Oggi è lunedì 25 gennaio 2021, 8:18

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 23 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: IDEE PER NUOVO PROGETTO
MessaggioInviato: mercoledì 25 novembre 2020, 19:31 
Non connesso

Iscritto il: martedì 26 novembre 2019, 8:46
Messaggi: 72
Buonasera,

Mi chiamo Michele, è circa un anno che sto cercando di progettare un layout, ma senza essere riuscito a trovare qualcosa che soddisfi le mie idee. In allegato posto la foto delle misure della stanza.

Vi chiedo qualche consiglio o suggerimento in quanto credo nella collaborazione
tra persone che hanno la stessa passione.
I dettagli:
- Linea Binario singolo
- Amministrazione FS
- Stazione nascosta per esercizio reale
- Lunghezza convogli circa 180 4/5 carrozze e locomotore compreso ( UIc x ecc. )
- Esercizio Passeggeri / Merci
- Analogico

Vi ringrazio in anticipo di qualunque consiglio.
M.


Allegati:
studio spazio.jpg
studio spazio.jpg [ 84.17 KiB | Osservato 2084 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: IDEE PER NUOVO PROGETTO
MessaggioInviato: mercoledì 25 novembre 2020, 20:59 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 21 giugno 2012, 14:23
Messaggi: 3658
Località: Massa Finalese (MO)
Ciao Mike,
per buttare giù qualche idea mancano alcune informazioni importanti:
- l'epoca (o gli anni) in cui intendi ambientare il tuo plastico,
- l'area geografica, o la linea a cui intendi ispirarti.

Sapere poi quali sono le tue capacità (sia tecniche che di spesa) sarebbe molto utile per non fare un progetto troppo esigente. È sempre molto seccante rimanere bloccati a metà dell'opera perché mancano i soldi o perché non si sa come fare un determinato particolare...


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: IDEE PER NUOVO PROGETTO
MessaggioInviato: giovedì 26 novembre 2020, 9:34 
Non connesso

Iscritto il: martedì 26 novembre 2019, 8:46
Messaggi: 72
Ciao Bomby,
Si vero , mi son dimenticato di mettere queste informazioni che mi ero anche segnato.
Epoca : IVb /Va (80 - 2000)
Linea : pensavo ad una linea a semplice binario ma importante come potrebbero essere le linee siciliane
oppure quelle che collegano il tirreno all'adriatico con una diramazione verso una linea a scarso traffico con esercizio diesel.

Come budget, volevo un impianto semplice a livello costruttivo, in quanto mia prima esperienza.
Come ulteriore informazione mi piace molto l'approccio degli impianti americani.


grazie mille
M.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: IDEE PER NUOVO PROGETTO
MessaggioInviato: lunedì 30 novembre 2020, 17:52 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 21 giugno 2012, 14:23
Messaggi: 3658
Località: Massa Finalese (MO)
Dato che sei alle prime armi, ti consiglio di partire per gradi: hai tanto spazio, ma questo non vuol dire doverlo riempire tutto subito. Pensare a qualcosa di semplice, veloce da terminare e da mettere in esercizio, e su cui sperimentare un po' di tecniche.

La prima idea potrebbe essere realizzare giusto la stazione terminale della secondaria, in 2-3 m al massimo te la cavi. In questo senso la parete in basso a destra mi pare perfetta, se mi posti uno screenshot adeguato della pianta della stanza (non una foto dello schermo: basta premere (su PC) il tasto "stamp", aprire paint e incollare, eventualmente ritagliare e ridimensionare per rientrare nei limiti accettati dal forum, e poi postare) provo a fare qualche schizzo.
Sarebbe utile però conoscere gli altri ingombri che hai: le porte come si aprono? Ci sono altri impicci che devono rimanere accessibili? Ci sono dei limiti in merito all'altezza massima dell'impianto?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: IDEE PER NUOVO PROGETTO
MessaggioInviato: lunedì 30 novembre 2020, 18:25 
Non connesso

Iscritto il: martedì 26 novembre 2019, 8:46
Messaggi: 72
Ciao Bomby,

ti ringrazio per la risposta. Sinceramente anch'io pensavo di fare qualcosa di semplice per iniziare.
La parete in basso che hai citato è lunga 3,31 m , sulla stessa ci sono 95 cm di porta e altri 53 cm di muro dietro la porta.

