Oggi è mercoledì 12 agosto 2020, 10:03

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 213 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6 ... 15  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: PLASTICO: tanta scena e movimento con poca profondità
MessaggioInviato: mercoledì 11 luglio 2018, 13:33 
Non connesso

Iscritto il: domenica 4 marzo 2018, 23:42
Messaggi: 300
Località: Granducato di Toscana
p966225 ha scritto:
Visto che hai tutto lo spazio che necessita, usa R=60cm e non ci pensi più


A vista certamente, ma se uso quel raggio pure nel tratto nascosto il binario lo finisco nella mansarda del vicino. :lol:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: PLASTICO: tanta scena e movimento con poca profondità
MessaggioInviato: mercoledì 11 luglio 2018, 17:31 
Non connesso

Iscritto il: domenica 4 marzo 2018, 23:42
Messaggi: 300
Località: Granducato di Toscana
Oggi ho provato a posizionare su un tavolo provvisorio alcuni modelli nella esatta posizione in cui saranno un domani nel plastico. Sarà che sono astigmatico, sarà che i modelli mi piace vederli da vicino... ma una compo da 9 carrozze a quasi un metro di distanza dall'osservatore è... sprecata. :? Mi sembrava di guardare una foto rimpicciolita male.

Personalmente mi sono accorto oggi pomeriggio di dover cambiare del tutto progetto, inventando qualcosa che permetta di vedere i modelli in movimento a non più di 70-80 centimetri dagli occhi dell'osservatore. :oops:
Bene che ho realizzato la cosa per tempo. 8)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: PLASTICO: tanta scena e movimento con poca profondità
MessaggioInviato: mercoledì 11 luglio 2018, 19:06 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 13 gennaio 2006, 20:13
Messaggi: 767
Località: roma
non ricordo se hai specificato la quota del piano di appoggio; hai pensato a 130-140 cm ? la schiena ti ringrazierà; e uno sgabello da bar è sempre una soluzione


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: PLASTICO: tanta scena e movimento con poca profondità
MessaggioInviato: mercoledì 11 luglio 2018, 20:07 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 21 giugno 2012, 14:23
Messaggi: 3602
Località: Massa Finalese (MO)
Cerca i libri di Iain Rice, su Amazon si trovano "Sheldon layout for model railroads" e "compact layouts [qualcosa]", editi da kalmbach, costano poco (sono in inglese ovviamente) e anche se per parte dei libelli si parla di progetti americani, c'è tutta la prima parte che è parecchio utile e interessante per tutti coloro che si apprestano a progettare un plastico.

Per inciso, parla proprio anche di questo argomento.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: PLASTICO: tanta scena e movimento con poca profondità
MessaggioInviato: sabato 14 luglio 2018, 5:48 
Non connesso

Iscritto il: domenica 4 marzo 2018, 23:42
Messaggi: 300
Località: Granducato di Toscana
Bomby ha scritto:
Cerca i libri di Iain Rice, su Amazon si trovano "Sheldon layout for model railroads" e "compact layouts [qualcosa]", editi da kalmbach


Ho preso questo, che però è di Pelle K. Soeeborg. Lo consiglio a tutti -basta sapere l'inglese-, è illuminante. Ho capito di voler vedere i modelli da vicino sul mio plastico sfogliando questo volumetto.

Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: PLASTICO: tanta scena e movimento con poca profondità
MessaggioInviato: sabato 14 luglio 2018, 6:29 
Non connesso

Iscritto il: domenica 4 marzo 2018, 23:42
Messaggi: 300
Località: Granducato di Toscana
Tornando al progetto, mi rendo conto che fino adesso ho avuto le idee molto poco chiare su cosa volevo :oops:

Ho ricambiato le carte in tavola, scegliendo volutamente di non strafare -è il primo plastico!- puntando su qualcosa di potenzialmente realistico, coerente e che soprattutto tenga conto della presenza scenica dei vari elementi rispetto all'osservatore.

