Duegieditrice.it
http://www.forum-duegieditrice.com/

PLASTICO: Gattangeli
http://www.forum-duegieditrice.com/viewtopic.php?f=7&t=96029
Pagina 17 di 18

Autore:  claudio.mussinatto [ venerdì 21 febbraio 2020, 7:13 ]
Oggetto del messaggio:  Re: PLASTICO: Gattangeli

Condoglianze ...quando un Maestro ci lascia per noi è una perdita , per voi solo il tempo colmerà in parte il vuoto lasciato.
Tenete vivi i ricordi, vi aiuterà e lo porterete sempre con voi al vostro fianco.

Autore:  nerofumo [ venerdì 21 febbraio 2020, 14:03 ]
Oggetto del messaggio:  Re: PLASTICO: Gattangeli

Messaggio che lascia un segno nel cuore. Sentite condoglianze
Alberto

Autore:  snajper [ venerdì 21 febbraio 2020, 21:40 ]
Oggetto del messaggio:  Re: PLASTICO: Gattangeli

Letto solo ora... condoglianze.

Autore:  san_tino [ venerdì 21 febbraio 2020, 23:03 ]
Oggetto del messaggio:  Re: PLASTICO: Gattangeli

Condoglianze Maurizio ....

Santino

Autore:  leomonti [ venerdì 21 febbraio 2020, 23:13 ]
Oggetto del messaggio:  Re: PLASTICO: Gattangeli

Condoglianze.

Autore:  ultimotreno [ sabato 22 febbraio 2020, 2:32 ]
Oggetto del messaggio:  Re: PLASTICO: Gattangeli

Prima di scrivere questa dedica , temevo e davo per scontato di ricevere delle critiche, per un uso improprio del forum, ed invece mi sono clamorosamente e felicemente sbagliato.Grazie di cuore a : Marco “Treno amaranto” – Claudio Mussinatto – nerofumo – snajper – san_tino – leomonti – Adesso credo sia opportuno ritornare, come si suol dire, sul corretto tracciato o meglio sul normale tracciato quale è il mondo del modellismo ferroviario. Qualche foto sullo stato attuale dei lavori, appena posso ne farò qualche altra.

Allegati:
IMG_20200205_140837.jpg
IMG_20200205_140837.jpg [ 137.92 KiB | Osservato 2718 volte ]
IMG_20200205_140743.jpg
IMG_20200205_140743.jpg [ 153.46 KiB | Osservato 2718 volte ]
IMG_20200205_141033.jpg
IMG_20200205_141033.jpg [ 167.88 KiB | Osservato 2718 volte ]

Autore:  claudio.mussinatto [ sabato 22 febbraio 2020, 7:48 ]
Oggetto del messaggio:  Re: PLASTICO: Gattangeli

Scrostalo un pò di meno...sembra che abbiano cambiato gli infissi,rifatto gli impianti e fatto passare la fibra :lol: :lol: :lol: , ossia in attesa di una definitiva ritinteggiatura. Poi se si è scrostato il colore , sotto non è detto che sia così bianco come se fosse accaduto su tutto il fabbricato nello stesso momento...o almeno io la vedo così...

Autore:  bigboy60 [ sabato 22 febbraio 2020, 10:18 ]
Oggetto del messaggio:  Re: PLASTICO: Gattangeli

Ciao ultimotreno,
a me, invece, la stazione piace allo stato della foto.
Anche perché, a ben guardare, le scrostature sono sì per la maggior parte bianche, ma ce ne sono anche alcune grigio chiaro.
Ritengo sia ragionevole pensare che, in un' ambientazione soleggiata del centro-sud, non si creino macchie di umidita', che sarebbero grigio scuro / verdastro scuro.
Il dettaglio della parete laterale col lavello e relativo tubo+rubinetto e del rubinetto col tubo flessibile avvolto e' meraviglioso, quasi "esagerato" per la piccola scala H0.
A mio gusto, per aumentare ulteriormente l' aspetto vissuto, non gusterebbero dei cartelli pubblicitari, magari stinti e scrostati.
Buon we e buoni trenini
Stefano.

