Oggi è mercoledì 23 settembre 2020, 5:08

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 18 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Tecniche di saldatura
MessaggioInviato: sabato 13 giugno 2020, 15:11 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 27 gennaio 2011, 21:44
Messaggi: 185
Ciao a tutti gli amici del Forum

Rispondo qui alla domanda di "vico" che nel Trend sul montaggio della Delta test Campo Volo che sto realizzando per Martini-Jagher mi chiede la tecnica sulle saldature

Di per se la saldatura è una tecnica semplice:
Si posizionano i pezzi da saldare (puliti e sgrassati naturalmente)
Si mette una goccia di antiossidante per saldature acquistabile in una ferramenta sulla giuntura da saldare
Si taglia con un Cutter un pezzo di stagno per saldatura da 0,8 di circa 1 mm (per l'1/43)
Si prende il saldatore caldo pronto alla saldatura e si raccoglie il pezzettino di stagno con la punta , lo si posiziona sulla giuntura da saldare fino a quando lo stagno non aderisce alla parte diventando di un bel colore tipo cromatura ( è quando il saldatore scaldando tutte le parti crea la vera e propria saldatura)
Ed il gioco è fatto

https://ibb.co/bRszPWM


https://ibb.co/P4th9Cw


E veniamo alla vera " Tecnica " da adottare per le saldature

1) Devi prepararti a buttarci molto tempo e mettere in preventivo di buttare tutto, perchè alla ventesima saldatura si deforma tutto
:mrgreen:

2) Va trovato in funzione dell'oggetto da saldare un sistema dove i pezzi da saldare non si spostino durante la saldatura (se noti nella
foto postata dove realizzo un Roolbar ho fermato l'arco anteriore con del nastro)

3) Il punto 2 è a tutti gli effetti la parte " Vitale " di tutta la tecnica

Ad ogni oggetto da realizzare esiste un sistema diverso di gestire il punto 2, perciò qui l'esperienza la fa da padrone

Spero di essere stato di aiuto e ci farai vedere questo portapacchi una volta realizzato

P.S
Nelle prossime " chiaccherate" lascia stare il cognome- Dalla Rosa- che fa " formale " e usiamo il nome Silvio più - tra amici- :wink:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Tecniche di saldatura
MessaggioInviato: sabato 13 giugno 2020, 16:05 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 8 ottobre 2007, 1:06
Messaggi: 2121
Io col punto 1) vado fortissimo ... butto sempre via tutto ...


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Tecniche di saldatura
MessaggioInviato: sabato 13 giugno 2020, 16:31 
Non connesso

Iscritto il: domenica 19 settembre 2010, 14:17
Messaggi: 389
Il problema, almeno per me, si manifesta laddove i punti da saldare sono molto vicini tra di loro (e nell'1/43 facilmente si presenta la questione) perché facilmente saldando un punto può sciogliersi lo stagno nel punto vicino saldato precedentemente. Non so se sono stato chiaro. Comunque la protezione della Delta è un capolavoro. Complimenti!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Tecniche di saldatura
MessaggioInviato: sabato 13 giugno 2020, 16:45 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 13 gennaio 2006, 13:06
Messaggi: 349
Per iniziare grazie della spiegazioni.
Usi l'ottone perché si salda meglio che il rame?
Dico una ...stupidaggine: e se si raffreddasse la parte già saldata con acqua o cubetto di ghiaccio per poi eseguite la successiva? :oops: )


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Tecniche di saldatura
MessaggioInviato: sabato 13 giugno 2020, 17:13 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 27 gennaio 2011, 21:44
Messaggi: 185
Riguardo l'uso dell'ottone è perché rimane più rigido e solido

C'è un limite di grandezze dove anche io non saldo più ma incollo ed è vicino ai 2mm

Purtroppo bisogna trovare il modo da bloccare tutto

C'è chi incolla i pezzi su una base con il Ciano per poi staccare il tutto una volta saldato

Comunque non è come provarci e continuare che si trova la propria tecnica


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Tecniche di saldatura
MessaggioInviato: giovedì 9 luglio 2020, 21:07 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 13 gennaio 2006, 13:06
Messaggi: 349
Finalmente ho finito l’oggetto per il quale avevo chiesto delucidazioni sul come saldare a stagno, pezzi piccoli.
In particolare dovevo costruire il portapacchi per un furgone di assistenza della squadra Lancia .
Ed ecco dopo prove e tante …”preghiere” il pezzo finito.
Ho usato filo di rame perché ne ho di vari diametri e ho trovato quello giusto (0,4 mm)
I traversi sul fondo sono incollati mente il resto è saldato.
Visto da vicino ha delle belle pecche ( allineamento e squadratura del fondo ) ma ha me va benissimo così.
Sinceramente non pensavo di riuscirci.
Grazie ancora per i consigli.