Per zone critiche all'interno della stanza sono: la porta in basso che si apre internamente verso sinistra
e la porta finestra che si apre verso la parte alta della stanza di misura 3,50 m .
Per altri problemi nessun impiccio la stanza è completamente vuota, io pensavo di tenere una altezza di 120 cm circa.

Intanto ti ringrazio in anticipo per l'aiuto.
M.


Allegati:
studo spazio 1.jpg
studo spazio 1.jpg [ 190.55 KiB | Osservato 1668 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: IDEE PER NUOVO PROGETTO
MessaggioInviato: lunedì 30 novembre 2020, 18:38 
Non connesso

Iscritto il: martedì 26 novembre 2019, 8:46
Messaggi: 72
In questi giorni avevo pensato a questa disposizione dei moduli per avere un tracciato PaP
con stazione di testa e stazione nascosta.


Allegati:
Idea 1.jpg
Idea 1.jpg [ 152.4 KiB | Osservato 1660 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: IDEE PER NUOVO PROGETTO
MessaggioInviato: venerdì 4 dicembre 2020, 12:43 
Non connesso

Iscritto il: martedì 26 novembre 2019, 8:46
Messaggi: 72
Buongiorno,

Ho realizzato un primo progetto come in allegato.
Ecco i dettagli:
- Stazione nascosta dopo posso effettuare il giro macchina
- stazione di transito con due binari e piccolo magazzino
- binario che va verso la porta per un ampliamento futuro.

Per la curve il raggio minimo è 58 cm per non avere problemi con le carrozze lunghe tipo UIC X,
per il marciapiede tra il primo binario e il secondo ho tenuto una distanza di 6,5 cm tra i binari, cosi posso avere 1 cm dal marciapiede alla rotaia esterna quindi un marciapiede largo 4,5 cm.

Accetto consigli , critiche e qualunque cosa mi possa aiutare. Grazie mille.


Allegati:
Idea 2.png
Idea 2.png [ 52.74 KiB | Osservato 1314 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: IDEE PER NUOVO PROGETTO
MessaggioInviato: sabato 5 dicembre 2020, 17:14 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 21 giugno 2012, 14:23
Messaggi: 3658
Località: Massa Finalese (MO)
Il tuo progetto mi pare formalmente corretto, e anche l'approccio lo è. Mi piace l'idea della linea non così importante a binario unico che si sviluppa lungo le pareti della stanza: è il progetto ideale per essere sviluppato passo passo, un pezzo alla volta.

Mi piace molto anche il modo in cui hai posato i binari: sono raccordati in modo armonioso e hai un buon occhio per le proporzioni. Solo alcuni consigli:
  • Occhio a quando metti gli scambi in diagonale, non hai specificato l'armamento (suppongo Peco?), ma vedo che l'interasse tra i binari paralleli nella stazione nascosta non è uniforme. La misura corretta è quella che si ha realizzando una comunicazione di binari semplice. Nel tuo caso è necessario porre uno spezzone di binario rettilineo tra il calcio dello scambio che causa la prima biforcazione e la punta del secondo.
  • Ti sembrerà una scemenza, ma piazzare i binari non paralleli ai bordi, almeno nelle zone a vista, cambia in modo molto positivo l'aspetto del plastico. E' un qualcosa di percettivo, difficile da spiegare: la scena assume un aspetto molto più naturale. Nel tuo caso basta far compiere alla curva a destra qualche grado in più di rotazione in modo che i binari della stazione siano inclinati di qualche grado rispetto ai bordi del plastico.