Autore:  san_tino [ sabato 22 febbraio 2020, 21:50 ]
Oggetto del messaggio:  Re: PLASTICO: Gattangeli

Ciao Maurizio, sono in parte d'accordo con Mussinatto, ma lo stato di invecchiamente ottenuto è veramente notevole.
Se hai voglia e tempo ci puoi raccontare come hai ottenuto tale risultato? ...
Grazie
Santino

Autore:  marcodiesel [ domenica 23 febbraio 2020, 13:35 ]
Oggetto del messaggio:  Re: PLASTICO: Gattangeli

ma e' una stazione a Beirut o? no dai, troppo esagerato l'invecchiamento cosi. bello ma va per una stazione demolenda... un cascinale abbandonato...

Autore:  ultimotreno [ domenica 23 febbraio 2020, 17:23 ]
Oggetto del messaggio:  Re: PLASTICO: Gattangeli

Marcodisel, a voler essere ottimisti, cosa che io non sono, in quello che hai scritto io ci vedo qualcosa di positivo e lo interpreto come un complimento, quando affermi che l'invecchiamento è bello, ma esagerato per una stazione. Perche , pensa te...era proprio quello che volevo ottenere!Trovo però imbarazzante esprimere giudizi positivi o negativi non ha importanza , su qualcosa che evidentemente non hai capito cosa rappresenta. Se ti va ti invito a ritornare a pagina 15 per saperne di piu. Sinteticamente: non è una stazione ( mi chiedo come hai fatto a confonderlo, c'è anche una scritta...) L'edificio (quello vero) a cui mi sono ispirato risale agli anni 20”/30” ed il modello sarà collocato all'interno di uno scalo merci ambientato in tarda epoca terza seconda metà degli anni 60 ”dove al vero questi edifici il più delle volte erano in attesa o di essere ristrutturati o adirittura demoliti e ricostruiti secondo i canoni dell'architettura degli anni 70” Ultima cosa , negli scali merci di quegli anni vigeva lo sporco di fumo, olio, carbone, ruggine, non somigliavano per niente alle spiagge e alle ville di Miami Beach, ed questo che vorrei ricreare 87 volte più piccolo. Quindi preparati, se odi il vissuto e lo sporco girati dall'altra parte, io ti ho avvertito! :D

Autore:  Ludovico Icardi [ giovedì 27 febbraio 2020, 14:54 ]
Oggetto del messaggio:  Re: PLASTICO: Gattangeli

Mi unisco alle condoglianze degli altri forumisti...
Il magazzino merci è veramente spettacolare, invecchiamento davvero notevole! Trasmette proprio quella sensazione di trascuratezza degli edifici ferroviari di servizio! Top, continua così!
Ciao!
Ludovico

Autore:  ultimotreno [ domenica 15 marzo 2020, 1:05 ]
Oggetto del messaggio:  Re: PLASTICO: Gattangeli

