Oggi è lunedì 21 giugno 2021, 7:10

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1153 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6 ... 77  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: IL MIO PLASTICHETTO
MessaggioInviato: mercoledì 3 agosto 2011, 12:08 
Non connesso

Iscritto il: domenica 28 marzo 2010, 13:00
Messaggi: 723
Località: Treviso
luci ha scritto:
Gigrobodacciaio ha scritto:
Prorpio un bel lavoro!!!! :D
scusa una domanda, ho notato che hai invecchiato i binari credo a aeografo giusto? e poi hai messo la massiciata...
ora ci dai un'altra passata con l'aerografo pure alla massiciata o è finito cosi?

Caro Gig, è tutto fatto a mano. Non ho aerografo. Finito di stendere la massicciata darò ancora dei colpetti a pennello qua e là.
Saluti,
Luciano



cosi la renderai ancora piu reale :) poiche è quasi impossibile trovare una massiciata bella chiara e pulita dopo anni e anni di servizio :wink:
ottimo lavoro!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: PLASTICO: FIRENZE CASTELLO
MessaggioInviato: mercoledì 3 agosto 2011, 13:17 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 23 dicembre 2010, 23:22
Messaggi: 1016
Località: Firenze
max5726 ha scritto:
Ciao, voglio farti anche io i complimenti x ciò che stai realizzando...!!!!

perdonami la curiosità, ma.... visto che abito a Firenze, in zona Castello, volevo sapere se la tua realizzazione è frutto di sola fantasia o se parte da ambientazioni che hanno un riferimento reale / storico della zona scelta....

saluti

Max

p.s. nel caso tu fossi 'vicino di casa' non mi dispiacerebbe vederlo dal vero.....

Caro Max, il mio lavoro è il frutto di fantasia perchè non assomiglia nè alla vecchia nè, tantomeno, alla nuova stazione di Castello. Il nome l'ho dato solo perchè il plastico è situato nel rione di Castello dove vivo.
Luciano

PS.:Ti srivo un messaggio privato!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: PLASTICO: IL PLASTICHETTO DI CASTELLO
MessaggioInviato: giovedì 18 agosto 2011, 21:35 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 23 dicembre 2010, 23:22
Messaggi: 1016
Località: Firenze
Un passo nel passato a Castello................


Allegati:
1.8 castello com'era.JPG
1.8 castello com'era.JPG [ 138.46 KiB | Osservato 7039 volte ]
1.7 castello com'era.JPG
1.7 castello com'era.JPG [ 97.94 KiB | Osservato 7039 volte ]
1.6 castello com'era.JPG
1.6 castello com'era.JPG [ 87.33 KiB | Osservato 7039 volte ]
1.5 castello com'era.JPG
1.5 castello com'era.JPG [ 93.56 KiB | Osservato 7039 volte ]
1.4 castello com'era.JPG
1.4 castello com'era.JPG [ 104.78 KiB | Osservato 7039 volte ]
1.3 castello com'era.JPG
1.3 castello com'era.JPG [ 112.47 KiB | Osservato 7039 volte ]
1.2 castello com'era.JPG
1.2 castello com'era.JPG [ 99.34 KiB | Osservato 7039 volte ]
1.1 castello com'era.JPG
1.1 castello com'era.JPG [ 92.46 KiB | Osservato 7039 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: PLASTICO: IL PLASTICHETTO DI CASTELLO
MessaggioInviato: venerdì 19 agosto 2011, 8:49 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 16 gennaio 2006, 16:40
Messaggi: 1031
Località: Fabriano (AN)
Davvero un bel lavoro!!! Tienici aggiornati!!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: PLASTICO: IL PLASTICHETTO DI CASTELLO
MessaggioInviato: venerdì 19 agosto 2011, 11:08 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 25 aprile 2008, 12:15
Messaggi: 1902
PLASTICO: IL PLASTICHETTO DI CASTELLO
Altro che plastichetto, complimenti vivissimi.
Senz'altro avrai molto da divertirti (e da lavorare).
Mi affascina, se ho intuito giusto, il fatto che la linea è dedicata a una particolarissima ambientazione di un ramo secondario del tempo che fu.
Quindi, immagino, niente ETR, niente TAV, niente Pendolini, nè Intercity, ma prevalentemente vapore e diesel, treni corti e tante manovre; ancora complimenti.
Vorrei chiederti come hai fatto a riprodurre (se li hai riprodotti tu) i caratteri in rilievo che formano il nome della stazione.
Saluti e buon lavoro.
Tienici informati.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: PLASTICO: IL PLASTICHETTO DI CASTELLO
MessaggioInviato: venerdì 19 agosto 2011, 12:11 
Non connesso