Il lato lungo misura 5 metri di lunghezza, ma per la maggior parte non supera gli 80 centimetri di profondità.
A vista abbiamo una semplice fermata con tre binari, uno di manovra/precedenza, corretto tracciato e precedenza. Le sezioni dei vari binari della stazione superano i due metri l'una.
Un quarto binario non credo varrebbe la pena, così come una rimessa locomotive sarebbe fuori luogo in una stazione così piccola, anche se la zona a destra può essere potenziata.
Allegato:
Schema 140718.JPG
Schema 140718.JPG [ 78.14 KiB | Osservato 3513 volte ]


La parte sinistra la immagino come quella caratterizzante del plastico: un'industria raccordata, con piano di carico, e tre binari per le manovre e lo stazionamento dei carri, diviso dalla stazione da un muretto. L'industria potrebbe essere volutamente generica, così da poter movimentare praticamente ogni tipo di carro.
All'industria si arriva ovviamente anche via gomma tramite il cancello posto a fianco del parcheggio della stazione.
Alla stazione a vista si accede con una curva e controcurva da 520 mm di raggio, e questo è un elemento che mi convince poco.
Allegato:
Dettaglio industria.JPG
Dettaglio industria.JPG [ 73.38 KiB | Osservato 3513 volte ]


Con una rampa del 3% a sinistra e del 3,4% a destra, si accede alla parte nascosta. Non sarà il massimo della razionalità, ma è funzionale :mrgreen: perchè mettendo i binari paralleli avrei avuto sezioni più corte.
Domanda: tenere fermi per qualche ora i convogli agganciati in curva può danneggiare in qualche modo i timoni di allontanamento?
Allegato:
staz nascosta 1407.JPG
staz nascosta 1407.JPG [ 55.15 KiB | Osservato 3513 volte ]


Sto anche valutando di costruirlo a moduli, ma mi spaventa l'idea di tagliare rotaie e mascherare le giunture lungo tutto il plastico. :roll:

p966225 ha scritto:
non ricordo se hai specificato la quota del piano di appoggio; hai pensato a 130-140 cm ?

Il piano 0 sarà a 100 cm da terra, la parte in vista a 110. Sono vincolato al tetto della mansarda che scende ad un certo punto. :wink:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: PLASTICO: tanta scena e movimento con poca profondità
MessaggioInviato: domenica 15 luglio 2018, 11:24 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 21 giugno 2012, 14:23
Messaggi: 3602
Località: Massa Finalese (MO)
Sinceramente solo 10 cm tra i due livelli sono decisamente troppo pochi, hai a malapena lo spazio per il telaio con un minimo di rinforzi, figurarsi se vuoi motorizzare sottoplancia gli scambi della stazione superiore: addio.
La soluzione è una: dato che non ti puoi alzare, abbassa la stazione nascosta.

Detto questo trovo il disegno della stazione molto scolastico, ci sono metodi molto più furbi per renderlo per prima cosa più piacevole alla vista e per seconda nascondere le curve strette.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: PLASTICO: tanta scena e movimento con poca profondità
MessaggioInviato: domenica 15 luglio 2018, 11:35 
Non connesso

Iscritto il: sabato 27 ottobre 2007, 9:02
Messaggi: 2542
Località: Torino
Sul layout non mi pronuncio perchè...come si dice..ogni scarrafone è bello a mamma suja...però concordo sulla distanza tra i due piani...
secondo me (e le mie manone) 20 cm sono il minimo sindacabile per poter armeggiare nella stazione nascosta senza tutte le volte passare per un Godzilla! :lol: :lol: :lol: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

Ciao
Despx


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: PLASTICO: tanta scena e movimento con poca profondità
MessaggioInviato: domenica 15 luglio 2018, 15:47 
Non connesso

Iscritto il: martedì 7 febbraio 2017, 6:04
Messaggi: 1141
Località: Monza
Cita:
Con una rampa del 3% a sinistra e del 3,4% a destra ....


Tra l'altro queste pendenze mi sembrano un po' elevate, un eleicoidale su entrambi i lati potrebbe risolverti il problema segnalato da Bomby e Despx oltre che ridurre sensibilmente le pendenze.
Per la stazione nascosta io ti proporrei questa soluzione ...
Allegato:
rodano_nascosta.jpg
rodano_nascosta.jpg [ 201.53 KiB | Osservato 3360 volte ]

... nulla di particolarmente complicato o stravolgente che consente comunque la sosta di treni composti da loco+ 6 carrozze da 303
Ciao


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: PLASTICO: tanta scena e movimento con poca profondità
MessaggioInviato: venerdì 20 luglio 2018, 13:02 
Non connesso

Iscritto il: domenica 4 marzo 2018, 23:42
Messaggi: 300
Località: Granducato di Toscana
Oltre al progetto sui binari da implementare (ho fatto alcune modifiche che vi mostrerò), è giunto il momento di pensare a come strutturare tavoli e piani.

