Oggi è sabato 19 ottobre 2019, 5:12

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 26 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Saldature su vecchi binari Lima?
MessaggioInviato: martedì 1 agosto 2017, 7:35 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 18 dicembre 2013, 12:11
Messaggi: 2666
Uso un dremel con disco sottilissimo. Se si tratta di un binario nascosto, pratico una piccola incisione sul lato della rotaia, in modo che affiori i metallo sottostante la brunitura. Se è un binario in vista faccio la stessa operazione sotto la rotaia, con mano leggera, facendo affiorare 1 mm o 2 di metallo. Poi uso poca pasta salda, e lo stagno nel punto limato tiene in modo super tenace


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Saldature su vecchi binari Lima?
MessaggioInviato: mercoledì 24 aprile 2019, 16:21 
Non connesso

Iscritto il: martedì 21 aprile 2009, 16:48
Messaggi: 1571
Approfitto di questa discussione per chiedere se gli stessi problemi di saldatura di incontrano anche con attuali binari Roco.
Sto iniziando a saldare i punti di contatto con binari già posati, flussante e stagno per elettronica, ma anche io ho riscontrato diversi problemi di tenuta.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Saldature su vecchi binari Lima?
MessaggioInviato: mercoledì 24 aprile 2019, 21:52 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 20 settembre 2006, 20:44
Messaggi: 3931
Località: Sorbolo (PR)
corsaroromano ha scritto:
Approfitto di questa discussione per chiedere se gli stessi problemi di saldatura di incontrano anche con attuali binari Roco.
Sto iniziando a saldare i punti di contatto con binari già posati, flussante e stagno per elettronica, ma anche io ho riscontrato diversi problemi di tenuta.


Prime tre domande, nell'ordine di rilevanza:
- che saldatore usi?
- a che temperatura saldi?
- che fili ci saldi?

Ulteriori due domande fondamentali:
- hai mai saldato prima parti di grande sezione? (nel nostro caso le rotaie sono parti di grande sezione)
- hai fatto prima pratica su qualche spezzone di binario?
Ti anticipo che se rispondi no, hai già individuato il 70% del problema.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Saldature su vecchi binari Lima?
MessaggioInviato: mercoledì 24 aprile 2019, 23:00 
Non connesso

Iscritto il: martedì 21 aprile 2009, 16:48
Messaggi: 1571
Ciao Marco, come saldatore uso una stazione saldante Parkside, la temperatura impostata è 300 gradi, utilizzo i fili con una vena da 0,75 c'è normalmente di utilizzano per collegare le casse degli stereo (quei cavi bipolari rossi e neri perché sono i cavi elettrici con spessore più basso che ho trovato girando tutti i negozi di elettronica della mia città), ho saldato diversi pali della linea aerea del vecchio plastico (non so se questi posso essere considerati grandi sezioni) e non ho fatto ancora prove su spezzoni di binario perché non credevo ci fossero grossi problemi.
Cosa mi consigli di modificare?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Saldature su vecchi binari Lima?
MessaggioInviato: giovedì 25 aprile 2019, 8:49 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 14 gennaio 2010, 14:43
Messaggi: 793
Località: Tarvisio - Udine
Io quando saldo sulle rotaie tillig do prima una grattatina per dare una lieve rugosita alla base su cui saldare... Per ora non mi è saltata nessuna saldatura

Inviato dal mio ATU-L11 utilizzando Tapatalk


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Saldature su vecchi binari Lima?
MessaggioInviato: venerdì 26 aprile 2019, 2:03 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 20 settembre 2006, 20:44
Messaggi: 3931
Località: Sorbolo (PR)
corsaroromano ha scritto:
...
Cosa mi consigli di modificare?


Prima di tutto la temperatura 380-400 °C e punta del saldatore max 2 mm, il saldatore dovrebbe avere una potenza di almeno 40W, meglio 60W.
Poi:
1- sgrassa le rotaie sotto il fungo*, cotton fioc e diluente nitro, o qualche altro sgrassante che non lascia aloni o depositi
2- quindi fregale con qualcosa di abrasivo per togliere ossido e rendere ruvido
3- metti una goccia di pasta salda
4- scalda la rotaia sulla suola e contemporaneamente deposita un pò di stagno con anina di pasta salda, lo stagno va contatto con la rotaia e non con il saldatore
5- spella 3-4 mm di filo**
6- immergi il filo nella pasta salda
7- stagna bene il filo, con leggera eccedenza di stagno
8- sagoma il filo in modo che si adatti alla zona della rotaia dove lo saldi
9- appoggia il filo sulla parte stagnata della rotaia, e fai pressione
10- appoggia il saldatore sul filo
11- quando si fonde anche lo stago della rotaia, 2 secondo e poi togli il saldatore
12- tieni in pressione il filo fino a raffreddamento, 5-10 secondi
13- finito.
Se la saldatura viene male, dopo almeno 1 minuto, per evitare di scaldare troppo la plastica delle traversine:
14- appoggia di nuovo il saldatore sul filo
15- aggiungi un po di stagno
16- ritorna al punto 11.

