Oggi è lunedì 17 giugno 2019, 11:02

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 109 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 8  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: COME FARE: la Massicciata
MessaggioInviato: venerdì 3 marzo 2006, 21:34 
Connesso

Iscritto il: venerdì 13 gennaio 2006, 3:48
Messaggi: 1046
Località: 'Lisondria...
splendida, economica...
...fichissima; è sabbia per canarini della FRISKIES. Bisogna setacciarla e io l'ho fatto con un normale scolariso (ha i buchi un pò più piccoli dello scolapasta...) ottieni 2 granulometrie: quella più fine è perfettamente in scala (calibro alla mano), l'altra è un pò più grossa.
E' bianca( la colori con le terre), sfaccettata come il vero ballast, costa 0.80 € al chilo, c'è in confezioni da 1 KG o sacchi da 3 KG e si trova in tutti i SELF...spendido!



Immagine

Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: sabato 4 marzo 2006, 14:04 
Non connesso

Iscritto il: martedì 17 gennaio 2006, 16:29
Messaggi: 1128
Veramente notevole..

Io provai erroneamente tempo fa con la sabbietta per la lettiera dei gatti, ma questa pur avendo una buona granulometria setacciandola, era porosa e con l'acqua e colla si "impastava" un pochino.

Quindi questa non assorbe l'acqua?

E tipo il ballast commerciale per intenderci?

Ciao


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: sabato 4 marzo 2006, 16:01 
Connesso

Iscritto il: venerdì 13 gennaio 2006, 3:48
Messaggi: 1046
Località: 'Lisondria...
Si... è composta da sabbia silicea e qualche guscio di ostrica frantumato quindi non assorbe l'acqua. Le lettiere per gatti invece sono composti chimici...
Secondo te, le ditte modellistiche dove prendono la sabbia???? :shock: :shock: :shock: poi te la fan pagare il quintuplo...


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lunedì 6 marzo 2006, 0:36 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 18 gennaio 2006, 1:10
Messaggi: 301
Località: Bra (CN)
Non prenderla male Giacomo, la mia non è affatto una critica (perchè chi lavora sui modelli / plastici comunque è da ammirare e considerare!!) ma la tua massicciata non è in scala. Ho fatto anche io lo stesso esperimento, con lo stesso materiale - che in effetti è molto economico - setacciandolo il più possibile, e facendone alcuni mini diorami di prova.
Ho poi raccolto pietrisco al vero, in vari punti della massicciata per ottenerne granulometrie il più possibile diverse, suddividendolo all'incirca in misure grandi, medie, piccole.... sia su binari con pietrisco molto recente, che su binari molto consunti.
Calibro alla mano, il materiale che io e te abbiamo usato è all'incirca, preso pietra per pietra, di dimensioni DOPPIE rispetto al reale. Te ne accorgi anche all'occhio: tra una traversa e l'altra del tuo binario ci stanno una decina di sassolini, al vero quanti saranno? Una pletora in più.....

Questo introduce un altro problema. Ho poi provato a realizzare un binario di prova con una massicciata con pietrisco in scala perfetta, il più fine reperibile commercialmente per scala N o Z. Io sto parlando di H0, però.
Una volta incollato, complice la colla che sebbene un minimo comunque impasta il tutto...la sensazione non è quella che si ha al vero...la granulometria sembra scomparire, mentre è ben evidente nel reale..
Dopo vari esperimenti ho abolito, purtroppo, la graniglia per uccelli perchè a mio parere troppo grossolana, ed ho trovato un pietrisco che è già fuori scala, ma mi da la migliore sensazione del vero...una via di mezzo tra il tuo lavoro ed il materiale commerciale ultrafine per scala N/Z.
Ma è, ovviamente, una questione di gusti.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lunedì 6 marzo 2006, 13:57 
Connesso

Iscritto il: venerdì 13 gennaio 2006, 3:48
Messaggi: 1046
Località: 'Lisondria...
io ho sempre considerato una cosa:

l'effetto visivo.

se si usa una massicciata troppo fine, tipo scala N, l'effetto da 50-60cm di distanza è brutto. Troppo omogeneo e piatto. Se invece ti piace guardare foto macro del tuo plastico allora va bene.

Ti ricordo che la prima foto ritrae la granulometria grossa ottenuta del setacciamento, la seconda quella fine molto più adatta.

Ti posto 2 foto.
La prima è una massicciata ottenuta con codesta sabbia. Da vicino l'effetto è a mio parere ottimo ma da distante perde un pò.Diventa "piatta".
La seconda foto è un confronto tra una massicciata commerciale (sx) e quella per uccelli (dx). Da distante rende di più quella commerciale...

