggi: 644
Cari amici, come molti altri "colleghi" fermodellisti, da decenni ho l'intenzione di realizzare il mio plastico, dove far correre i miei numerosi modelli attualmente chiusi tristemente in scatola. Anni fa, avendo un'altra situazione abitativa, avevo progettato un plastico abbastanza grande e completo che tutto sommato mi soddisfaceva. Oggi vivo in un'altra città e da un paio di anni ho acquistato casa con una cantina non troppo piccola, dove volevo finalmente realizzare un plastico. In questi giorni di forzata reclusione e pochi impegni, ho iniziato a ragionare su una proposta che vi sottopongo, per poter confrontare anche i vostri pareri e le vostre esperienze. L'idea è quella di realizzare una stazione non importantissima, ma comunque con un certo traffico su una linea a semplice binario abbastanza importante e trafficata. Pur non riproducendo esattamente nessuna stazione in particolare, pensavo di ispirarmi alla linea Eccellente - Rosarno via Tropea, dove negli anni, in particolare in alcuni periodi di interruzione della più moderna variante via Mileto, sono circolati anche treni abbastanza importanti e con un traffico non trascurabile. L'ambientazione, piuttosto ampia per poter far circolare (ovviamente non contemporaneamente) tutti i miei modelli, andrebbe dalla seconda metà degli anni '80 fino ai primi anni 2000. Oltre alla stazione in vista, con tre binari e un piccolo scalo merci, come esisteva in tutte le stazioni fino a qualche decennio fa, ho pensato a una stazione nascosta, realizzata sotto la stazione principale, con un fascio di binari dove sostare i treni in attesa di fare la loro comparsa sulla superficie del plastico e un piccolo fascio di binari tronchi da usare come "rimessa locomotive".
Non mi dilungo ancora con la spiegazione, ma lascio spazio alle immagini e attendo i vostri consigli e critiche.


Allegati:
Commento file: Stazione nascosta
Proposta 2 plastico cantina nascosta.jpg
Proposta 2 plastico cantina nascosta.jpg [ 202.44 KiB | Osservato 2263 volte ]
Commento file: Stazione in superficie
Proposta 2 plastico cantina.jpg
Proposta 2 plastico cantina.jpg [ 194.26 KiB | Osservato 2263 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Riuscirò prima o poi a realizzarlo
MessaggioInviato: domenica 19 aprile 2020, 11:03 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 5 settembre 2016, 13:17
Messaggi: 585
Bellissimi i raggi di curvatura realistici, pero' vai fuori "sagoma limite" col terzo binario.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Riuscirò prima o poi a realizzarlo
MessaggioInviato: domenica 19 aprile 2020, 11:55 
Non connesso

Iscritto il: sabato 18 febbraio 2006, 22:49
Messaggi: 644
Sì, hai ragione, ma è un problema di non difficile soluzione, o allargando di qualche centimetro il piano del plastico in quella zona priva di ostacoli, oppure aumentando un po' il raggio di curvatura del terzo binario.

Inviato dal mio LG-M700 utilizzando Tapatalk


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Riuscirò prima o poi a realizzarlo
MessaggioInviato: domenica 19 aprile 2020, 18:46 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 10 agosto 2015, 1:15
Messaggi: 645
per prima cosa dovresti pubblicare le quote dell'attuale piano del plastico che hai realizzato. Secondo me quella parte obliqua in alto a destra andrebbe ampliata in modo da fare respirare maggiormente la ferrovia

Inviato dal mio Mi 9 Lite utilizzando Tapatalk


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Riuscirò prima o poi a realizzarlo
MessaggioInviato: lunedì 20 aprile 2020, 8:38 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 13 gennaio 2006, 3:48
Messaggi: 1092
Località: 'Lisondria...
Fare un plastico "in curva" è un'ottima soluzione quando non si ha spazio il lunghezza. Inoltre è a mio parere molto più bello da vedere.
Anche io ho fatto così.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Riuscirò prima o poi a realizzarlo
MessaggioInviato: lunedì 20 aprile 2020, 15:25 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 10 agosto 2015, 1:15
Messaggi: 645
Se posso, potresti pensarlo in questo modo: al posto della zona amovibile ci piazzi due belle elicoidali che collegano i vari livelli dell'impianto mentre il layout a vista che ospiterà la stazione lo mantieni curvilineo


Allegati:
Plastico Aiupira.png
Plastico Aiupira.png [ 246.5 KiB | Osservato 1723 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Riuscirò prima o poi a realizzarlo
MessaggioInviato: lunedì 20 aprile 2020, 20:50 
Non connesso

Iscritto il: sabato 18 febbraio 2006, 22:49
Messaggi: 644
Ci avevo pensato anche io agli elicoidali, però lì avevo scartati per lo spazio eccessivo che occupano. Ma nulla vueta di ripensarci.