* Se il fungo resta sporco è meglio, si evita che ci vada dello stagno con pasta salda e venga rovinata la superfice inossidabile.

** Per il filo uno 0,35/0,5 mmq basta e avanza, se è rigido è ancora meglio. Nell'ultimo spezzone cha va alla rotaia, essendo di pochi cm non serve una grande sezione.

Un suggerimento da addetto ai lavori: lascia perdere quei fili da impianto audio fai da te, c'è di meglio, e non sprecare soldi in altri tipi di cavi audio.
Vai in un brico (per caso hai un bricoman vicino) o da un ferramenta, o meglio da un elettricista*** e prendi delle matasse di filo per impianti elettrici, spendi il giusto e hai migliore qualità: sia di rame sia di isolante.
Il filo rigido è ormai utilizzato solo per impieghi particolari e di solito lo si trova in cavi a più conduttori, potresti trovare quello citofonico o telefonico, o anche quello per reti LAN, con qualche metro ci passi una vita.
Non essendo il loro mestiere, i rivenditori di elettronica sono da evitare per l'acquisto dei conduttori elettrici per i plastici, caso mai solo per i cavi di segnale tra PC e centralina DCC.

*** Alcuni grossisti di materiale elettrico vendono anche con scontrino ai privati, meglio rifornirsi lì.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Saldature su vecchi binari Lima?
MessaggioInviato: venerdì 26 aprile 2019, 10:12 
Non connesso

Iscritto il: martedì 21 aprile 2009, 16:48
Messaggi: 1571
marco_58 ha scritto:
corsaroromano ha scritto:
...
Cosa mi consigli di modificare?


Prima di tutto la temperatura 380-400 °C e punta del saldatore max 2 mm, il saldatore dovrebbe avere una potenza di almeno 40W, meglio 60W.
Poi:
1- sgrassa le rotaie sotto il fungo*, cotton fioc e diluente nitro, o qualche altro sgrassante che non lascia aloni o depositi
2- quindi fregale con qualcosa di abrasivo per togliere ossido e rendere ruvido
3- metti una goccia di pasta salda
4- scalda la rotaia sulla suola e contemporaneamente deposita un pò di stagno con anina di pasta salda, lo stagno va contatto con la rotaia e non con il saldatore
5- spella 3-4 mm di filo**
6- immergi il filo nella pasta salda
7- stagna bene il filo, con leggera eccedenza di stagno
8- sagoma il filo in modo che si adatti alla zona della rotaia dove lo saldi
9- appoggia il filo sulla parte stagnata della rotaia, e fai pressione
10- appoggia il saldatore sul filo
11- quando si fonde anche lo stago della rotaia, 2 secondo e poi togli il saldatore
12- tieni in pressione il filo fino a raffreddamento, 5-10 secondi
13- finito.
Se la saldatura viene male, dopo almeno 1 minuto, per evitare di scaldare troppo la plastica delle traversine:
14- appoggia di nuovo il saldatore sul filo
15- aggiungi un po di stagno
16- ritorna al punto 11.

* Se il fungo resta sporco è meglio, si evita che ci vada dello stagno con pasta salda e venga rovinata la superfice inossidabile.

** Per il filo uno 0,35/0,5 mmq basta e avanza, se è rigido è ancora meglio. Nell'ultimo spezzone cha va alla rotaia, essendo di pochi cm non serve una grande sezione.

Un suggerimento da addetto ai lavori: lascia perdere quei fili da impianto audio fai da te, c'è di meglio, e non sprecare soldi in altri tipi di cavi audio.
Vai in un brico (per caso hai un bricoman vicino) o da un ferramenta, o meglio da un elettricista*** e prendi delle matasse di filo per impianti elettrici, spendi il giusto e hai migliore qualità: sia di rame sia di isolante.
Il filo rigido è ormai utilizzato solo per impieghi particolari e di solito lo si trova in cavi a più conduttori, potresti trovare quello citofonico o telefonico, o anche quello per reti LAN, con qualche metro ci passi una vita.
Non essendo il loro mestiere, i rivenditori di elettronica sono da evitare per l'acquisto dei conduttori elettrici per i plastici, caso mai solo per i cavi di segnale tra PC e centralina DCC.

*** Alcuni grossisti di materiale elettrico vendono anche con scontrino ai privati, meglio rifornirsi lì.

Ti ringrazio per le delucidazioni.
Ieri ho provato a fare le saldature e devo dire che non ho avuto grandi difficoltà, anzi le saldature sembrano ben riuscite anche
Sul filo, anche io preferirei utilizzare fili diversi, ma i negozi a cui mi sono rivolto sono grossisti e tutti mi hanno dato lo stesso filo come fili di minor spessore.
Se mi dai indicazione di un filo specifico da utilizzare, proverò a cercarlo.
Grazie dell'aiuto e buona giornata


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Saldature su vecchi binari Lima?
MessaggioInviato: venerdì 26 aprile 2019, 12:23 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 20 settembre 2006, 20:44
Messaggi: 3931
Località: Sorbolo (PR)
A prescindere dal nome commerciale che da ogni produttore alla su gamma di conduttori elettrici che fa testo sono le denominazioni CEI-IEC.
Riporto qui il link al catalogo, liberamente scaricabile, di un produttore a caso http://www.baldassaricavi.it/repository ... o_cavi.pdf.
le tipologie che interessano a noi per i plastici sono:
- H05V-U = di difficile reperibilità
- H05V-K = non tutti i magazzini lo tengono in casa
- H07V-U = di difficile reperibilità
- H07V-K = è il tipo più comune utilizzato in tutti gli impianti elettrici civili e industriali.
Fare riferimento all'indice del catalogo.

