Oggi è mercoledì 14 novembre 2018, 20:38

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 50 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Il plastico BBM1930s in costruzione: Prima presentazione
MessaggioInviato: martedì 5 giugno 2018, 8:07 
Non connesso

Iscritto il: domenica 22 gennaio 2006, 20:27
Messaggi: 617
Località: Vico Equense
Marcello, quella è una “licenza poetica” (leggi compromesso). Per consentire la circolazione ai rotabili con bordini a norma NEM 311 è stata volutamente omessa la riproduzione dei dadi di fissaggio su entrambi i lati interni degli organi di attacco delle rotaie. Non è un caso che Weinert nei suoi accessori fornisce la riproduzione dei suddetti dadi (art. 74013) per chi volesse completare realisticamente il binario. È a pagina 14 del catalogo Weinert.


Ultima modifica di enzocarbone il martedì 5 giugno 2018, 8:18, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Il plastico BBM1930s in costruzione: Prima presentazione
MessaggioInviato: martedì 5 giugno 2018, 8:16 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 5 aprile 2006, 16:11
Messaggi: 4055
Località: Pistoia
Ottimo, la finezza mi era sfuggita.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Il plastico BBM1930s in costruzione: Prima presentazione
MessaggioInviato: martedì 5 giugno 2018, 15:56 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 13 gennaio 2006, 20:13
Messaggi: 511
Località: rivalta - torino
bbm1930er ha scritto:
Informazione per E656BB:
Qui c´è anche il catalogo di Weinert "Mein Gleis", purtroppo disponibilie solo in tedesco:
http://www.mein-gleis.de/images/html5/m ... andscape/1

Forse è utile sapere che ci sono sempre tre versioni:
Per esempio:
Fertig Rechts 74902 = "finito" destro = montato e pronto
Flexibel* Rechts 74905 = flessibilie, montato, ma si può curvarlo leggermente
Bausatz** Rechts 74908 = da montare

Grazie!
mi hai chiarito un po di dubbi. E infatti sono riuscito a ricostruire la famiglia di scambi disponibili:
serie 74400 - angolo 8,6°, R1450, L=264mm
serie 74500 - angolo 8,6°, R2180, L=333mm
serie 74660 - angolo 8,6°, R2180, L=355mm
serie 74900 - angolo 6,3°, R2180, L=375mm

Sono disponibili nelle tre varianti: rigidi, flessibili, kit

Una cosa che non ho ben capito (il tedesco non viene tradotto chiaramente da google... :? ) è se ci sono sconti per acquisti per quantità maggiori di un certo numero sul sito modellbau.de e chi li vende oltre a modellbau.de e Modellbahnshop-Lippe?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Il plastico BBM1930s in costruzione: Prima presentazione
MessaggioInviato: martedì 5 giugno 2018, 17:46 
Non connesso

Iscritto il: sabato 27 ottobre 2007, 9:02
Messaggi: 2320
Località: Torino
Marcello (PT) ha scritto:
Mi riferisco a questo:

Immagineimage hosting more than 5mb


Gli attacchi che più gli somigliano sono questi:

Immaginefree picture upload


Ce ne sono anche altri simili, ma sono sempre su entrambi i lati della rotaia, sia esterni sia interni. Comunque vista la bellezza del binario sono dettagli che possono anche essere trascurati, almeno io ho accettato compromessi peggiori.


Marcello, con il codice 75 se riproducessero anche internamente tutta la ferramenta, non girerebbe più nulla che non sia rp25 o proto. :wink: :mrgreen:

Ciao
Despx


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Il plastico BBM1930s in costruzione: Prima presentazione
MessaggioInviato: martedì 5 giugno 2018, 23:12 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 25 maggio 2018, 13:25
Messaggi: 26
Località: Baviera
È un vero peccato che noi qui in Europa non siamo riusciti ad adottare come standard la RP25. Quante tonnellate di metallo per bordini troppo alti per niente negli ultimi 50 anni di produzione... ora è troppo tardi…

Domanda a Marcello (interessanti disegni) o altri interessati al binario per se: C´è una pubblicazione che potresti consigliarmi riguardo alle tipologie di binari e deviatoi tipicamente italiani? Per esempio il tipico tedesco è il 1:9 con raggio da 190m per piazzali con velocità max. di 40km/h. Grazie!

