Oggi è domenica 7 agosto 2022, 17:04

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 430 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 25, 26, 27, 28, 29  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Plastico: Binari a tutti i costi
MessaggioInviato: mercoledì 6 luglio 2022, 6:05 
Non connesso

Iscritto il: sabato 15 settembre 2007, 8:54
Messaggi: 1349
Località: Roma
marco1016 ha scritto:
Ottimo lavoro, veramente encomiabile la precisione.
Le decal dove le hai fatte stampare?


Buongiorno Marco, scusa se ti rispondo solo ora, mi era sfuggito il tuo messaggio. Grazie per gli apprezzamenti. Le decals le ho fatte stampare da Fides Grafica di Verona.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Plastico: Binari a tutti i costi
MessaggioInviato: mercoledì 6 luglio 2022, 8:09 
Non connesso

Iscritto il: martedì 7 febbraio 2017, 6:04
Messaggi: 1484
Località: Monza
Grazie a tutti per le delucidazioni sulla tecnica reale ....
Cita:
Per quanto ne so il discorso è semplice. I picchetti indicano dove iniziano/finiscono le sezioni di binario (separate da giunzioni che isolano una rotaia, alimentata a bassa tensione da apparati tramite apparati di sicurezza). Quando il treno percorre la sezione mette in collegamento le due rotaie (l'altra rotaia è messa a massa) e viene rilevato. Le sezioni sono alternate.
La parte rossa del picchetto indica la rotaia isolata, la parte gialla è per la rotaia messa a terra.

... e modellistica
Cita:
Se tu consideri un impianto con i sensori di assorbimento, il concetto è analogo.
Sul mio plastico ho messo questi picchetti proprio per indicare le tratte collegate a questi sensori.


oltre che per le varie foto esplicative

Santino


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Plastico: Binari a tutti i costi
MessaggioInviato: mercoledì 6 luglio 2022, 8:31 
Non connesso

Iscritto il: sabato 15 settembre 2007, 8:54
Messaggi: 1349
Località: Roma
Etsero17 ha scritto:
Se tu consideri un impianto con i sensori di assorbimento, il concetto è analogo.
Sul mio plastico ho messo questi picchetti proprio per indicare le tratte collegate a questi sensori.


Potresti gentilmente spigarmi a cosa serve questa cosa che hai fatto? Cioè , il sensore ti indica dove si trova il treno?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Plastico: Binari a tutti i costi
MessaggioInviato: mercoledì 6 luglio 2022, 9:49 
Non connesso

Iscritto il: martedì 21 marzo 2017, 12:08
Messaggi: 378
Stefano,
il mio plastico è gestito con il calcolatore e i sensori di assorbimento servono a far sapere al gestore dove sono i rotabili e come si muovono.
Nel video del link (dal sinottico rappresentato su uno dei monitors) vedi il treno trainato dall'E.646, posizionato sul secondo binario della stazione nascosta, che prenota le due tratte davanti e parte per l'itinerario pianificato. Quando il treno lascia il secondo binario della stazione nascosta, si vede che la tratta diventa bianca indicando che il binario è libero.
Man mano che il treno percorre le varie tratte (blocchi) sul sinottico si vede dov'è il convoglio e dove è diretto.
I blocchi occupati, analoghi a quelli rilevato dai c.d.b., vengono evidenziati (sul mio monitor) in rosa.

https://drive.google.com/file/d/1AZ6zt1 ... sp=sharing


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Plastico: Binari a tutti i costi
MessaggioInviato: mercoledì 6 luglio 2022, 10:05 
Non connesso

Iscritto il: sabato 15 settembre 2007, 8:54
Messaggi: 1349
Località: Roma
Grazie Etsero17, fichissimo sistema! Tecnologia troppo avanti x il mio umile plastico che non ha neanche parti nascoste!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Plastico: Binari a tutti i costi
MessaggioInviato: mercoledì 6 luglio 2022, 10:13 
Non connesso

Iscritto il: martedì 29 settembre 2015, 8:28
Messaggi: 1075
Località: Roma
estevan0000 ha scritto:
Grazie Etsero17, fichissimo sistema! Tecnologia troppo avanti x il mio umile plastico che non ha neanche parti nascoste!