Allegati:
DSCN3861.jpg
DSCN3861.jpg [ 105.26 KiB | Osservato 1466 volte ]
DSCN3858.jpg
DSCN3858.jpg [ 216.56 KiB | Osservato 1466 volte ]
DSCN3857.jpg
DSCN3857.jpg [ 92.12 KiB | Osservato 1466 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Tecniche di saldatura
MessaggioInviato: giovedì 9 luglio 2020, 21:08 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 13 gennaio 2006, 13:06
Messaggi: 349
dimenticavo: manca la finitura del tutto e la verniciatura.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Tecniche di saldatura
MessaggioInviato: venerdì 10 luglio 2020, 10:04 
Non connesso

Iscritto il: sabato 22 dicembre 2007, 17:48
Messaggi: 729
Località: Lecce
Direi che è un bel lavoro!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Tecniche di saldatura
MessaggioInviato: venerdì 10 luglio 2020, 12:10 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 10 agosto 2011, 22:26
Messaggi: 81
Località: Toulon-France
Grande lavoro

Per facilitare la saldatura, è possibile utilizzare il dispositivo di rimozione della saldatura per l'impianto idraulico di stagno
Per lo stagno, esiste anche una saldatura a bassa temperatura basata sul bismuto (utilizzata nella modellistica dei treni)
Per la spogliarellista, puoi anche farlo con acido cloridrico e zinco (vecchia grondaia) in saturazione (non sono responsabile della gestione) Su Internet ci sono ricette. Vantaggio di questa soluzione, non è grassa
Uso un saldatore da 60 W per riscaldare rapidamente e localmente

https://hobbyking.com/it_it/soldering-s ... t_products

È difficile utilizzare la traduzione di Google per termini tecnici


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Tecniche di saldatura
MessaggioInviato: venerdì 10 luglio 2020, 18:14 
Non connesso

Iscritto il: sabato 27 febbraio 2010, 1:23
Messaggi: 3291
Jean-paul ha scritto:
È difficile utilizzare la traduzione di Google per termini tecnici


Infatti. Potresti mettere il testo originale, SVP? Grazie!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Tecniche di saldatura
MessaggioInviato: venerdì 10 luglio 2020, 19:38 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 12 gennaio 2006, 14:57
Messaggi: 8193
Località: Milano
La spogliarellista con l'uso di acido cloridrico e zinco è:
1. pratica sadomasochista con risvolti nel penale :?
2. qualcosa di estremamente ardito ma che non riesco proprio a immaginare (e in queste cose ho un discreta fantasia...) 8)
3. la dimostrazione che i guggol translators "ils font chier". En français, jean Paul, svp, c'est mieux! :D


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Tecniche di saldatura
MessaggioInviato: venerdì 10 luglio 2020, 23:56 
Non connesso

Iscritto il: sabato 27 febbraio 2010, 1:23
Messaggi: 3291
casper ha scritto:
La spogliarellista con l'uso di acido cloridrico e zinco è:
1. pratica sadomasochista con risvolti nel penale :?
2. qualcosa di estremamente ardito ma che non riesco proprio a immaginare (e in queste cose ho un discreta fantasia...) 8)
3. la dimostrazione che i guggol translators "ils font chier". En français, jean Paul, svp, c'est mieux! :D


"Paint stripper": a body-painted one who removes his/her paint, usually with music background, until he/she looks almost or totally naked...


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Tecniche di saldatura
MessaggioInviato: sabato 11 luglio 2020, 8:13 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 10 agosto 2011, 22:26
Messaggi: 81
Località: Toulon-France
casper ha scritto:
La spogliarellista con l'uso di acido cloridrico e zinco è:
1. pratica sadomasochista con risvolti nel penale :?
2. qualcosa di estremamente ardito ma che non riesco proprio a immaginare (e in queste cose ho un discreta fantasia...) 8)
3. la dimostrazione che i guggol translators "ils font chier". En français, jean Paul, svp, c'est mieux! :D


Vous avez vu mon travail sur le sujet en cours Ferrari 365 california.