Detto questo, io trarrei un'altra lezione dai plastici americani: fare uso dei raccordi merci. Al momento la tua stazioncina non consente di fare poi molto: arrivo e partenza dei treni, qualche giro macchina, qualche manovra nel piccolo scalo. Dato che per qualche tempo questa sarà la tua stazione "terminale", io la arricchirei un pochettino.
Proverei ad inserire un terzo binario, arricchirei lo scalo con un secondo binario a raso nel piazzale. Nel fronte della stazione, lato spettatore, piazzerei un tronchino a simulare un raccordo, magari posto lungo il bordo dell'impianto. In questo modo potrai fare le manovre e ricoverare un convoglio nell'impianto (con due soli binari non è possibile), hai più da manovrare nello scalo merci, e il raccordo industriale dall'altra parte dello scalo merci è un altro punto di interesse per le manovre. Caratterizzando piuttosto poco il raccordo (dopotutto è solo un tronchino magari affogato nella pavimentazione in ghiaino separato lato binari FS da una cancellata o una reticella), lo potrai immaginare al servizio della più ampia varietà di aziende che ti possano venire in mente: anzi, puoi cambiare il tipo di azienda in base ai tuoi desideri di volta in volta.
In questo modo le manovre potrebbero da subito essere più interessanti; una volta completata l'estensione dell'impianto, la stazione manterrà comunque il suo ruolo operativo e non sarà soltanto un mero impianto utile a gestire la circolazione dei treni...


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: IDEE PER NUOVO PROGETTO
MessaggioInviato: sabato 5 dicembre 2020, 17:57 
Connesso

Iscritto il: martedì 22 agosto 2006, 17:59
Messaggi: 553
Bomby ha scritto:
Dato che sei alle prime armi, ti consiglio di partire per gradi: hai tanto spazio, ma questo non vuol dire doverlo riempire tutto subito. Pensare a qualcosa di semplice, veloce da terminare e da mettere in esercizio, e su cui sperimentare un po' di tecniche.

tu in un successivo argomento dici che non sai se sei all'altezza o meno, quantomeno fai intendere che in quanto a costruzione plastico non hai le conoscenze complete.
Ti do una mano con la mia esperienza (non ti dico del tuo ma del mio) 30 anni fa, quando avevo 20 anni decido di costruire un plastico modulare vari pannelli 90x60 che si riponevano in armadio a mo di mensole, una stazione di testa che dall'ingresso del corridoio andava per casa su pannelli disposti sui cavvalleti il tutto smontabile e riponibile in mezzora a metterlo e toglierlo.
gli faccio di tutto imparando man mano le varie tecniche mi motorizzo gli scambi, in altezza arriva alle pensiline illumino il tutto eventuali altri oggetti più alti delle pensiline sono tutti rimovibili, tutto perfetto tutto bello e addirittura mi diverto a fare come fanno al vero varianti di tracciato con scalpello e martello si portava via un tratto che non piaceva e poi vi si ricostruiva. Ho acquisito tutte le conoscenze che volevo nel giro di 2 - 3 anni.
Bene sai cosa è successo e che l'ho iniziato dicendomi "vediamo se sono capace" e ho usato i binali lima gioccatoleschi che dopo 5 anni si sono arrugginiti peggio di un ferro di cavallo attaccato su un muro di una fattoria e ho dovuto buttare tutto. poi non ho fatto più niente.
quindi il mio consiglio è: non ti sottovalutare tutto si impara e tutto e perfezionabile quindi punta su materiale di ottima qualità non ti arrendere mai e prenditi tutto il tempo che vuoi, anche posare il ballast oppure un ciuffo d'erba in mezzo a un tratto di rotaia è divertimento, l'importante come detto e che non ti devi mai trovare con materiali scadenti anche se fai un modulo e poi lo smonti ti ritrovi i materiali.
Poi hai aggiunto che vuoi in analogico bene tranquillo quando vorrai potrai passare al digitale e pensa anche a parti che potranno venire senza problemi ad esempio in un deposito che al vero nasce prima con la piattaforma girevole come ben sappiamo, e poi senza, beh il bello del modellismo e che può succedere il contrario.
Ciao buon lavoro e divertimento e in bocca al lupo giusto per, sono sicuro che riuscirai.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: IDEE PER NUOVO PROGETTO
MessaggioInviato: lunedì 7 dicembre 2020, 9:20 
Non connesso

Iscritto il: martedì 26 novembre 2019, 8:46
Messaggi: 72
Il tuo progetto mi pare formalmente corretto, e anche l'approccio lo è. Mi piace l'idea della linea non così importante a binario unico che si sviluppa lungo le pareti della stanza: è il progetto ideale per essere sviluppato passo passo, un pezzo alla volta.

