Oggi è lunedì 13 luglio 2020, 12:09

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 162 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 11  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: COME FARE: Isolato edifici stile italiano
MessaggioInviato: mercoledì 27 febbraio 2013, 19:06 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 3 ottobre 2011, 14:47
Messaggi: 139
Ne avevo già parlato lo scorso anno, adesso grazie a un pò di tempo libero, si comincia...
E' un tipico isolato di case italiane, in scala H0, ambientato in epoca IV, cercherò di postare uno step by step fotografico della sua costruzione. Al prossimo aggiornamento.


Allegati:
Senza-titolo-1.jpg
Senza-titolo-1.jpg [ 70.23 KiB | Osservato 18092 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: COME FARE: Isolato edifici stile italiano
MessaggioInviato: giovedì 28 febbraio 2013, 9:17 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 11 dicembre 2009, 12:34
Messaggi: 435
Località: Acerra
Il progetto sembra interessante.
Che materiali intendi utlizzare?
Infissi?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: COME FARE: Isolato edifici stile italiano
MessaggioInviato: giovedì 28 febbraio 2013, 13:21 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 3 ottobre 2011, 14:47
Messaggi: 139
Il materiale sarà cartoncino compatto (quello grigio per intenderci) di 3 mm di spessore.
Gli infissi saranno stampati e tagliati in cartoncino da disegno, mentre saranno in legno compensato inciso per i portoni del piano terra, le modanature le realizzo sempre in cartoncino stampato e ritagliato, successivamente colorati in marrone/verde a seconda dei singoli blocchi edilizi.
La tecnica degli infissi in cartoncino l' ho già sperimentata con successo qualche tempo fa...


Allegati:
imgp00809ha.jpg
imgp00809ha.jpg [ 92.45 KiB | Osservato 17861 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: COME FARE: Isolato edifici stile italiano
MessaggioInviato: giovedì 28 febbraio 2013, 21:00 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 3 ottobre 2011, 14:47
Messaggi: 139
Finalmente si comincia..il cartoncino da 3 mm è duro da tagliare col cutter, ci vuole un pò di tempo in più ma il risultato è ottimo, inoltre nella seconda immagine sono già andato alla ricerca di insegne e cartelli d' epoca da inserire negli edifici, tramite foto fatte dal vivo o utilizzando quella meravigliosa tecnologia che è Street Wiew..


Allegati:
DSCN5556.JPG
DSCN5556.JPG [ 74.53 KiB | Osservato 17721 volte ]
ins.JPG
ins.JPG [ 104.14 KiB | Osservato 17721 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: COME FARE: Isolato edifici stile italiano
MessaggioInviato: venerdì 1 marzo 2013, 8:57 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 13 gennaio 2006, 3:48
Messaggi: 1092
Località: 'Lisondria...
Non ho capito che tipo di cartoncino usi.
Potresti specificare vista l'ottima resa e l'ottimo lavoro che hai realizzato?;-)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: COME FARE: Isolato edifici stile italiano
MessaggioInviato: venerdì 1 marzo 2013, 13:02 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 11 dicembre 2009, 12:34
Messaggi: 435
Località: Acerra
Cita:
il cartoncino da 3 mm è duro da tagliare col cutter


Magari con una lama nuova.... :lol:

Anch'io sono curioso, che cartoncino è? Pistolegno?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: COME FARE: Isolato edifici stile italiano
MessaggioInviato: venerdì 1 marzo 2013, 18:37 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 3 ottobre 2011, 14:47
Messaggi: 139
Il cartoncino in cui sono realizzati i muri, è un cartoncino grigio compatto, avete presente le scatole di scarpe oppure i fondi degli album da disegno? Ebbene,come quello, della stessa consistenza, soltanto che lo spessore è di 3 mm.
E' possibile trovarlo nelle cartolerie ben fornite oppure, qualche anno fa lo trovavo in una tipografia vicino casa, sono quei fogli di cartone che si interpongono tra le risme di carta formato A1/A0.
Per gli infissi utilizzo un normale foglio tipo blocco Fabriano liscio, stampato al laser e ritagliato con il taglierino.
@ alegiustizia..beh le lame hanno un leggero velo di ruggine ma sono nuove..ma penso che hai ragione :D