Sbagli.
Andrebbe bene anche sul tuo “umile” visto che io uso il digitale e software sul mio ancora più umile plastico del tuo.

Giovanni


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Plastico: Binari a tutti i costi
MessaggioInviato: mercoledì 6 luglio 2022, 16:27 
Non connesso

Iscritto il: sabato 15 settembre 2007, 8:54
Messaggi: 1349
Località: Roma
Giovanni non so che dirti. Il mio plastico è tutto a vista. L’unica possibilità di “ gioco “ è di fare qualche manovrina tra il magazzino, la stazione, la rimessa , mentre sui binari di corsa vanno due treni in sensi inversi.
Ho provato a far andare un paio di treni, chiaramente in digitale, sullo stesso binario, ma è tutto un rincorrersi, uno che mozzica la coda all’altro.
Tutta una tecnologia che per il mio impianto mi sembra proprio sprecata!

Saluti
Stefano


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Plastico: Binari a tutti i costi
MessaggioInviato: giovedì 7 luglio 2022, 6:43 
Non connesso

Iscritto il: martedì 21 marzo 2017, 12:08
Messaggi: 378
Stefano, ma non è che dev'esserci per forza una stazione nascosta.
Ad esempio: da un treno merci io sgancio la loco che va poi in rimessa, aggiungo un paio di carri tramite un'altra loco da manovra e aggancio una nuova locomotiva per il convoglio allungato tutto in automatico, inclusi gli aspetti dei segnali bassi di manovra e la commutazione dei deviatoi interessati (vedi le due pagine allegate ed il filmato tramite il QR).
Puoi gestire qualsiasi movimento con un software dedicato. Inoltre la potenza di calcolo di un Pc apre possibilità non raggiungibili con la semplice centrale, come ad esempio itinerari in sequenza o ad orario prestabilito.


Allegati:
2022-07-07_094556.jpg
2022-07-07_094556.jpg [ 266.21 KiB | Osservato 391 volte ]
2022-07-07_094514.jpg
2022-07-07_094514.jpg [ 261.03 KiB | Osservato 391 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Plastico: Binari a tutti i costi
MessaggioInviato: giovedì 7 luglio 2022, 9:19 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 20 settembre 2006, 20:44
Messaggi: 5260
Località: Sorbolo di Sorbolo Mezzani (PR)
Si, ma così tu ti sei divertito a configurare un SW che gioca lui coi tuoi trenini.
E ripete sempre le stesse manovre configurate/programmate.

Legittimo, ma la passione dei trenini diventa accessoria a quella della confogurazione di un SW e magari cablaggi elettrici.

Da appassionato di: ferrovie, treni e trenini, pur avendo vissuto (e pure anche ora) di automazione (quella vera non degli scenogtafici robot antropomorfi e consimili), nei trenini la lascio nel cassetto.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Plastico: Binari a tutti i costi
MessaggioInviato: giovedì 7 luglio 2022, 11:02 
Non connesso

Iscritto il: sabato 15 settembre 2007, 8:54
Messaggi: 1349
Località: Roma
Etsero17, gran bel plastico che mi sembra piuttosto articolato e complesso, molto di più del mio.

Sono anche d’accordo con il pensiero di Marco_58. Io non voglio realizzare un plastico da esposizione in cui è il PC a giocare x me.