- Effettivamente era quello che cercavo di fare, proseguire step by step, per potermi poi focalizzare meglio
e imparare tecniche e provare prima di installare tutto.


Mi piace molto anche il modo in cui hai posato i binari: sono raccordati in modo armonioso e hai un buon occhio per le proporzioni. Solo alcuni consigli:
  • Occhio a quando metti gli scambi in diagonale, non hai specificato l'armamento (suppongo Peco?), ma vedo che l'interasse tra i binari paralleli nella stazione nascosta non è uniforme. La misura corretta è quella che si ha realizzando una comunicazione di binari semplice. Nel tuo caso è necessario porre uno spezzone di binario rettilineo tra il calcio dello scambio che causa la prima biforcazione e la punta del secondo.
  • Ti sembrerà una scemenza, ma piazzare i binari non paralleli ai bordi, almeno nelle zone a vista, cambia in modo molto positivo l'aspetto del plastico. E' un qualcosa di percettivo, difficile da spiegare: la scena assume un aspetto molto più naturale. Nel tuo caso basta far compiere alla curva a destra qualche grado in più di rotazione in modo che i binari della stazione siano inclinati di qualche grado rispetto ai bordi del plastico.

- Da allegato ho cercato di modificare seguendo i tuoi consigli. cercando di avere sempre un raggio di curva che non andasse
mai sotto i 50 cm di raggio. La zona che vedo critica è la mancanza di spazio dove sono ubicati FV e MM.
Come armamento si uso i binari Peco cod 100. Credo che sia un buon compromesso per una prima esperienza.


Detto questo, io trarrei un'altra lezione dai plastici americani: fare uso dei raccordi merci. Al momento la tua stazioncina non consente di fare poi molto: arrivo e partenza dei treni, qualche giro macchina, qualche manovra nel piccolo scalo. Dato che per qualche tempo questa sarà la tua stazione "terminale", io la arricchirei un pochettino.
Proverei ad inserire un terzo binario, arricchirei lo scalo con un secondo binario a raso nel piazzale. Nel fronte della stazione, lato spettatore, piazzerei un tronchino a simulare un raccordo, magari posto lungo il bordo dell'impianto. In questo modo potrai fare le manovre e ricoverare un convoglio nell'impianto (con due soli binari non è possibile), hai più da manovrare nello scalo merci, e il raccordo industriale dall'altra parte dello scalo merci è un altro punto di interesse per le manovre. Caratterizzando piuttosto poco il raccordo (dopotutto è solo un tronchino magari affogato nella pavimentazione in ghiaino separato lato binari FS da una cancellata o una reticella), lo potrai immaginare al servizio della più ampia varietà di aziende che ti possano venire in mente: anzi, puoi cambiare il tipo di azienda in base ai tuoi desideri di volta in volta.
In questo modo le manovre potrebbero da subito essere più interessanti; una volta completata l'estensione dell'impianto, la stazione manterrà comunque il suo ruolo operativo e non sarà soltanto un mero impianto utile a gestire la circolazione dei treni...[/quote]

- Vedi modifica come scritto sopra


Grazie ancora per i consigli


Allegati:
Idea V_2.png
Idea V_2.png [ 51.35 KiB | Osservato 952 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: IDEE PER NUOVO PROGETTO
MessaggioInviato: lunedì 7 dicembre 2020, 9:36 
Non connesso