Inviato dal mio LG-M700 utilizzando Tapatalk


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Riuscirò prima o poi a realizzarlo
MessaggioInviato: lunedì 20 aprile 2020, 22:31 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 10 agosto 2015, 1:15
Messaggi: 645
Dalle foto che hai caricato di spazio ne hai a sufficienza; tieniti sui 500 mm raggio interno e non dovresti aver problema con nulla.

Gli elicoidali non sono solo funzionali ma, se realizzati a dovere, anche molto eleganti alla vista. Senza contare che guadagni metri e metri di ferrovia a gratis, che puoi sfruttare per far passare il tempo fra un transito in stazione ed il successivo.

Inviato dal mio Mi 9 Lite utilizzando Tapatalk


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Riuscirò prima o poi a realizzarlo
MessaggioInviato: martedì 21 aprile 2020, 17:23 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 21 giugno 2012, 14:23
Messaggi: 3599
Località: Massa Finalese (MO)
Ciao aipiura, se guardi qui in fondo alla pagina viewtopic.php?f=7&t=64879&start=345 ho postato il progetto di un plastico che secondo me potrebbe adattarsi bene allo spazio che hai a disposizione. La descrizione è in quel topic e non la riporto qui.

Ad ogni modo, cambiando qui e là un paio di particolari, potrebbe benissimo fare al caso tuo. L'ambientazione è padana, ma il piano binari (magari semplificato) può essere di ispirazione per il tuo progetto. Come scrivevo di là, il sistema di armamento ipotizzato è il Peco SL-75, ma ovviamente la precisione di un disegno in scala 1:20 è abbastanza approssimativa.

In merito al tuo progetto, noto 2 difetti. Primo, inutile fare la stazione enormemente lunga se poi la stazione nascosta può accogliere treni molto più corti. E' vero che i treni normalmente sono più lunghi delle stazioni, e che questo è un aspetto che è bene riprodurre sul plastico se se ne ha la possibilità, però nel tuo caso mi pare che tu abbia esagerato. Secondo: fare la stazione con raggio di curvatura ampio non serve a nulla se subito fuori si incontra una curva particolarmente brusca, anche se per i nostri standard è larga. Meglio mantenere un raggio di curvatura "uniforme", o meglio, omogeneo, sia dentro alla stazione che fuori. Il transito dei treni sarà ancora più realistico. E, non mi stancherò mai di ripeterlo, i raccordi parabolici qando si passa da rettilineo (anche uno scambio) a curva! Fanno guadagnare 1000 punti nella qualità percepita dell'impianto, si nota nettamente meno lo sbandierare delle carrozze, anche se la curva è stretta.
Altro aspetto: hai considerato la pendenza delle rampe, il dislivello e la necessaria presenza dei raccordi verticali per accordare il tratto in piano e quello a piena pendenza? In una stazione sotterranea più cm a disposizione ho per poter muovere le mani, meglio è. Significa poter accedere meglio ai motori sottoplancia della stazione a vista o sui rotabili sviati, o sui collegamenti elettrici. Pochi cm sono scomodi. Delle due, meglio un paio di elicoidali (o anche uno solo con il cappio dall'altra parte, vedi la soluzione che ho proposto nell'altro topic), che consentono di guadagnare spazio in altezza in modo illimitato.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Riuscirò prima o poi a realizzarlo
MessaggioInviato: giovedì 23 aprile 2020, 21:29 
Non connesso

