Oggi è sabato 4 luglio 2020, 19:51

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 33 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: ELETTROTECNICA: motore scambi PECO
MessaggioInviato: lunedì 5 ottobre 2009, 10:46 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 5 marzo 2008, 11:53
Messaggi: 80
Località: Bolzano/Bozen
Ciao a tutti, nel plastico che sto costruendo ho montato, nella stazione fantasma, scambi inglesi PECO con motore a bobina montato non sottoplancia ma utilizzando l'apposito adattatore PL 12 per un montaggio laterale...ebbene ho problemi con il funzionamento, nel senso che il motore (nonostante la proverbiale forza) non sposta gli aghi per il troppo attrito...ho provato a lubrificare e regolare l'altezza del supporto rispetto al binario ma niente...qualcuno ha consigli? O può propormi qualche soluzione alternativa? Grazie


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Motore scambi PECO
MessaggioInviato: lunedì 5 ottobre 2009, 13:37 
Non connesso

Iscritto il: martedì 7 febbraio 2006, 9:37
Messaggi: 1539
Il problema è che il PL12 aggiunge una molla di fine corsa alla molla già presente nel deviatoio Peco.
Perché la resistenza non cresca troppo, dovresti provare a rimuovere il dispositivo di blocco a fine corsa del PL12, rimuovendo un pezzetto di plastica che trattiene il filo d'accaio sagomato a V per il fine corsa.
Questo dispositivo, infatti, occorre solo laddove si voglia utilizzare il PL 12 per motorizzare deviatoi senza il fine corsa.
Così non dovresti avere problemi.
In ogni caso, il poblema non è dato dalla "insufficienza" del motore PL10, quanto piuttosto da quella dell'alimentatore che adotti, o,ancora più esattamente, dalla mancanza di un dispositivo a scarica di condensatore che ti permetta di disporre di un impulso di comando adeguato al picco di assorbimento della manovra.

Saluti

Antonio Federici


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Motore scambi PECO
MessaggioInviato: lunedì 5 ottobre 2009, 16:10 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 5 marzo 2008, 11:53
Messaggi: 80
Località: Bolzano/Bozen
Grazie della risposta, ovviamente avevo già provveduto a togliere prima di montarli la molla di fine corsa...quello che non mi convince è il funzionamento meccanico dell'articolo. Questo succede solo con gli scambi inglesi...non so se il dispositivo a scarica di capacitore riesca a risolvere il problema o se dipenda maggiormente dagli attriti in gioco.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Motore scambi PECO
MessaggioInviato: martedì 3 novembre 2009, 16:25 
Non connesso

Iscritto il: martedì 31 gennaio 2006, 11:01
Messaggi: 17
Ho avuto anch'io problemi del genere, soprattutto se il cablaggio è lungo e con piccola sezione , aggiungerei che oltre a togliere la molla dal dispositivo PL12 occorre spostare nella posizione a minore resistenza l' "aggeggio" apposito che su trova sullo scambio e che blocca la molla di fine corsa dello stesso, nonchè utilizzare un alimentatore dotato di un numero adeguato di VA (voltAmpere).


Luciano


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Motore scambi PECO
MessaggioInviato: martedì 3 novembre 2009, 18:14 
Non connesso
Site Admin

Iscritto il: giovedì 12 gennaio 2006, 10:06
Messaggi: 2995
1) se hai tolto la molla fermascambio dall'adattatore (ma NON dal tirante degli aghi!)
2) se non ci sono schegge di legno, segatura, gocce di stagno che frenano il movimento
3) se l'alimentatore ha una tensione di uscita e una potenza adeguata

e nonostante ciò non scatta... allora... ci vuole un bel circuito a scarica capacitiva. gli dai una bella botta a 25 V e vedrai come scatta...


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Motore scambi PECO
MessaggioInviato: martedì 3 novembre 2009, 18:34 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 5 aprile 2006, 16:11
Messaggi: 4340
Località: Pistoia
Prova con questo.