Iscritto il: martedì 26 novembre 2019, 8:46
Messaggi: 72
norge ha scritto:
Bomby ha scritto:
Dato che sei alle prime armi, ti consiglio di partire per gradi: hai tanto spazio, ma questo non vuol dire doverlo riempire tutto subito. Pensare a qualcosa di semplice, veloce da terminare e da mettere in esercizio, e su cui sperimentare un po' di tecniche.

tu in un successivo argomento dici che non sai se sei all'altezza o meno, quantomeno fai intendere che in quanto a costruzione plastico non hai le conoscenze complete.
Ti do una mano con la mia esperienza (non ti dico del tuo ma del mio) 30 anni fa, quando avevo 20 anni decido di costruire un plastico modulare vari pannelli 90x60 che si riponevano in armadio a mo di mensole, una stazione di testa che dall'ingresso del corridoio andava per casa su pannelli disposti sui cavvalleti il tutto smontabile e riponibile in mezzora a metterlo e toglierlo.
gli faccio di tutto imparando man mano le varie tecniche mi motorizzo gli scambi, in altezza arriva alle pensiline illumino il tutto eventuali altri oggetti più alti delle pensiline sono tutti rimovibili, tutto perfetto tutto bello e addirittura mi diverto a fare come fanno al vero varianti di tracciato con scalpello e martello si portava via un tratto che non piaceva e poi vi si ricostruiva. Ho acquisito tutte le conoscenze che volevo nel giro di 2 - 3 anni.
Bene sai cosa è successo e che l'ho iniziato dicendomi "vediamo se sono capace" e ho usato i binali lima gioccatoleschi che dopo 5 anni si sono arrugginiti peggio di un ferro di cavallo attaccato su un muro di una fattoria e ho dovuto buttare tutto. poi non ho fatto più niente.
quindi il mio consiglio è: non ti sottovalutare tutto si impara e tutto e perfezionabile quindi punta su materiale di ottima qualità non ti arrendere mai e prenditi tutto il tempo che vuoi, anche posare il ballast oppure un ciuffo d'erba in mezzo a un tratto di rotaia è divertimento, l'importante come detto e che non ti devi mai trovare con materiali scadenti anche se fai un modulo e poi lo smonti ti ritrovi i materiali.
Poi hai aggiunto che vuoi in analogico bene tranquillo quando vorrai potrai passare al digitale e pensa anche a parti che potranno venire senza problemi ad esempio in un deposito che al vero nasce prima con la piattaforma girevole come ben sappiamo, e poi senza, beh il bello del modellismo e che può succedere il contrario.
Ciao buon lavoro e divertimento e in bocca al lupo giusto per, sono sicuro che riuscirai.



Grazie dei consigli, la penso come te, più che sottovalutarmi io preferisco un approccio umile ed onesto.
Certo è importante sperimentare le tecniche ed imparare, infatti voglio essere certo che il progetto sia consono alle mie idee, cioè quello che vorrei riprodurre come esercizio e come tutto.

Per il discorso digitale ed analogico, non mi chiudo la porta, vorrei fare un impianto che sia poi anche utilizzabile in digitale se un giorno decidessi di modificarlo. ma comunque rimane il fatto che per quanto riguarda scambi, semafori, e sezionamenti vorrei tenere tutto in analogico che sia controllato manualmente, invece per l'impianto di trazione fare in modo di poter passare dall'analogico al digitale aprendo tutti i sezionamenti. questa è una mia idea.
Tutto nasce perché la mia idea e di comandare io stesso il tutt, come credo avvenga nella realtà, in questa epoca attuale tutto è lasciato a sistemi computerizzati, ma per l'epoca, che vorrei riprodurre, credo che solo sulle linee importanti forse già si intravedeva l'uso di automazioni , ma comunque sempre con un persona che presenziava il tutto, posso sbagliarmi , anzi se qualcuno del forum possa dare un suo punto di vista e consigli ben vengano. Io nel mio piccolo sto cercando di leggere e cercare di capire anche tutti i sistemi che le FS hanno adottato nel corso del loro sviluppo tecnologico.