Comunque io ho misurato con il calibro...ed è quasi esatta. Ho preso come riferimento la misura lunga del sasso...circa 7-8 cm quello vero. Il sassolino Freskies va da 0.9 a 1,1 mm che trasformando diventa 7.8 - 9.5 cm...

Immagine

Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lunedì 6 marzo 2006, 20:20 
Non connesso

Iscritto il: domenica 15 gennaio 2006, 17:54
Messaggi: 435
Località: Casapulla (Caserta )
Salve a tutti

Tempo fa girovagando con mia moglie presso Ikea ,nel reparto addobbi
floreali ho trovato qualcosa veramente interessante .
Trattasi di una sabbia sintentica chiamate "Florare".E' di due dimensioni di cui una marroncina vermente fine. E' perfetta !!
Appena posso vi posto delle foto .Un Kilo costava 50 cent
Ciao a tutti Alfredo


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lunedì 6 marzo 2006, 20:28 
Non connesso

Iscritto il: martedì 17 gennaio 2006, 16:29
Messaggi: 1128
Complimenti per la posa della massicciata, mi ha colpito tantissimo.


Posso farti due domande?

1) quanti millimetri hai alzato il binario?

2) quanti cm ci sono ai lati di massicciata?

Complimenti, davvero bella.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lunedì 6 marzo 2006, 21:23 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 18 gennaio 2006, 1:10
Messaggi: 301
Località: Bra (CN)
In effetti la tua posa della massicciata, sul binario a destra nella foto, è molto ben eseguita e di ottimo effetto. Complimenti.
Però non mi sembra che ci sia esattamente la stessa granulometria della tua prima foto ad inizio topic! Questa sembra assai più fine, o sbaglio o è solo l'effetto visivo?
In sostanza, io e te siamo arrivati alla stessa conclusione: una massicciata H0 in scala perfetta (calibro alla mano) non è efficace visivamente. In stazione ha la sua resa, specie sui binari morti dove il pietrisco quasi scompare, c'è solo più una sorta di ghiaione abbastanza rado... ma in piena linea, concordo del tutto, il senso di piatto è predominante ed è meglio usare pietrisco fuori scala - ma non di troppo.

I tuoi esempi sono a mio parere un ottimo compromesso.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: martedì 7 marzo 2006, 1:59 
Connesso

Iscritto il: venerdì 13 gennaio 2006, 3:48
Messaggi: 1046
Località: 'Lisondria...
france656 ha scritto:
Complimenti per la posa della massicciata, mi ha colpito tantissimo.


Posso farti due domande?

1) quanti millimetri hai alzato il binario?

2) quanti cm ci sono ai lati di massicciata?

Complimenti, davvero bella.


la foto dove vedi il 424 è un esperimento fatto su una tavola di compensato recuperata nei miei scarti di legno. L'ho rialzata con una strisci di compensato...non so neanchè che misura ha...
i cm a lato della massicciata li ho fatti a occhio ma è bene fruttare il normale "angolo di attrito" della ghiaia che uguale sia in scala sia in realtà... Quindi più rialzi il binario più la massicciata sarà larga...e la sua pendenza laterale sarà "naturale".
Comunque grazie per i complimenti...non pensavo...è una prova che ho fatto in 2 sere di "scazzo" :lol:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: martedì 7 marzo 2006, 2:15 
Connesso

Iscritto il: venerdì 13 gennaio 2006, 3:48
Messaggi: 1046
Località: 'Lisondria...
Riccardo Olivero ha scritto:
In effetti la tua posa della massicciata, sul binario a destra nella foto, è molto ben eseguita e di ottimo effetto. Complimenti.
Però non mi sembra che ci sia esattamente la stessa granulometria della tua prima foto ad inizio topic! Questa sembra assai più fine, o sbaglio o è solo l'effetto visivo?
In sostanza, io e te siamo arrivati alla stessa conclusione: una massicciata H0 in scala perfetta (calibro alla mano) non è efficace visivamente. In stazione ha la sua resa, specie sui binari morti dove il pietrisco quasi scompare, c'è solo più una sorta di ghiaione abbastanza rado... ma in piena linea, concordo del tutto, il senso di piatto è predominante ed è meglio usare pietrisco fuori scala - ma non di troppo.

I tuoi esempi sono a mio parere un ottimo compromesso.


non sembra la stessa perchè è colorata...
la ghiaia bianca l'ho separata in tre vasi da sugo con tappo. In uno ho versato terra marrone, in uno terra nera, in uno ocra e ho mischiato.Scekeri i tre vasi e...oplà ottieni 3 colori + il bianco.
Puoi raggrupparla a piacere dosando i tre colori in un unico vasetto...la posi, dai la soluzione collosa e attendi. Il risultato non è ancora il top. Prendi le tempere, soprattutto bianco nero .
Con un pennello a setole dure dai delle passate veloci di grigio chiaro, molto denso se non puro, lungo tutta la massicciata: rimmarrà colorato SOLO la parte superiore dei sassi, facendoli sembrare più piccoli... ecco il trucco per cui ti sembrano più piccoli...