E656BB, una nota sulla serie 74500, "verkürzt"=accorciato: Anni fà ne ho comperato un esemplare per capire perché è più corto del modello in scala esatta del tipo da 1:6,6. Sono più corte solo le punte degli aghi, il resto del deviatio è identico alla serie 74660... infatti, sull´esemplare che ho qui, quando un carro si instrada sulla via deviata, si nota uno scatto laterale ben più brusco rispetto al deviatoio regolare 74660. Quindi consiglio di usare quest´ultima serie e piuttosto di accorciare il pezzo in retilineo ca.20mm prima degli aghi.

Ho due fornitori, tutti e due ottimi, presso i quali gli scambi Weinert sono già scontati. I prezzi sono aumentati nel corso del tempo... i primi nel 2013 li acquistai scontati per 38.-, ora si parte da 52,- per i rigidi.

https://www.besserepreise.com/en/index.htm

https://www.weinert-bauteile.de/index.php


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Il plastico BBM1930s in costruzione: Prima presentazione
MessaggioInviato: mercoledì 6 giugno 2018, 5:49 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 12 gennaio 2006, 8:53
Messaggi: 4161
Località: Bruschi
per gli scambi italiani , fatti con tutte le loro particolarità sempre in cod 75, contatta questo signore, Paolo Dipasquale
p.dipasquale@armamentoferroviario.it

Gli scambi te li fà su misura , sono con traversine in legno di noce, solidissimi e rappresentano esattamente gli scambi italiani con la loro traversinatura e angoli di deviata, sempre in cod 75.
Te li costruisce anche in funzione dell'epoca a cui ti riferisci , ossia con aghi flessibili o incernierati, scrivigli , ti manderà lui le foto e capirai...
comunque qui vedi le foto di alcune sue realizzazioni su misura...
viewtopic.php?f=7&t=91779&hilit=armamentoferroviario&start=30
saluti


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Il plastico BBM1930s in costruzione: Prima presentazione
MessaggioInviato: mercoledì 6 giugno 2018, 9:27 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 25 novembre 2011, 19:13
Messaggi: 1116
Località: Trieste
bbm1930er ha scritto:

...

Domanda a Marcello (interessanti disegni) o altri interessati al binario per se: C´è una pubblicazione che potresti consigliarmi riguardo alle tipologie di binari e deviatoi tipicamente italiani? Per esempio il tipico tedesco è il 1:9 con raggio da 190m per piazzali con velocità max. di 40km/h. Grazie!



Ciao.
Prova a vedere qua se c'è qualcosa di utile.

http://www.associazionedsc.it/view_reco ... &oper=view

Antonio


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Il plastico BBM1930s in costruzione: Prima presentazione
MessaggioInviato: mercoledì 6 giugno 2018, 9:46 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 18 ottobre 2010, 10:39
Messaggi: 922
Località: Sutri (VT)
Grazie mille anche da parte mia per il link, peccato manchino molte pagine, quella pubblicazione è interessantissima per chi
si costruisce l'armamento...


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Il plastico BBM1930s in costruzione: Prima presentazione
MessaggioInviato: mercoledì 6 giugno 2018, 12:34 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 13 gennaio 2006, 20:13
Messaggi: 511
Località: rivalta - torino
bbm1930er ha scritto:
E656BB, una nota sulla serie 74500, "verkürzt"=accorciato: Anni fà ne ho comperato un esemplare per capire perché è più corto del modello in scala esatta del tipo da 1:6,6. Sono più corte solo le punte degli aghi, il resto del deviatio è identico alla serie 74660... infatti, sull´esemplare che ho qui, quando un carro si instrada sulla via deviata, si nota uno scatto laterale ben più brusco rispetto al deviatoio regolare 74660. Quindi consiglio di usare quest´ultima serie e piuttosto di accorciare il pezzo in retilineo ca.20mm prima degli aghi.