Salve, a seguito della grave situazione che stiamo vivendo, mi sono imposto un momento di silenzio, ma vedo che il forum comunque va avanti e credo che sia giusto così, quindi per quanto sopra mi scuso per le risposte in ritardo. Grazie Ludovico Icardi, anche da parte di mia moglie, mi fa piacere che il lavoro è di tuo gradimento. Grazie anche a Stefano Bigboy60 e San_tino. Ciao San_tino per quanto rigurda il procedimento, la priorità per me è andare sul posto e vedere, misurare e fotografare ciò che devo riprodurre. In questo caso l'edificio reale presentava delle crepe dove la pittura, ormai “cotta” si staccava facilmente con due dita scoprendo l'intonaco bianco al di sotto, per farti capire mi viene in mente l'effetto quando si sguscia un uovo sodo. Ti ricordo che la mia materia prima è il compensato, per cui la procedura che vado a descrivere la ritengo valida solo per questo tipo di materiale e ci tengo a precisare che tale tecnica comporta un notevole impiego di tempo. Quindi dopo aver carteggiato il compensato, passo un velo di stucco solo in alcune parti che poi andrò a dipingere in grigio/cemento, in questa fase devo ricordarmi/segnarmi queste zone. Successivamente passo lo stucco su tutta la superficie anche sopra quelle in grigio. Procedo poi a dipingere, in questo caso usando il color senape, diluendo dove occorre per creare l'effetto scolorito, avendo come riferimento le foto scattate sul posto. Quando è tutto asciutto, dove voglio creare un scrostatura, procedo a scartavetrare quel punto e sotto comparirà il bianco dello stucco. Se desidero creare una scrostatura più profonda andrò ad agire in quei punti pitturati in grigio, lì si formeranno ben tre strati, pittura senape, stucco bianco, stucco in grigio più profondo che simula la malta all'origine della costruzione. La cosa che a me piace e che le crepe come al vero, seppur piccole, 1 o 2 mm. sono tridimensionali. Nelle terrazze i parapetti e le mura, dell'edificio reale, forse perche maggiormente esposte, più che crepe presentavano un degrado uniforme e profondo. Preciso che la base del modello di 3 mm di spessore sarà coperta da un marciapiede in piastrelle di cemento, riportando la soglia delle porte a filo della superficie. Inoltre per avere un punto di riferimento per valutare le dimensioni delle piccole crepe, il pluviale che si vede in una foto e spesso 1 mm. Ovviamente all'edificio mancano ancora numerosi dettagli, però come spesso mi succede dopo un po' mi stufo, e per non commetere errori ho deciso che ci metterò mani più avanti. Adesso mi servono le rampe di accesso del magazzino merci...

Allegati:
5.jpg
5.jpg [ 123.7 KiB | Osservato 1623 volte ]
4.jpg
4.jpg [ 111.76 KiB | Osservato 1623 volte ]
3.jpg
3.jpg [ 112.44 KiB | Osservato 1623 volte ]
2.jpg
2.jpg [ 122.44 KiB | Osservato 1623 volte ]
1.jpg
1.jpg [ 125.74 KiB | Osservato 1623 volte ]

Autore:  nanniag [ domenica 15 marzo 2020, 8:11 ]
Oggetto del messaggio:  Re: PLASTICO: Gattangeli

Buona domenica.
Mi piace molto questa realizzazione, per l'originalità del modello reale, per la realizzazione e la verniciatura.

Ciao
Antonio

Autore:  Torrino-Pollino [ domenica 15 marzo 2020, 12:46 ]
Oggetto del messaggio:  Re: PLASTICO: Gattangeli

claudio.mussinatto ha scritto:
Scrostalo un pò di meno...sembra che abbiano cambiato gli infissi,rifatto gli impianti e fatto passare la fibra :lol: :lol: :lol: , ossia in attesa di una definitiva ritinteggiatura. Poi se si è scrostato il colore , sotto non è detto che sia così bianco come se fosse accaduto su tutto il fabbricato nello stesso momento...o almeno io la vedo così...

A volte nella vita bisognerebbe imparare a stare zitti ed ammirare.
Comunque si aspetta sempre la tua opera omnia....

Pagina 17 di 18 Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]

Duegi Editrice - Viale Francia, 7, 35020 Ponte S. Nicol (PD). Italy - Tel. 049.711.363 - Fax 049.862.60.77 - duegi@duegieditrice.it - shop@duegieditrice.it
Direttori di testata: Gianfranco Berto - Franco Tanel. Registro Operatori della Comunicazione n 1199. Partita iva IT 01116210293 Tutti i diritti riservati Duegi Editrice