Iscritto il: sabato 18 febbraio 2006, 22:49
Messaggi: 644
Alcune precisazioni e risposte a Bomby. Il plastico che tu consigli non mi entusiasma molto per l'eccesso di binari, la poca o nulla piena linea e i binari di stazione corti. Per quanto riguarda il mio progetto, la stazione nascosta ha lunghezza dei binari quasi uguale alla stazione in vista, quindi questo problema non si pone; il raggio "stretto" (sempre maggiore di 650 mm) appena fuori della stazione, purtroppo è necessario e magari potrebbe essere occultato con una galleria o altro, ma almeno in stazione c'è un raggio quasi realistico e non si vedranno carrozze inclinate di 30° l'una rispetto all'altra o marciapiedi distanti 1 cm dalle carrozze per garantire la circolabilità. Per quanto riguarda le pendenze, sul lato sinistro non ci sono assolutamente problemi, c'è tutto lo spazio per arrivare a 15 cm di altezza con una pendenza inferiore al 2,5%, iniziando la pendenza fuori dagli scambi. A destra, essendo più ridotte le distanze, ho qualche difficoltà in più a raggiungere quella altezza con pensenze contenute.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Riuscirò prima o poi a realizzarlo
MessaggioInviato: venerdì 24 aprile 2020, 16:13 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 21 giugno 2012, 14:23
Messaggi: 3599
Località: Massa Finalese (MO)
Non ho scritto che dovresti copiare quel progetto: tu hai due pareti in più e questo fa tutta la differenza!

Beh il numero di binari si può ridurre, quella è una stazione in cui arrivano 2 linee concesse, non si possono piazzare solo 2 binari. Tira via il 5° e il 6° e il deposito e vedrai che la stazione sarà molto meno affollata. Se poi una lunghezza utile dei binari di ben più di 2 metri ti sembra poca (il primo binario fa circa 2,7 m tra segnale e segnale)... Ovviamente manca piena linea perchè o i binari sono lunghi o la piena linea è lunga, lo spazio quello rimane. Prova a prendere quella stazione con i primi 4 binari e a piazzarli nel tuo progetto. Tu volendo potresti anche allargare il raggio di curvatura dei binari in stazione, dato che non ti ritroveresti con lo sfondo completamente irraggiungibile e il cappio potresti spostarlo oltre sulla quarta parete corta. La piena linea e il cappio li metti nella parete a sinistra.

Poi, 15 cm di differenza di altezza sono maledettamente pochi: fai 5 cm il telaio del piano superiore a stare scarsi (molto), ti avanzano 10 cm di luce libera: pochini, se devi aggiustare il motore di uno scambio un po' lontano dal bordo c'è da tirare giù tutti i santi, anche quelli che non sono inclusi nel primo di novembre, e basta una manovra sbagliata per fare strike nei convogli ricoverati. E, per inciso, il binario più lungo della stazione sotto ha una lunghezza che è i 3/4 del binario più lungo della stazione sopra, con le misure ho occhio.

Io trovo poi molto più realistico avere un raggio di curvatura grossomodo paragonabile in tutto lo sviluppo della linea a vista: non è che se hai fatto la stazione con i raggi di curvatura ampi per evitare lo spanciamento delle carrozze poi ci piazzi una curva stretta (65 cm non sono pochi, ma paragonati a qualche metro lo sono) subito dopo puoi risolvere il problema con una collina: le carrozze iniziano a spanciare sia prima della curva che dopo, quindi la galleria deve coprire anche questa distanza. E poi perchè perdere cm utili di piena linea per coprire il binario con una galleria? Meglio piazzarle dove sono più utili! Nella tua situazione, realizzerei la stazione a vista in piena curva con un raggio di circa 1,5 m, che è lo stesso -grossomodo- del ramo esterno degli scambi curvi Peco. Facendo questo gli scambi si inseriscono in modo particolarmente armonioso nella curva, anche se li piazzi a metà, e poi si riesce a pianificare tutta la radice della stazione in piena curva senza impazzire troppo con le compensazioni per avere i binari paralleli. Raccordi parabolici tra rettilinei e curve, e tra curve larghe e strette (non fanno male nemmeno nella marcia dei modelli), e via andare. Ottieni un impianto che non occupa troppo spazio al centro della stanza, che può essere usato anche per piazzarci il tavolo di lavoro o per altri scopi civili, e che ha curve ragionevolmente ampie in tutta la parte a vista. 1,5 m corrispondono a 130 m di raggio al vero, non tanti, ma comunque molto ragionevoli in H0...


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 11 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 20 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  

Duegi Editrice - Viale Francia, 7, 35020 Ponte S. Nicolò (PD). Italy - Tel. 049.711.363 - Fax 049.862.60.77 - duegi@duegieditrice.it - shop@duegieditrice.it
Direttori di testata: Gianfranco Berto - Franco Tanel. Registro Operatori della Comunicazione n° 1199. Partita iva IT 01116210293 Tutti i diritti riservati Duegi Editrice