Infatti questo scambio accorciato mi sembra adatto per scali merci e raccordi, in tutti gli altri casi invece sono più adatti quelli lunghi.
Grazie per info e consigli!

Per quanto riguarda gli scambi di Armamento Ferroviario, ho presi 2 inglesi, molto belli e ben fatti! Ma li devo ancora installare…. :D

Invece faccio un’altra domanda per Alex, ma anche per Claudio e per altri modellisti: come fate a colorare il pietrisco? Qual è il procedimento e quali sono gli strumenti, i contenitori e i colori che utilizzate?
Grazie


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Il plastico BBM1930s in costruzione: Prima presentazione
MessaggioInviato: mercoledì 6 giugno 2018, 23:23 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 25 maggio 2018, 13:25
Messaggi: 26
Località: Baviera
Grazie ad Antonio e Claudio!

Sembra vale la pena trattare l´argomento di come colorare il pietrisco nel prossimo video sul mio canale Youtube. Più in sù in questo thread avevo brevemente spiegato come faccio per rispondere ad una domanda di Claudio. Forse settimana prossima ce la faccio a farlo, il lavoro e la famiglia permettendo...

Saluti,
Alex


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Il plastico BBM1930s in costruzione: Prima presentazione
MessaggioInviato: lunedì 11 giugno 2018, 0:56 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 3 giugno 2013, 14:54
Messaggi: 108
Scusami Alex,
da qualche parte ho letto che usi una colla che resta elastica quando secca per fissare la massicciata, purtroppo non ritrovo il filetto ... ho capito bene? Quale sarebbe questa colla? come la usi?

io ho fatto delle prove col silicone trasparente, il risultato è ottimo perché attutisce molto il rumore, ma è parecchio rognoso da applicare..

grazie!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Il plastico BBM1930s in costruzione: Prima presentazione
MessaggioInviato: lunedì 11 giugno 2018, 15:17 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 13 gennaio 2006, 20:13
Messaggi: 511
Località: rivalta - torino
bbm1930er ha scritto:
Grazie ad Antonio e Claudio!

Sembra vale la pena trattare l´argomento di come colorare il pietrisco nel prossimo video sul mio canale Youtube. Più in sù in questo thread avevo brevemente spiegato come faccio per rispondere ad una domanda di Claudio. Forse settimana prossima ce la faccio a farlo, il lavoro e la famiglia permettendo...

Saluti,
Alex

E' vero Alex che avevi accennato di aver usato questa tecnica, ma...vorrei capire in cosa consiste? Qual'è il metodo?
Anzi, forse esistono più tecniche per colorare il pietrisco! :D


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Il plastico BBM1930s in costruzione: Prima presentazione
MessaggioInviato: lunedì 11 giugno 2018, 16:03 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 21 giugno 2012, 14:23
Messaggi: 3316
Località: Massa Finalese (MO)
Un suggerimento sul tracciato (scusa se mi permetto): dai video che ho guardato qualche tempo fa, ho notato che hai previsto un lungo tratto a doppio binario rettilineo lungo una parete. Secondo me il tutto sarebbe molto più interessante se tu muovessi anche solo un poco il binario: mi spiego. Come forse tu saprai, un binario parallelo al bordo del plastico non dà la migliore delle impressioni: viene meglio se è messo un po' di sbieco. Per un tratto di binari così lungo, poi, secondo me se inserissi una qualche curva (a formare delle anse) a raggio larghissimo e con l'appropriata inclinazione dei binari, secondo me miglioreresti l'aspetto di quella parte dell'impianto. Vedere i treni che passano su una linea flessuosa secondo me è molto meno noioso di vedere i treni che passano su un lungo rettilineo.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Il plastico BBM1930s in costruzione: Prima presentazione
MessaggioInviato: lunedì 11 giugno 2018, 16:17 
Non connesso

Iscritto il: martedì 7 ottobre 2008, 20:14
Messaggi: 731
bbm1930er ha scritto:
È un vero peccato che noi qui in Europa non siamo riusciti ad adottare come standard la RP25. Quante tonnellate di metallo per bordini troppo alti per niente negli ultimi 50 anni di produzione... ora è troppo tardi…

Domanda a Marcello (interessanti disegni) o altri interessati al binario per se: C´è una pubblicazione che potresti consigliarmi riguardo alle tipologie di binari e deviatoi tipicamente italiani? Per esempio il tipico tedesco è il 1:9 con raggio da 190m per piazzali con velocità max. di 40km/h. Grazie!