Per capire le caratteristiche fondamentali dei conduttori elettrici: sezione, tensione di esercizio, corrente ammessa, e qualche altro dato fisico/meccanico, non serve essere elettrotecnici professionisti e con due lauree. :wink:

Quindi esistono tutti i conduttori isolati a meno di 300 V e con sezioni da 1,5 mmq in giù.
Spesso questi conduttri sono identificati con la siglatura AWG, ecco una tabella di conversione http://www.abes.it/wp-content/uploads/2 ... e-cavi.pdf
Allo stesso modo le sigle sono molteplici e spesso non armonizzate, pertanto non è immediato dare un tipo di riferimento.
Questi conduttori sono quasi esclusivamente utilizzati nei cablaggi di apparecchiature elettriche, quindi è difficile trovarli dai distributori di materiale elettrico.
Tipicamente questi conduttori non gradiscono troppo il contatto con il calore, quindi: saldatore di qualità a punta piccola e alta temperatura, e stagno di qualità, in modo da ridurre il più possibile il tempo di contatto con il calore.
Si possono però trovare in rete, io di solito verifico qui:
- https://www.tme.eu/it
- https://www.digikey.it/
- https://www.distrelec.it/
- https://it.farnell.com
altri rivenditori non li trovo competitivi.
In questi siti verificare sempre le caratteristiche dei prodotti leggendo i documenti tecnici allegati, troppo spesso le traduzioni sono fantasiose quando non ridicole.

Utilizzando conduttori di sezione inferiore a 0,5 mmq conviene utilizzare cavi multipolati: la guaina esterna garantiche la protezione meccanica.

Da evitare l'uso di conduttori per impianti a bordo di veicoli e elettromestici, sono fabbricati apposta, e vanno maneggiati con cura: 5 manipolazioni sono già troppe.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Saldature su vecchi binari Lima?
MessaggioInviato: venerdì 26 aprile 2019, 13:45 
Non connesso

Iscritto il: martedì 18 agosto 2015, 20:45
Messaggi: 56
Io uso questo cavo, avendone già avuto esperienza per motivi professionali :

https://m.distrelec.it/it/filo-25-mm-tr ... p/15541404

È vero, costa un po' caro, ma con un rotolo da 100m ci fai tutti i collegamenti di un plastico (parlo della parte finale, quella che attraversa la base e viene saldata sulla rotaia). E come pregi ha la tenuta della guaina (non si ritira né si apre se scaldi col saldatore) ed i trefoli sono stagnati, il che significa che a differenza di quelli in rame "esposto" non corrono il rischio di ossidarsi, permettendo una prestagnatura molto fluida (non devi insistere molto col saldatore).
Non si trova facilmente nei negozi, ma come vedi su distrelec e simili si.
Ultima nota, dato che siamo in tema: è la versione "civile" del cavo in radox che viene usato anche nei moderni cablaggi ferroviari!

https://literature.hubersuhner.com/Mark ... ivityEN/#/


Inviato dal mio STF-L09 utilizzando Tapatalk


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Saldature su vecchi binari Lima?
MessaggioInviato: venerdì 26 aprile 2019, 15:09 
Non connesso

Iscritto il: martedì 21 aprile 2009, 16:48
Messaggi: 1571
sennajj ha scritto:
Io uso questo cavo, avendone già avuto esperienza per motivi professionali :

https://m.distrelec.it/it/filo-25-mm-tr ... p/15541404

È vero, costa un po' caro, ma con un rotolo da 100m ci fai tutti i collegamenti di un plastico (parlo della parte finale, quella che attraversa la base e viene saldata sulla rotaia).


Inviato dal mio STF-L09 utilizzando Tapatalk

Bhe sì, forse un po' costoso. Comunque grazie


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Saldature su vecchi binari Lima?
MessaggioInviato: venerdì 26 aprile 2019, 22:20 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 20 settembre 2006, 20:44
Messaggi: 3931
Località: Sorbolo (PR)
corsaroromano ha scritto:
...
Bhe sì, forse un po' costoso. Comunque grazie


Vale la pena spendere quei soldi, in particolare se usi il digitale, e specificatamente adesso che sei all'inizio.


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 26 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  

Duegi Editrice - Viale Francia, 7, 35020 Ponte S. Nicolò (PD). Italy - Tel. 049.711.363 - Fax 049.862.60.77 - duegi@duegieditrice.it - shop@duegieditrice.it
Direttori di testata: Gianfranco Berto - Franco Tanel. Registro Operatori della Comunicazione n° 1199. Partita iva IT 01116210293 Tutti i diritti riservati Duegi Editrice