E non smetterò mai di dirlo....siate leggeri nel colorare, deve esserci un "velo opaco" di sporco, in quelle foto ad esempio le traversine si sono sporcate "trascinando" il colore della massicciata...solo con quello.

Lusingato dai vostri apprezzamenti vi rimando agli aggiornamenti del mio plastico.


P.s. spero che qualcun'altro posti foto e discussioni di lavori propri, e non solo di modelli in uscita o "cosa compro/cosa non compro...

Ciau!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: martedì 7 marzo 2006, 15:46 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 16 gennaio 2006, 10:16
Messaggi: 212
Località: Castellanza (Varese)

La stessa tecnica che stai usando tu, l'ho realizzata due anni fa circa quando si cominciò con il Plastico del Forum.

Per dare maggiore uniformità alla graniglia ho setacciato 2 volte la sabbia eliminando inizialmente quella più grossa con use setaccio autocostruito con rete da zanzariera e successivamente eliminando quella troppo sottile setacciando con una garza medica.

Ho colorato la sabbia utilizzando tempere varie. Come hai fatto tu, anch'io asserisco che su sassi e traversini lo sporco si deposita come una patina. La cosiddetta sporcatura la effettuo con uno stucco marroncino diluito e corretto con colori sempre a tempera.

Sotto, a dire il vero un po' troppo lontani, i miei due moduli del Plastico del Forum realizzati con la tecnica sopra descritta.

Si noti nel modulo in curva la differenza del colore tra la linea principale e quella secondaria, colore ottenuto miscelando le tempere. Nel modulo di linea piena in rettilineo ho invece utilizzato una graniglia già colorata.

Immagine

Immagine

Saluti

Mario e656


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Ballast economico
MessaggioInviato: martedì 4 dicembre 2007, 7:52 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 16 maggio 2007, 16:25
Messaggi: 2139
Località: Giarre-Riposto sulla CT-ME
Inserisco qualche foto del ballast economico (Kg.1 solo euro 5,00) che ho trovato in un negozio nelle mie zone.
Fatemi sapere le Vs. considerazioni che sono sempre ben accette (critiche positive e negative)
Immagine
è tutto materiale minerale
Immagine
è stato volutamente miscelato per dare un effetto reale di pietrisco misto
Immagine
Immagine
questo sopra e sotto è un altro prodotto di altra colorazione (simulazione del ballast epoca III). Si tratta di pomice rossa triturata. Andrebbe passato al setaccio ma per il costo che ha, certamente E' MOLTO CONVENIENTE.
Immagine


Ultima modifica di FERROVIANDO il martedì 4 dicembre 2007, 9:39, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: martedì 4 dicembre 2007, 8:49 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: sabato 1 dicembre 2007, 15:51
Messaggi: 5021
Località: TROPEA(VV)
Posso darvi un consiglio?Lasciate perdere la realtà/realisticità esasperata,l'importante è dare un carattere ai nostri plastici/diorami.Mi spiego meglio;Ho visto molti plastici non proprio in perfetta scala, ma con un realismo d'insieme davvero notevole che a confronto con altre realizzazioni dove si è tenuto troppo conto di calcoli e trasformazioni matematiche , alla fine non si è raggiunta quella particolare atmosfera ferroviaria difficile da ricreare. Io ad esempio avevo la fissa dei colori da riprodurre in maniera identica al reale.MI recavo in stazione nel mio paese per prelevare piccoli frammenti di vernice degli accessori da riprodurre sul plastico.Sono molto bravo a miscelare e a trovare le tonalità cromatiche esatte ma spesso mi accorgevo che questa prassi mi discostava dal raggiungimento di quella particolare atmosfera di cui prima parlavo.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: martedì 4 dicembre 2007, 13:51 
Non connesso

Iscritto il: martedì 17 gennaio 2006, 16:29
Messaggi: 1128
X Ferroviando:

non sembra male, sicuramente da provare e sperimentare!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: martedì 4 dicembre 2007, 18:38 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 22 giugno 2006, 9:27
Messaggi: 1634
Località: Macerata
Facci sapere.... in effetti il risultato sembra appagante!
Alessio


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 109 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 8  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google Adsense [Bot] e 7 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  

Duegi Editrice - Viale Francia, 7, 35020 Ponte S. Nicolò (PD). Italy - Tel. 049.711.363 - Fax 049.862.60.77 - duegi@duegieditrice.it - shop@duegieditrice.it
Direttori di testata: Gianfranco Berto - Franco Tanel. Registro Operatori della Comunicazione n° 1199. Partita iva IT 01116210293 Tutti i diritti riservati Duegi Editrice