ti ringrazio per i consigli li ho apprezzati molto.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: IDEE PER NUOVO PROGETTO
MessaggioInviato: lunedì 7 dicembre 2020, 10:07 
Connesso

Iscritto il: martedì 22 agosto 2006, 17:59
Messaggi: 553
Si esatto, come hai ben detto passare dall'analogico al digitale e questione di minuti basta saltare tutti i sezionamenti o da pannello analogico o facendo saldature idem per gli scambi a parte che ti trovi già tutti i cavi posati o li tagli o li ricolleghi, solo in un casa tra i vari amici modellisti ho visto un caro amico che ha un plastico per sua fortuna da quando aveva 20 anni e ha lasciato ancora gli scambi manuali, deve andare sul plastico a scambiarli, lui dice che ci sono 3 figure per un plastico il macchinista il capostazione e il manovratore, quindi il manovratore deve manovrare :-) devo dire che in compagnia è una filosofia vincente e non si è mai annoiato anche quando e solo, che mito il buon Roberto, ciao e buon lavoro.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: IDEE PER NUOVO PROGETTO
MessaggioInviato: lunedì 7 dicembre 2020, 11:55 
Non connesso

Iscritto il: martedì 26 novembre 2019, 8:46
Messaggi: 72
norge ha scritto:
Si esatto, come hai ben detto passare dall'analogico al digitale e questione di minuti basta saltare tutti i sezionamenti o da pannello analogico o facendo saldature idem per gli scambi a parte che ti trovi già tutti i cavi posati o li tagli o li ricolleghi, solo in un casa tra i vari amici modellisti ho visto un caro amico che ha un plastico per sua fortuna da quando aveva 20 anni e ha lasciato ancora gli scambi manuali, deve andare sul plastico a scambiarli, lui dice che ci sono 3 figure per un plastico il macchinista il capostazione e il manovratore, quindi il manovratore deve manovrare :-) devo dire che in compagnia è una filosofia vincente e non si è mai annoiato anche quando e solo, che mito il buon Roberto, ciao e buon lavoro.



Esatto è la filosofia che adotto, mi son reso conto, con il digitale puoi fare le stesse cose tramite la gestione con il pc,
ma l'impianto che gestisce tutto è complesso e devi avere un approccio diverso.( Poi ognuno è libero di progettare ciò che più li piace ).
io nel mio piccolo mi piace la semplicità e come hai ben detto essere tutte queste figure a livello ferroviario, o altri amici,
riesci a divertirti senza annoiarti, anche perchè se sbagli come nella realtà i treni deragliano o peggio.
grazie ancora.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: IDEE PER NUOVO PROGETTO
MessaggioInviato: lunedì 7 dicembre 2020, 11:57 
Non connesso

Iscritto il: martedì 26 novembre 2019, 8:46
Messaggi: 72
Ho Fatto una seconda variante per la stazione, con la modifica del piano binari per quanto riguarda
l'entrata verso il raccordo.
Consigli e critiche son bene accette.
Buona giornata


Allegati:
Idea V_3.png
Idea V_3.png [ 50.72 KiB | Osservato 929 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: IDEE PER NUOVO PROGETTO
MessaggioInviato: lunedì 7 dicembre 2020, 18:09 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 21 giugno 2012, 14:23
Messaggi: 3658
Località: Massa Finalese (MO)
Secondo me sei sulla buona strada!

Per quel che riguarda il secondo binario del MM, quello a raso, se vuoi allungare il tratto rettilineo parallelo al piano caricatore, puoi realizzare una S. Anche al vero non era raro che vi si facesse ricorso!


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 23 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Paolo.Bontempi e 17 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  

Duegi Editrice - Viale Francia, 7, 35020 Ponte S. Nicolò (PD). Italy - Tel. 049.711.363 - Fax 049.862.60.77 - duegi@duegieditrice.it - shop@duegieditrice.it
Direttori di testata: Gianfranco Berto - Franco Tanel. Registro Operatori della Comunicazione n° 1199. Partita iva IT 01116210293 Tutti i diritti riservati Duegi Editrice