Iscritto il: martedì 26 ottobre 2010, 7:34
Messaggi: 1856
Località: la città delle tre T...
Molto suggestivo! Anche se incompleto sembra di sentire anche il profumo della "ferrovia che non c'è più".
Complimenti, non è da tutti riuscirci.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: PLASTICO: IL PLASTICHETTO DI CASTELLO
MessaggioInviato: venerdì 19 agosto 2011, 12:29 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 23 dicembre 2010, 23:22
Messaggi: 1016
Località: Firenze
Gr471 ha scritto:
PLASTICO: IL PLASTICHETTO DI CASTELLO
Altro che plastichetto, complimenti vivissimi.
Senz'altro avrai molto da divertirti (e da lavorare).
Mi affascina, se ho intuito giusto, il fatto che la linea è dedicata a una particolarissima ambientazione di un ramo secondario del tempo che fu.
Quindi, immagino, niente ETR, niente TAV, niente Pendolini, nè Intercity, ma prevalentemente vapore e diesel, treni corti e tante manovre; ancora complimenti.
Vorrei chiederti come hai fatto a riprodurre (se li hai riprodotti tu) i caratteri in rilievo che formano il nome della stazione.
Saluti e buon lavoro.
Tienici informati.

In effetti dovrebbe essere naturalmente così. C'è però anche qualcosa d'altro che mi attrae di un epoca molto vicina a quella fotografata....i primi bei locomotori elettrici color castano che strusciavano i propri pantografi sul cavo della catenaria!!!!
SONO COMBATTUTO................
Saluti,
Luciano


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: PLASTICO: IL PLASTICHETTO DI CASTELLO
MessaggioInviato: venerdì 19 agosto 2011, 13:20 
Non connesso

Iscritto il: sabato 14 gennaio 2006, 18:05
Messaggi: 2123
Località: MATVTIA
Cita:
....i primi bei locomotori elettrici color castano che strusciavano i propri pantografi sul cavo della catenaria!!!!.....



...Volevi dire "sui cavi" forse?
Immagine

Ciao, sempre complimenti......

Maurizio


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: IL MIO PLASTICHETTO
MessaggioInviato: venerdì 19 agosto 2011, 16:04 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 25 aprile 2008, 12:15
Messaggi: 1902
luci ha scritto:
Gli scambi sono Peco Cod.75.
Saluti,
Luciano
Complimenti, secondo me i migliori.
Resto in attesa di risposta circa i caratteri indicanti il nome della stazione.
Saluti


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: IL MIO PLASTICHETTO
MessaggioInviato: venerdì 19 agosto 2011, 16:28 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 23 dicembre 2010, 23:22
Messaggi: 1016
Località: Firenze
Gr471 ha scritto:
luci ha scritto:
Gli scambi sono Peco Cod.75.
Saluti,
Luciano
Complimenti, secondo me i migliori.
Resto in attesa di risposta circa i caratteri indicanti il nome della stazione.
Saluti

Ti avevo fatto un MP ma mi sono accorto che ancora non è partito...vabbè credo non ci siano problemi a dire che sono caratteri fotoincisi della NINIVE.
Ciao,
Luciano


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: PLASTICO: IL PLASTICHETTO DI CASTELLO
MessaggioInviato: venerdì 19 agosto 2011, 18:46 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 16 gennaio 2009, 22:37
Messaggi: 299
ciao Luci

complimenti per il lavoro sembra stia venendo bene: ottima anche l'ambientazione.
Una domanda: il carro cisterna con 2 bocchette cos'é? puoi farmi una foto in dettaglio?

grazie


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: PLASTICO: IL PLASTICHETTO DI CASTELLO
MessaggioInviato: venerdì 19 agosto 2011, 19:03 
Non connesso

Iscritto il: domenica 8 maggio 2011, 14:31
Messaggi: 429
Stupendo, complimenti.