Ovviamente senza nulla togliere al lavoro di programmazione che hai realizzato!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Plastico: Binari a tutti i costi
MessaggioInviato: giovedì 7 luglio 2022, 11:15 
Non connesso

Iscritto il: martedì 7 febbraio 2017, 6:04
Messaggi: 1484
Località: Monza
estevan0000 ha scritto:
Sono anche d’accordo con il pensiero di Marco_58. Io non voglio realizzare un plastico da esposizione in cui è il PC a giocare x me.
Ovviamente senza nulla togliere al lavoro di programmazione che hai realizzato!


Io credo che Roberto (Etsero17) possa volendo escludere l'automazione (PC) e .... giocare "a occhio" ovvero utilizzando multimaus, sinottico x scambi e segnali e seminando magari qualche "porco diavolo" durante il gioco, cosi come credo che le simulazioni impostate siano talmente varie, combinabili tra loro, che difficilmente ti viene noia ...
Insomma qualche ora di divertimento la passa anche Roberto a far/vedere girare i suoi treni (in automatico o meno)

Santino ....

PS: probabilmente quest'anno non vedro' ne mare ne ombrelloni ma cmq credo di aver trovato cosa leggere :wink:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Plastico: Binari a tutti i costi
MessaggioInviato: giovedì 7 luglio 2022, 11:43 
Non connesso

Iscritto il: sabato 15 settembre 2007, 8:54
Messaggi: 1349
Località: Roma
Quello di Roberto è un lavoro mostruoso figlio di grandi conoscenze di programmazione e di digitale, cose di cui io sono completamente a digiuno! Non ancora neanche risolto alcuni problemini che mi sta dando la motorizzata di Ale 840 con vetri Klein di ViTrains a cui ho montato il decoder! Ad essere sincero non so neanche da dove partire o a quale santo votarmi!
Figuriamoci ad affrontare un lavoro come ha fatto Roberto!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Plastico: Binari a tutti i costi
MessaggioInviato: giovedì 7 luglio 2022, 12:04 
Non connesso

Iscritto il: martedì 21 marzo 2017, 12:08
Messaggi: 378
marco_58 ha scritto:
Si, ma così tu ti sei divertito a configurare un SW che gioca lui coi tuoi trenini.
E ripete sempre le stesse manovre configurate/programmate.

Legittimo, ma la passione dei trenini diventa accessoria a quella della confogurazione di un SW e magari cablaggi elettrici.

Da appassionato di: ferrovie, treni e trenini, pur avendo vissuto (e pure anche ora) di automazione (quella vera non degli scenogtafici robot antropomorfi e consimili), nei trenini la lascio nel cassetto.


Ma non è assolutamente come dici tu.
Il software non gioca con niente; esegue quello che viene impostato.

Poi la manovra illustrata è un esempio. Se ne possono fare a decine, tutte diverse, che vanno in esecuzione a tempo, oppure condizionate a qualsiasi elemento che si desidera mettere in gioco. Ad esempio se sul binario x c’è la loco y allora esegui questo itinerario, altrimenti passa all'operazione successiva. E così via.
E in contemporanea ci sono altri convogli che si muovono sul plastico.

La mia passione non è “dei trenini”, ma per un plastico ferroviario funzionante e più realistico possibile, anche nel funzionamento. E qui, per fortuna, il digitale ci sta dando una mano (anche se, per il mercato italiano, alcuni produttori continuano imperterriti a installare interfacce tipo 21MTC invece che PluX22).

L’automazione vera non è quella che va bene a te, ma quella che fa funzionare tutto e bene.
E già da ora, ma sempre di più in futuro, sarà via software (ovviamente con i calcolatori).
E non si torna indietro, il mondo va avanti.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Plastico: Binari a tutti i costi
MessaggioInviato: giovedì 7 luglio 2022, 12:12 
Non connesso

Iscritto il: martedì 21 marzo 2017, 12:08
Messaggi: 378
estevan0000 ha scritto:
Quello di Roberto è un lavoro mostruoso figlio di grandi conoscenze di programmazione e di digitale, cose di cui io sono completamente a digiuno! Non ancora neanche risolto alcuni problemini che mi sta dando la motorizzata di Ale 840 con vetri Klein di ViTrains a cui ho montato il decoder! Ad essere sincero non so neanche da dove partire o a quale santo votarmi!
Figuriamoci ad affrontare un lavoro come ha fatto Roberto!