Immagine

Di condensatori da 4700 uF puoi metterne anche uno solo, con due però è ancora meglio.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Motore scambi PECO
MessaggioInviato: mercoledì 4 novembre 2009, 12:41 
Non connesso

Iscritto il: domenica 15 luglio 2007, 9:46
Messaggi: 5914
Località: Trieste
Dato che la corrente di carica dei condensatori è piuttosto elevata (scarichi è come se fossero in corto), suggerirei un ponte da 5 A o più, con un trasformatore da 15 VA a 15 V, 1A nominale.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Motore scambi PECO
MessaggioInviato: mercoledì 4 novembre 2009, 15:58 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 5 aprile 2006, 16:11
Messaggi: 4340
Località: Pistoia
Non credo che cambi molto, poiché la corrente di picco in carica è limitata alla prima onda, che divisa su due diodi è ben tollerata secondo le caratteristiche dei più normali diodi in commercio. Alla limitazione contribuisce anche la resistenza interna del generatore, in questo caso il trasformatore, con le resistenze degli avvolgimenti primario e secondario. Naturalmente un ponte da 5 A è meglio. :D


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Motore scambi PECO
MessaggioInviato: giovedì 5 novembre 2009, 11:30 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 13 gennaio 2006, 20:13
Messaggi: 765
Località: roma
in quanto tempo si ricarica il condensatore?

gery


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Motore scambi PECO
MessaggioInviato: giovedì 5 novembre 2009, 13:26 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 21 marzo 2008, 20:09
Messaggi: 385
Località: Tra Murgia e Salento
in niente..........

in pratica, da come è disegnato lo schema, mi pare di capire che il cuircuito sfrutta per un abobina del motore la scarica del condensatore, per l'altra bobina invece la ricarica.
infatti, tramite il doppio deviatore, sono collegate una al positivo, l'altra al negativo dell'alimentatore.

il tempo di scarica/ricarica del condensatore è quindi dipendente dall'impedenza delle bobine e si può tranquillamente stimare trascurabile.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Motore scambi PECO
MessaggioInviato: giovedì 5 novembre 2009, 14:23 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 16 maggio 2008, 17:56
Messaggi: 622
Località: AscoliPiceno
quando avevo il plastico lo stesso alimentatore che azionava tranquillamente contemporaneamente 4 deviatoi roco(scala N) non riusciva ad azionare 2 Peco con Pl10 ,il piu' lontano si inceppava continuamente non riuscendo mai a terminare la corsa tanto da farmi credere a difetti meccanici.Poi ,su suggerimento ,alimentazione con alimentatore piu' prestante ,tutti i problemi scomparvero.Potenti si' ma anche grandi bevitori di corrente
Saluti Salvatore


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Motore scambi PECO
MessaggioInviato: giovedì 5 novembre 2009, 15:10 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 5 aprile 2006, 16:11
Messaggi: 4340
Località: Pistoia
Cita:
in pratica, da come è disegnato lo schema, mi pare di capire che il cuircuito sfrutta per un abobina del motore la scarica del condensatore, per l'altra bobina invece la ricarica.
infatti, tramite il doppio deviatore, sono collegate una al positivo, l'altra al negativo dell'alimentatore.


Esatto.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Motore scambi PECO
MessaggioInviato: mercoledì 18 novembre 2009, 11:23 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 13 aprile 2006, 11:34
Messaggi: 1955
Località: San Remo
Ma quanto assorbe un motore Peco ? 300/400 milliampere ?
Riccardo


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Motore scambi PECO
MessaggioInviato: giovedì 19 novembre 2009, 17:59 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 5 aprile 2006, 16:11
Messaggi: 4340
Località: Pistoia
Non l'ho misurato, ma credo che si vada intorno ad 1A.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Motore scambi PECO
MessaggioInviato: venerdì 20 novembre 2009, 10:15 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 13 aprile 2006, 11:34
Messaggi: 1955
Località: San Remo
Cazzarola, un po' tantino ! Sei sicuro, o perlomeno, qualcuno ha dati più attendibili ?
Riccardo


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 33 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 17 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  

Duegi Editrice - Viale Francia, 7, 35020 Ponte S. Nicolò (PD). Italy - Tel. 049.711.363 - Fax 049.862.60.77 - duegi@duegieditrice.it - shop@duegieditrice.it
Direttori di testata: Gianfranco Berto - Franco Tanel. Registro Operatori della Comunicazione n° 1199. Partita iva IT 01116210293 Tutti i diritti riservati Duegi Editrice