Franco.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: PLASTICO: IL PLASTICHETTO DI CASTELLO
MessaggioInviato: venerdì 19 agosto 2011, 20:07 
Non connesso

Iscritto il: martedì 27 giugno 2006, 17:48
Messaggi: 1661
Località: Granducato di Toscana
epocaIII ha scritto:
ciao Luci
Una domanda: il carro cisterna con 2 bocchette cos'é? puoi farmi una foto in dettaglio?

grazie


Rispondo io essendo una mia elaborazione su base Sanchmodelle, poi Piko , che fù pubblicata a suo tempo su I Treni n°143.
Il carro vero ,in una foto del 1984 a monte amiata non è accantonato ed alcuni mesi dopo lo fotografai in composizione ad un merci trainato da D342.
Giancarlo


Allegati:
Commento file: il carro vero
cisterna acqua 1.jpg
cisterna acqua 1.jpg [ 185.87 KiB | Osservato 6820 volte ]
Commento file: lato destro con i tubi di raccordo
PICT7905.JPG
PICT7905.JPG [ 221.35 KiB | Osservato 6820 volte ]
Commento file: lato sinistro
PICT7904.JPG
PICT7904.JPG [ 209.43 KiB | Osservato 6820 volte ]
Commento file: particoare terrazzino
PICT7908.JPG
PICT7908.JPG [ 205.38 KiB | Osservato 6820 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: PLASTICO: IL PLASTICHETTO DI CASTELLO
MessaggioInviato: venerdì 19 agosto 2011, 20:18 
Non connesso

Iscritto il: martedì 27 giugno 2006, 17:48
Messaggi: 1661
Località: Granducato di Toscana
Per completezza questo è l'altro carro ,stesse origini del primo .in pratica il carro cistena "Ermeva" Piko.Roba di quindici anni fà !!
Giancarlo


Allegati:
pict6043[1].jpg
pict6043[1].jpg [ 57.48 KiB | Osservato 6815 volte ]
PICT7907.JPG
PICT7907.JPG [ 220.43 KiB | Osservato 6815 volte ]
PICT7906.JPG
PICT7906.JPG [ 210.98 KiB | Osservato 6815 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: PLASTICO: IL PLASTICHETTO DI CASTELLO
MessaggioInviato: sabato 20 agosto 2011, 10:50 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 25 aprile 2008, 12:15
Messaggi: 1902
Continuo ad ammirarlo e a riguardarlo, è veramente attraente.
Fra le varie considerazioni il tocco artistico di questo plastico è costituito anche dal fatto che le caratteristiche della linea si percepiscono subito, a prescindere dalla scenografia: è il tracciato stesso che rende l'idea dell'epoca e della tipologia.
Una domanda: perchè hai adoperato binari con le traverse in cemento?
Un consiglio, se lo accetti, è il seguente.
Spesso, quasi sempre, i nostri plastici sono affollati di treni in maniera eccessiva, all'inverosimile; ogni volta che acquistiamo qualcosa di nuovo abbiamo la pretesa di aggiungerlo in linea per provarlo e osservarlo meglio, senza rimuovere quelli che già ci sono. Così il numero di treni presenti aumenta, aumenta eccessivamente.
Invece, nella realtà, specialmente nei rami secondari, il materiale rotabile presente al momento è piuttoosto scarso.
Allora ti suggerisco di non porti limiti nel predisporre un numero il più elevato possibile di binari nella stazione fantasma, ove ricoverare il maggior numero di treni (che saranno sempre pronti e disponibili durante l'esercizio) senza affollare i binari di stazione.
Ciao e complimenti: nella botte piccola (e poi neanche troppo piccola) ci sta il vino buono.


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1153 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6 ... 77  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: 58dedo, san_tino e 12 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  

Duegi Editrice - Viale Francia, 7, 35020 Ponte S. Nicolò (PD). Italy - Tel. 049.711.363 - Fax 049.862.60.77 - duegi@duegieditrice.it - shop@duegieditrice.it
Direttori di testata: Gianfranco Berto - Franco Tanel. Registro Operatori della Comunicazione n° 1199. Partita iva IT 01116210293 Tutti i diritti riservati Duegi Editrice