Non serve una grossa conoscenza di programmazione: il sw ha già una serie di impostazioni da usare a seconda di quello che si vuole fare. Ma il controllo con il sw è decisamente un livello superiore a tutte le altre modalità.
La conoscenza del digitale serve invece per predisporre i rotabili per il funzionamento voluto. Le mie locomotive (quasi tutte sonore) hanno le luci rosse separate, il terzo faro (dove presente) e le luci in cabina controllabili separatamente, le carrozze tutte con strips luci provviste di decoders, ecc. ecc.

Che decoder hai montato sull'Ale 840 e quali problemini hai?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Plastico: Binari a tutti i costi
MessaggioInviato: giovedì 7 luglio 2022, 15:14 
Non connesso

Iscritto il: sabato 15 settembre 2007, 8:54
Messaggi: 1349
Località: Roma
Etsero17 ha scritto:
il sw ha già una serie di impostazioni da usare a seconda di quello che si vuole fare.


Ciao Roberto, stai già parlando complicato. Scusa l'ignoranza, ma cos'è un sw?



Etsero17 ha scritto:
Che decoder hai montato sull'Ale 840 e quali problemini hai?


Vediamo se riesco a spiegarmi. Premessa, ho già un complesso di 3 Ale 840, di cui una Motorizzata che monta un 8 pin Esu V4.0 e 2 rimorchiate con decoder del produttore. Tutte impostate con lo stesso indirizzo che con F0 accendono le luci dei fari e con F1 le luci interne viaggiatori. Centralina utilizzata una Ecos 50210 appena arrivatain sostituzione della 50000che mi ha abbandonato e che non so ancora utilizzare. Oltretutto senza istruzioni.

Posseggo inoltre l'articolo 1106 motrice + rimorchiata con vetri Klein. Ora la rimorchiata con decoder di fabbrica, funziona quasi come i modelli sopra elencati. F0 fari e F2 luci comparto viaggiatori. Se potessi spostarlo su F1 sarei più contento, ma posso anche tenerla così e farmene una ragione.

Il problema è la motorizzata a cui ho montato un Plux22 Nem 658 come da istruzioni. Cosa succede?

F0 accende le luci bianche dei fari, nel corretto senso di marcia. Inverto la marcia si accendono le luci rosse dei fari ma si accendono anche le luci interne viaggiatori.
Spendo F0.
Accendo F1 si accendono di nuovo le luci dei fari e si invertono correttamente a seconda del senso di marcia.
Con F1 acceso, le luci del comparto viaggiatori non si accendono più neanche spingendo F0 o invertendo la marcia.
Per riaccendere il comparto viaggiatori con F0 devo spegnere F1, ma queste si riaccendono solo con le luci rosse accese, perchè se inverto la marcia, il comparto viaggiatori si spegne di nuovo, come spiegato precedentemente.

Ora ha me piacerebbe che quest’ultima, con F1 accendesse le luci del comparto viaggiatori, come le altre.
Non so dove mettere mani.
Grazie.
Stefano


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 430 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 25, 26, 27, 28, 29  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google Adsense [Bot] e 28 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  

Duegi Editrice Srl - Viale Francia, 7, 35020 Ponte S. Nicolò (PD). Italy - Tel. 049.711.363 - Fax 049.862.60.77 - duegi@duegieditrice.it
Direttore editoriale: Luigi Cantamessa - Amministratore unico: Aldo Baldi - Direttori responsabili: Franco Tanel - Daniela Ottolitri.
Registro Operatori della Comunicazione n° 37957. Partita Iva IT 05448560283 Tutti i diritti riservati Duegi Editrice Srl