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: COME FARE: Isolato edifici stile italiano
MessaggioInviato: venerdì 1 marzo 2013, 20:37 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 20 gennaio 2006, 18:43
Messaggi: 97
Località: Milano
Beh, evidentemente ormai ti sei abituato cosi, ma il Forex non sarebbe più malleabile al taglio?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: COME FARE: Isolato edifici stile italiano
MessaggioInviato: sabato 2 marzo 2013, 14:30 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 3 ottobre 2011, 14:47
Messaggi: 139
Non ho mai provato il forex, anche se a casa ne ho una lastra da 3 mm pronta per l' uso, preferisco usarlo quando dovrò fare delle facciate in mattoni, in modo da poterlo incidere con una punta metallica.
Il cartone lo preferisco perchè, quando dovrò dargli la tempera murale bianca di sottofondo, rimane uniforme nel colore e la assorbe molto bene.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: COME FARE: Isolato edifici stile italiano
MessaggioInviato: sabato 2 marzo 2013, 15:15 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 29 ottobre 2009, 22:33
Messaggi: 286
Località: Lonato d/G. BS
carpentiere ha scritto:
Non ho mai provato il forex, anche se a casa ne ho una lastra da 3 mm pronta per l' uso, preferisco usarlo quando dovrò fare delle facciate in mattoni, in modo da poterlo incidere con una punta metallica.
Il cartone lo preferisco perchè, quando dovrò dargli la tempera murale bianca di sottofondo, rimane uniforme nel colore e la assorbe molto bene.


Hanno entrambi i loro pregi e difetti;
forex +velocità "incollaggio"
+robustezza
+indeformabilità nel tempo
+facilità di incisione
-trasparenza se decidi di illuminare gli edifici
-difficoltà nelle piccole stuccature se sbagli un taglio
-colorazione solo con acrilici

cartoncino +semplicità di incollaggio con altri materiali
+stuccatura anche col das
+colorazione con vernici da muro (x effetto molto realistico) o con colori acrilici quindi con toni opachi
+nessuna trasparenza alla luce
-tempi di "incollaggio" + lunghi e con la necessità di dover mettere "in morsa" i pezzi
-necessità di dover incollare dei rinforzi
-incisione piu' lunga... se poi si utilizza il das come fondo i tempi si allungano ulteriormente (ma l'effetto finale ripaga)

Se ho dimenticato qualche pregio/difetto... aggiungeteli, grazie :wink:


Dopo la considerazione sul fatto che la praticità sia soggettiva và necessariamente sottolineato, come pure è da aggiungere il fatto che anche in questo argomento si formino le 2 fazioni come in tante altre occasioni (vedi l'eterna lotta analogico vs digitale) è fisiologico... io ho cercato solo di fare un'analisi razionale sulle diversità dei 2 tipi di materiale.
Obbiettivamente ero restio anch'io al forex, e dopo averlo provato ho cambiato idea; ci sono alcuni utilizzi che ne esaltano le qualità (es. ponte trasbordatore, carroponte e alcune strutture non illuminate) altre che non mi hanno pienamente soddisfatto (edifici illuminati)

Ciao
MM


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: COME FARE: Isolato edifici stile italiano
MessaggioInviato: sabato 2 marzo 2013, 18:40 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 3 ottobre 2011, 14:47
Messaggi: 139
Condivido pienamente con Marco Molinari sui pregi e difetti del cartoncino, sul forex non so dire, non avendolo mai provato e lo ringrazio per avermi delucidato pro e contro di questo materiale (che sicuramente proverò).
Il difetto più grande del cartoncino forse, è proprio la necessità di incollare dei rinforzi lungo il perimetro della costruzione, quando lo si vernicia con la tempera murale a vista d' occhio si nota l' immediato "imbarcamento" delle superfici (questione di pochi secondi, dove attacca la tempera il cartoncino si dilata per l' assorbmento dell' acqua).