E656BB, una nota sulla serie 74500, "verkürzt"=accorciato: Anni fà ne ho comperato un esemplare per capire perché è più corto del modello in scala esatta del tipo da 1:6,6. Sono più corte solo le punte degli aghi, il resto del deviatio è identico alla serie 74660... infatti, sull´esemplare che ho qui, quando un carro si instrada sulla via deviata, si nota uno scatto laterale ben più brusco rispetto al deviatoio regolare 74660. Quindi consiglio di usare quest´ultima serie e piuttosto di accorciare il pezzo in retilineo ca.20mm prima degli aghi.

Ho due fornitori, tutti e due ottimi, presso i quali gli scambi Weinert sono già scontati. I prezzi sono aumentati nel corso del tempo... i primi nel 2013 li acquistai scontati per 38.-, ora si parte da 52,- per i rigidi.

https://www.besserepreise.com/en/index.htm

https://www.weinert-bauteile.de/index.php


Concordo. Purtroppo noi europei amiamo molto i salumi e le relative affettatrici :lol: :lol:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Il plastico BBM1930s in costruzione: Prima presentazione
MessaggioInviato: lunedì 11 giugno 2018, 23:46 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 25 maggio 2018, 13:25
Messaggi: 26
Località: Baviera
Per incollare la massicciata ho usato colla permanentemente elastica "Latex" di Weinert Modellbau, no. 74053 diluita 1:6 con acqua con WAC (wetting active Agent). Probabilmente si può usare anche un pò di detersivo, un metodo comune. Io ho preferito un prodotto professionale senza altri ingredienti che non mi servono, ma non ho fatto nessuna controprova. Per moduli oppure se il plastico è solecitato da colpi ecc. forse è meglio usare 1:4.


Sono assolutamente d´accordo con Davide riguardo il rettilineo. Grandi curve sopraelevate sono veramente bellissime. Qui c´erano due vincoli molto tosti che hanno limitato la scelta: La rampa in rettilineo è lunga ca. 8m. Segue l´inclinazione del tetto ed è quindi obliqua in due sensi. Sotto la rampa si trova la stazione di Chiasso, a ca. 30cm di distanza verticale. Per permettere la vista completa di tutti i binari di Chiasso, è importante che la rampa rimanga più in là possibile. L´inclinazione del tetto però spinge la rampa, nel senso della salita, verso in quà. Negli ultimi anni solo per accedere ai cartoni sotto la rampa mi sono preso più di una capocciata... Anche una curva di raggio molto grande fa presto ad allargare la rampa e quindi ci vuole subito la controcurva per contenere la larghezza. Su 8m sarebbe venuto fuori solo uno strano zig-zag. Inoltre ogni volta che si scende dalle scale si può buttare l´occhio basso a filo della rotaia su tutta la lunghezza... Questo è un tipico compromesso dei piani multipli in combinazione con un tetto inclinato... Non sarà facile fare tanto paesaggio così stretto, ma con muraglia, cespugli e prato mi dovrò accontentare.

Stò preparando il video sulla colorazione del pietrisco, attualmente è in fase di essiccamento. Ci sono definitivamente molteplici modi per colorare. Ho anche provato ad aerografarlo...

Ciao,
Alex


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 50 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: treniclod e 16 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  

Duegi Editrice - Viale Francia, 7, 35020 Ponte S. Nicolò (PD). Italy - Tel. 049.711.363 - Fax 049.862.60.77 - duegi@duegieditrice.it - shop@duegieditrice.it
Direttori di testata: Gianfranco Berto - Franco Tanel. Registro Operatori della Comunicazione n° 1199. Partita iva IT 01116210293 Tutti i diritti riservati Duegi Editrice