Io ho pensato a questa soluzione.
Il tavolo su cui poggerà il mio piano 0 è composto da 6 moduli 100x80 cm, che verranno allineati e avvitati insieme. Tutti e 6 saranno coperti da multistrato di pioppo da 1 cm di spessore. I moduli 5 e 6 saranno coperti dal compensato sagomato come da progetto.

Allegato:
pianta dall'alto.jpg
pianta dall'alto.jpg [ 79.17 KiB | Osservato 3161 volte ]


Ogni modulo l'ho pensato così: un rettangolo 100x80 cm alto 10 cm (troppo?) e spesso 1 cm rinforzati da due barre di rinforzo. Credo però che anche una sola barra di rinforzo per modulo potrebbe bastare, date le dimensioni ridotte.

Allegato:
MODULO spaccato.jpeg
MODULO spaccato.jpeg [ 83.84 KiB | Osservato 3161 volte ]


Il piano 1 è posto a 22 centimetri sul PDF del piano 0 che, da progetto, ricalcherà pari pari il profilo del piano 0.
Qui le idee si fanno più confuse.

Non essendo una struttura portante (sorreggerà solo la scenografia) posso adottare per il compensato uno spessore inferiore ad 1 cm di spessore? Ovviamente con i dovuti rinforzi trasversali, sotto ogni modulo.

Per sorreggerlo rispetto al piano 0 avevo pensato ad una serie di pannelli della giusta misura fissati nelle parte centrale di ogni modulo e a alle barre filettate lungo il perimetro di ogni modulo. Perdonate il disegno da prima media :mrgreen: :oops: , ma pensavo ad una cosa così.

Allegato:
Piano 3D.jpg
Piano 3D.jpg [ 107.31 KiB | Osservato 3161 volte ]


Vedete errori macroscopici in questo progetto di massima? :oops:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: PLASTICO: tanta scena e movimento con poca profondità
MessaggioInviato: venerdì 20 luglio 2018, 16:08 
Non connesso

Iscritto il: sabato 27 ottobre 2007, 9:02
Messaggi: 2542
Località: Torino
Mi sembra di capire che sei al primo plastico "serio" o sbaglio?
In ogni caso ti donsiglio ciò che la mia esperienza di 3 plastici mi ha insegnato:

1)Evita legno di spessori inferirori al 1 cm specie per la parte portante e le zone a vista del plastico dove ci sono i binari.

2)Se vuoi fare moduli autoportanti, il piano più basso (quello della stazione nascosta) deve essere molto robusto per poter sopportare quello superiore senza deformarsi.
Nel mio caso ho usato listelli di Ayous 2x10 cm e gambe da 8x3 cm, per i pilastri tra i due piani listelli da 5x2cm, per il piano superiore listelli 5x2 cm e una traversa a metà modulo sempre con listello da 5x2 cm (i miei moduli nel piano superiore sono lunghi circa 110 cm e larghi mediamente tra i 50 e 80 cm).

3)Per il piano su cui mettere i binari, se puoi usa multistrato nautico da almeno 1 cm per le zone a vista e multistrato normale da 6-8 mm nelle zone nascoste. Se fai elicoidali va bene anche il multistrato da 4-5 mm.

4)Evita il più possibile la colla e usa molte viti, anche se non sembra il legno (anche il multistrato) si muove sempre, se viene incollato potrebbero crearsi trazioni o compressioni tali da deformare alla lunga specie nei cambi di stagione. (consiglio datomi da esperto falegname)

5)Sebbene più caro, usa il più possibile legno in listelli di Ayous legno africano dalle fibre molto fini, leggero e poco sensibile all'umidità. Si trova nei Briko e nei magazzini di legnami con vari nomi: Ayous, Abachi, Obeche, Samba, Wawa, Arere ecc... è sempre lo stesso legno, il nome cambia in base al paese di origine.

Immagine

Ciao
Despx


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: PLASTICO: tanta scena e movimento con poca profondità
MessaggioInviato: venerdì 20 luglio 2018, 20:19 
Non connesso

Iscritto il: domenica 4 marzo 2018, 23:42
Messaggi: 300
Località: Granducato di Toscana
despx ha scritto:
Mi sembra di capire che sei al primo plastico "serio" o sbaglio?

Non sbagli. :oops: Mi tranquillizza però l'idea di realizzare sei moduli uguali e semplificare la lavorazione il più possibile.
despx ha scritto:
Se vuoi fare moduli autoportanti, il piano più basso (quello della stazione nascosta) deve essere molto robusto per poter sopportare quello superiore senza deformarsi.
(...)
Per il piano su cui mettere i binari, se puoi usa multistrato nautico da almeno 1 cm per le zone a vista e multistrato normale da 6-8 mm nelle zone nascoste.