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: COME FARE: Isolato edifici stile italiano
MessaggioInviato: domenica 3 marzo 2013, 21:26 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 3 ottobre 2011, 14:47
Messaggi: 139
Come avrete notato, nella costruzione ci sono due balconi che avrebbero bisogno di ringhiere; inoltre sulle mura degli edifici degli anni 60/70 spesso vi erano dei sostegni per gli isolatori in ceramica che sostenevano i fili della rete elettrica.
Ho risolto entrambi i problemi disegnando una lastrina che sarà fotoincisa (fotoincisione casalinga già provata in precedenza con discreto successo, niente di professionale eh!) in ottone avente spessore 0.20 mm.
Tanto per risparmiare ottone ed avercele già pronte, ci ho anche inserito qualche bici..:D


Allegati:
lastrina.jpg
lastrina.jpg [ 59.67 KiB | Osservato 17127 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: COME FARE: Isolato edifici stile italiano
MessaggioInviato: giovedì 7 marzo 2013, 19:38 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 3 ottobre 2011, 14:47
Messaggi: 139
Si va avanti con il taglio delle pareti...


Allegati:
DSCN5557.JPG
DSCN5557.JPG [ 38.38 KiB | Osservato 16953 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: COME FARE: Isolato edifici stile italiano
MessaggioInviato: venerdì 15 marzo 2013, 19:30 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 3 ottobre 2011, 14:47
Messaggi: 139
Il taglio delle pareti e delle aperture è terminato.
Volevo parlarvi degli attrezzini autocostruiti (stando a casa non ho il minimo attrezzo tranne un taglierino!) per realizzare il modello.
n° 1 - Questo punteruolo serve per riportare il disegno dal foglio al materiale in cui verrà realizzato il modello: si sovrappone il foglio con la stampa (realizzata con Autocad) al cartoncino, lo si fissa con dello scotch e si "pungono" gli angoli delle finestre, degli spigoli e delle aperture in generale; una volta fatto ciò si uniscono questi forellini ottenuti sulla superficie del cartoncino con matita e righello ed il gioco è fatto.
Uso questo metodo perchè: incollare una vasta superficie di carta sul cartone produce inevitabilmente bolle e pieghettature che vanno a compromettere la precisione del modello, inoltre la superficie leggermente rugosa del cartoncino è ottimale per riprodurre l' intonaco (vedi foto del casello sopra).
P.S. il punteruolo è realizzato al tornio in acciaio e legno d' ulivo, avevo una mezz' ora libera in officina da mio padre e l' ho fatto, ma va bene anche uno spillo grande o simile.
Mi servirà anche quando proverò ad incidere il forex come suggerito da un utente sopra.

n° 2 - Limetta di rifinitura fatta con una stecca di gelato di notissima marca con incollate due striscioline di carta vetrata (sopra e sotto)

n°3 - Limetta stondata fatta arrotolando carta proveniente da volantino commerciale, spalmata di vinavil per irrigidirla e successivamente ci ho incollato una striscia di solita carta vetrata.
Queste serviranno per rifinire le aperture, sia quelle rettangolari che quelle ad arco.

L' ultima foto è relativa all' avanzamento lavori (le pareti sono solo appoggiate una con l' altra).

A presto! :D


Allegati:
Commento file: Gli attrezzi autocostruiti
DSCN5578.jpg
DSCN5578.jpg [ 38.41 KiB | Osservato 16759 volte ]
Commento file: Stato avanzamento lavori
DSCN5579.jpg
DSCN5579.jpg [ 46.72 KiB | Osservato 16759 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: COME FARE: Isolato edifici stile italiano
MessaggioInviato: venerdì 15 marzo 2013, 20:37 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 13 agosto 2012, 17:52
Messaggi: 885
Ciao carpentiere , complimenti per l opera che ti accingi a fare e che non dubito sarà un ottimo risultato visto il casello da te realizzato precedentemente , molto bello :)
Volevo chiederti qualcosa di più sulla tua fotoincisione "casalinga" , per sommi capi posso immaginare che derivi dalla tecnica usata per creare i circuiti stampati in elettronica ma ti sarei molto grato se potessi descriverne il procedimento usato.
Ringraziandoti in anticipo ti faccio ancora i complimenti ed auguro un buon lavoro
Tienici aggiornati , ciao Gianfranco


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 162 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 11  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: 412001 e 23 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  

Duegi Editrice - Viale Francia, 7, 35020 Ponte S. Nicolò (PD). Italy - Tel. 049.711.363 - Fax 049.862.60.77 - duegi@duegieditrice.it - shop@duegieditrice.it
Direttori di testata: Gianfranco Berto - Franco Tanel. Registro Operatori della Comunicazione n° 1199. Partita iva IT 01116210293 Tutti i diritti riservati Duegi Editrice