Pour souder, il y a 2 paramètres la soudure et le fer à souder. Pour la soudure, vous pouvez utiliser celle pour l'électronique mais il y a du décapant incorporé et il est gras. Autre solution, utiliser une soudure basse température avec du bismuth qui abaisse le point de fusion (utile quand vous soudez du white metal). Seulement il faut appliquer un décapant. Vous en trouvez au rayon plomberie des magasins de bricolage, ou sinon vous pouvez faire un mélange acide chlorhydrique + zinc pur (vous en trouvez dans des vieilles gouttières) L'avantage de cette solution, c'est qu'elle n'est pas grasse mais très corrosive (attention à vos outils et à la manipulation) Il faut bien rincer la pièce à la fin (bac à ultrason)

Pour le fer à souder, il faut 60W pour souder rapidement et chauffer très vite ... cela évite de rester trop longtemps au même endroit et risquer de propager la chaleur dans toute votre pièce. J'ai donné un lien au dessus sur le fer que j'ai, on peut le trouver sur Amazon et il y'a beaucoup de pièces de rechanges ... c'est l'imitation d'une marque japonaise reconnue (Hakko)

Sur la photo, mon eau de soudage, la soudure basse température (j'essaye de vous retrouver l'adresse du magasin) et un de mes travaux actuels (je dois faire les rivets)... n'hésitez pas à mixer les matières : cuivre, laiton ou maillechort .... chacune présente son avantage. Le cuivre est plus malléable, laiton rigide en fine épaisseur, maillechort peut être poli ...

Immagine

Il faut beaucoup d'humilité quand vous voyez le travail de certains japonais ou celui de Roberto sur Instagram
Voir la soudure adhérer à votre pièce, est un grand plaisir. La matière est noble et presque plus belle quand elle est nue (je ne ferai pas de comparaison hasardeuse :mrgreen: ) ... mais avec la peinture on cache tout

Ciao
Jean Paul


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Tecniche di saldatura
MessaggioInviato: sabato 11 luglio 2020, 11:00 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 25 marzo 2010, 8:17
Messaggi: 2659
Località: Cinatown-Prato
Perché andate ha tovare il dificile….
C'è una semplice pasta per saldature a stagno o il flussante liquido
che viene venduto anche dal fruttarolo oltre che nelle normali ferramenta.

il difficile stà nel saldare a stagno su basi di metallo bianco ..qui ci vuole
molta attenzione perché c'è il rischio di fondere il tutto anche a basse temperature.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Tecniche di saldatura
MessaggioInviato: sabato 11 luglio 2020, 11:33 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 11 gennaio 2006, 23:10
Messaggi: 717
In effetti esistono flussanti molto efficaci oggi senza complicarsi la vita. La ricetta con acidi e zinco direi di accantonarla, poco efficace e lascia residui. Con i moderni flussanti non ci sono limiti nei materiali che si possono saldare, acciaio, alpacca, rame e ottone, metallo bianco ecc ecc.
Il lavoro del portapacco non è male, sono un pò fredde le saldature, nel senso che non sono complete e la lega non ha potuto scorrere. Probabilmente non ha agito il flussante , non so dovresti dettagliare di più la spiegazione. Comunque non è male.
Nella foto del telaio birdcage puoi vedere come nelle giunzioni lo stagno avvolge i rod di ottone e nickel. Ti consiglio una lega a bassissimo tenore di piombo, ce ne sono di tantissime composizioni.

Per le saldature su metallo bianco ci vuole solo un pò di attenzione e di pratica. Fondamentale è la possibilità di modulare la temperatura che però non è possibile con saldatori tradizionali. In questo modo puoi scegliere la temperatura più efficace a seconda della grandezza dei pezzi, il metallo bianco tende a assorbire il calore ed a dissiparlo rendendo difficoltosa la saldatura nel punto desiderato. E' facile esagerare e superare lo spot point e sciogliere tutto. Il principio è che il calore per la saldatura si trasmette con la lega di apporto e non con la punta del saldatore, è così facile modulare la quantità di calore necessaria.
In se la saldatura non è difficile, necessita solo di una serie di regole che una volta applicate aprono un mondo senza colla e stucco :-D


Allegati:
10994049_10205964323658064_1921989981508895955_n.jpg
10994049_10205964323658064_1921989981508895955_n.jpg [ 50.7 KiB | Osservato 1215 volte ]
Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 18 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 15 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  

Duegi Editrice - Viale Francia, 7, 35020 Ponte S. Nicolò (PD). Italy - Tel. 049.711.363 - Fax 049.862.60.77 - duegi@duegieditrice.it - shop@duegieditrice.it
Direttori di testata: Gianfranco Berto - Franco Tanel. Registro Operatori della Comunicazione n° 1199. Partita iva IT 01116210293 Tutti i diritti riservati Duegi Editrice