Cioè, vediamo se ho capito :wink: : la robustezza del piano di base (quota 0, per intenderci dove ci sta la stazione nascosta) è data dal telaio e dai rinforzi più che dal piano stesso. Posso quindi usare un ripiano per i binari (nascosti) da 6-8cm? Così uso quello da 1cm o più per la parte alta, quella a vista, right?
Avrei pensato il contrario: la parte portante è più pesante e "porta" la parte più leggera, quella in alto.

Grazie a tutti per la condivisione e i consigli.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: PLASTICO: tanta scena e movimento con poca profondità
MessaggioInviato: venerdì 20 luglio 2018, 20:53 
Non connesso

Iscritto il: sabato 14 gennaio 2006, 13:02
Messaggi: 2096
Località: ROMA
Io uso il marino da 6mm per il piano binari...con opportuni listelli trasversali ma solo per sostenere il tutto...ed è una bomba.....
Un multistrato da 1 cm pesa un botto...e se non ti sbrighi a piazzarlo si imbarca che è una bellezza.

ciaoooo paolone


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: PLASTICO: tanta scena e movimento con poca profondità
MessaggioInviato: venerdì 20 luglio 2018, 21:40 
Non connesso

Iscritto il: sabato 27 ottobre 2007, 9:02
Messaggi: 2542
Località: Torino
Rodano89 ha scritto:
despx ha scritto:
Mi sembra di capire che sei al primo plastico "serio" o sbaglio?

Non sbagli. :oops: Mi tranquillizza però l'idea di realizzare sei moduli uguali e semplificare la lavorazione il più possibile.
despx ha scritto:
Se vuoi fare moduli autoportanti, il piano più basso (quello della stazione nascosta) deve essere molto robusto per poter sopportare quello superiore senza deformarsi.
(...)
Per il piano su cui mettere i binari, se puoi usa multistrato nautico da almeno 1 cm per le zone a vista e multistrato normale da 6-8 mm nelle zone nascoste.

Cioè, vediamo se ho capito :wink: : la robustezza del piano di base (quota 0, per intenderci dove ci sta la stazione nascosta) è data dal telaio e dai rinforzi più che dal piano stesso. Posso quindi usare un ripiano per i binari (nascosti) da 6-8cm? Così uso quello da 1cm o più per la parte alta, quella a vista, right?
Avrei pensato il contrario: la parte portante è più pesante e "porta" la parte più leggera, quella in alto.

Grazie a tutti per la condivisione e i consigli.


Ciao si hai capito bene, il piano che supporta i binari (piano zero o +20) deve essere sorretto e non sorreggere la struttura del plastico. È lo scheletro fatto di listelli che deve garantire la solidità. Brenner ha ragione, le plance in multistrato devono essere avvitate alla struttura il più velocemente possibile altrimenti tendono a imbarcarsi e poi è un casino....invece ae vengono fissate si "rilasseranno" in modo corretto.

Ciaooooo Fabri!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: PLASTICO: tanta scena e movimento con poca profondità
MessaggioInviato: giovedì 26 luglio 2018, 18:06 
Non connesso

Iscritto il: domenica 4 marzo 2018, 23:42
Messaggi: 300
Località: Granducato di Toscana
despx ha scritto:

Ciao si hai capito bene, il piano che supporta i binari (piano zero o +20) deve essere sorretto e non sorreggere la struttura del plastico. È lo scheletro fatto di listelli che deve garantire la solidità.
Ciaooooo Fabri!


Grazie mille, piano piano ne veniamo a capo di questa benedetta struttura. 8) :lol: Spiegazioni molto chiare.

Per comprare il legname vi affidereste ad un falegname professionista oppure nelle catene che tutti abbiamo in città? :oops:
Non mi intendo di legno, ma credo che anche a parità di spessore ci sia multistrato e multistrato...


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 213 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6 ... 15  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 18 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  

Duegi Editrice - Viale Francia, 7, 35020 Ponte S. Nicolò (PD). Italy - Tel. 049.711.363 - Fax 049.862.60.77 - duegi@duegieditrice.it - shop@duegieditrice.it
Direttori di testata: Gianfranco Berto - Franco Tanel. Registro Operatori della Comunicazione n° 1199. Partita iva IT 01116210293 Tutti i diritti riservati Duegi Editrice